menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppa Italia domenica a Bergamo: intervista alle Pantere coneglianesi

Le atlete dell'Imoco, ancora prive di un principal-coach, si apprestano ad affrontare la Foppapedretti Bergamo nell'andata dei quarti di Coppa Italia

CONEGLIANO - Il primo dei tre episodi della “miniserie” che andrà in scena in questi dieci giorni tra Imoco Volley e Foppapedretti Bergamo, giocato nel weekend al PalaNorda, ha arriso alle Pantere, con in panchina Rossano Bertocco che ha temporaneamente sostituito Nicola Negro, capaci di tornare alla vittoria con un perentorio 3-1. Questo era il primo episodio, valevole per la quarta di ritorno del campionato di A1, e l’Imoco Volley dopo questo rinfrancante successo raggiunge la Pomì Casalmaggiore e si installa al terzo posto in classifica con 29 punti. Domenica prossima, 1 febbraio, si torna in terra orobica e ancora al PalaNorda c’e’ il secondo episodio, stavolta per l’andata dei quarti di Coppa Italia, con ritorno mercoledì 4 febbraio al Palaverde (20.30). Quindi aspettiamoci una Foppapedretti che fara’ tesoro della sconfitta per prendere le contromisure necessarie e che la “scossa” del cambio di allenatore possa avere effetti nel tempo dopo la bella reazione di ieri.

Nell’ultimo periodo con l’assenza di Glass e l’arrivo di un’altra palleggiatrice oltre a Katic avevamo qualche problema. Nella gara di Bergamo – queste le parole di Rossano Bertocco, in panchina domenica da capo allenatore pro tempore – siamo andati meglio, ci sono stati miglioramenti nelle sincronie, con il passare del tempo Marina (Katic) ha più sicurezza nella distribuzione, il resto l’ha fatto il muro che è sempre stato uno dei nostri punti forti. Ora c’e’ il doppio confronto di Coppa Italia, che per noi dopo l’esclusione dalla Cev diventa obiettivo fondamentale. Per qualificarci alla Final Four dovremo crescere ancora, Bergamo studierà la partita e fara’ i suoi correttivi, noi dovremmo essere pronti.

Capitan Fiorin insiste sui concetti espressi alla vigilia: “Mi aspettavo la reazione della squadra, già in passato durante questa stagione a una brutta partita avevamo fatto seguire buone prove, stavolta spero proprio che non sia una reazione episodica, ma un punto di partenza per un rilancio duraturo nel tempo. A Bergamo abbiamo fatto una buona partita, abbiamo cambiato qualcosa e ci è andata bene, impegnandoci molto nel muro-difesa, nella battuta tattica e in attacco cercando di non dare riferimenti al muro avversario. Con gare così ravvicinate certamente loro cercheranno di cambiare qualcosa per il match di domenica, ma come ripeto, se vogliamo dare continuità alla nostra crescita non possiamo fallire l’obiettivo delle Final Four.

Monica De Gennaro, libero dell’Imoco: “Bene la partita, bene l’atteggiamento, ci tenevamo molto a far vedere qual’è il nostro valore dopo la brutta uscita dalla Coppa Cev. Ora ci resta il campionato e la Coppa Italia, il prossimo obiettivo. Secondo me possiamo fare bene anche se domenica e mercoledì dovremo cancellare dalla testa la vittoria di ieri e partire da 0-0. Loro si adatteranno, noi dovremo lottare come ieri sera e allenarci al massimo in settimana per preparare al meglio questa doppia sfida, consapevoli del nostro valore.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Montebelluna, la mamma di Mattia ai funerali: «Chi ha sbagliato pagherà»

  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento