Sport

Champions: Imoco Volley ai quarti di finale come testa di serie

Le Pantere di Conegliano hanno battuto in tre set anche il Nantes. Giovedì sera, 28 gennaio, l'ultima partita del girone contro il Fenerbahce alle 20.30 su Sky Sport Arena

Paola Egonu in campo (foto cev.eu)

Missione compiuta per le Pantere dell’A.Carraro Imoco Conegliano che con il quinto 3-0 consecutivo tra andata e ritorno nel Girone B, ottenuto stasera a Nantes contro la squadra padrona di casa, da stasera sono inattaccabili aritmeticamente al primo posto nel girone B, irraggiungibili per il Fenerbahce, avversaria di stasera, giovedì 28 gennaio, alle ore 20.30, in diretta Sky Sport Arena. Conegliano quindi testa di serie ai quarti di finale di Cev Champions League, oggi potrà giocare con la testa libera da preoccupazioni, ma tanta motivazione in un match di livello altissimo contro il Fenerbahce, che ha perso un set nel torneo di andata con il Calcit (oltre allo 0-3 con Conegliano) e quindi anche in caso di vittoria 3-0 con le Pantere domani sarebbe sotto nel quoziente set.

Grande rush iniziale della croata Bozana Butigan, attacco ed ace senza nessun timore reverenziale: 2-0. Capitan Wolosz alterna attacchi al centro e palle per le schiacciatrici, per mettere in ritmo subito tutte le sue attaccanti. La cubana Leiva risponde per un Nantes molto vivace in avvio. Iniziano ad arrivare come una sentenza i punti di Paola Egonu (7 nel set con il 60%), poi muro di Bibi Butigan (4 punti, 2 muri nel set), molto reattiva, per l’allungo 7-3. Nantes mura, poi in attacco Snyder e Leiva fanno male a un’A.Carraro Imoco che fatica anche in ricezione. Allora la squadra gialloblù piega le gambe in difesa. E’ brava Loveth Omoruyi  a recuperare palloni difficili e Conegliano resta avanti: 10-8. Le francesi in casa loro però sono cariche e restano in scia, Sylves piazza l’ace dell’11 pari, ma risponde Omoruyi ispirata in attacco, 13-11. La statunitense Snyder continua a forzare colpi di alta qualità, ma arrivano puntuali le risposte della panterina Omoruyi (4 punti nel set), poi Egonu appoggia il +3 (17-14). Time out di coach Vathanara. Ma Kim Hill al rientro in campo mura bene e Conegliano allunga. Siamo in “zona Egonu”, due bombe e un ace di Paola per il +5 (21-16) che lancia le Pantere alla conquista del primo set. Il Nantes perde entusiasmo sotto i colpi di Wolosz e compagne che chiudono senza particolari problemi 25-20.

Nonostante qualche errore di troppo in attacco, l’A.Carraro Imoco dimostra voglia di lottare e dove non ci arriva con la pulizia del gioco lo fa con la grinta, trovando soluzioni grazie ai recuperi incredibili di Moki De Gennaro, i muri di Egonu e Butigan e tanta concentrazione: 9-7. Le Pantere provano un paio di volte a scappare, ma la difesa del Nantes rende dura la vita alle attaccanti venete e le bretoni riescono sempre a risalire (15-15). Snyder è una spina nel fianco con i suoi attacchi imprevedibili, poi Alanko piazza l’ace e le padrone di casa restano lì: 17-17. Il gioco si fa duro e le Pantere non si tirano indietro, muro-difesa, poi ci pensa la maestria di capitan Wolosz a scatenare il braccio armato di Robin De Kruijf (5 punti nel set) e di Egonu (altri 7 punti, stabile al 60% in attacco) per l’allungo 19-17. L’opposta azzurra e Kim Hill martellano per un’altra spallata (23-19). Entra il doppio cambio con Gennari e Gicquel e proprio la francese, fino allo scorso anno giocatrice proprio del Nantes, sigla il punto che manda l’A.Carraro Imoco al set point. Nantes sbaglia la battuta e Conegliano festeggia il 2-0 (25-20). Nel terzo set nella logica del turnover in una settimana di fuoco con 5 partite in 8 giorni entra Sarah Fahr per l’olandese De Kruijf, ma è subito una Paola Egonu sempre più “on fire” (chiuderà con 21 punti, 51% in attacco e 2 muri) a inaugurare il parziale con un turno di servizio dei suoi. Kim Hill mette giù palloni spettacolari serviti con la solita perizia da Asia Wolosz, sempre decisiva: 4-1. Snyder e compagne però non vogliono mollare e continuano la loro partita combattiva, giocando con le mani dell’alto muro gialloblù e dopo belle difese pareggiare 6-6. Le Pantere di coach Santarelli non vogliono correre rischi e spingono ancora forte in attacco con Joanna Wolosz (MVP del match) che detta il ritmo per l’11-8, ma arriva anche qualche errore che frena la fuga gialloblù (11-10). Egonu mura, poi alza per Hill ed è di nuovo +3 (13-10). Moki De Gennaro è la solita diga in difesa, Hill ed Egonu prendono in mano l’attacco delle venete che scappano 16-12. Due errori in fila di Egonu permettono alle francesi di riavvicinarsi, ma ancora una volta l’A.Carraro trova il jolly con il muro di Omoruyi e qualche “regalo” in battuta delle francesi, che forzano il servizio andando spesso incontro all’errore. Paola Egonu riscatta subito le sbavature precedenti, suoi, da altezze siderali, i punti 21 e 22 delle Pantere che allungano a +4, ma anche un paio di difese che consentono a Kim Hill di chiudere il 23-18. Sul 23-19 ancora dentro il doppio cambio con l’ex Gicquel e Giulia Gennari, ma a quel punto Sylves si scatena con due aces e il set si infiamma. Conegliano si fa raggiungere dalle arrembanti bretoni sul 23-23 dopo un errore di Hill (13 punti) che si riscatta subito mettendo giù il 24-23. Ancora brividi sul pareggio di Leiva, ma Omoruyi e il muro altissimo di Sarah Fahr consegnano la vittoria 3-0 (26-24) e i Quarti di Finale alle Pantere dell’A.Carraro Imoco.

Le parole di Joanna Wolosz, capitana e migliore in campo del match: «Siamo contente di aver finito in tre set, perché è importante in questo torneo risparmiare energie. Oggi potevamo fare meglio perché non abbiamo fatto una partita bellissima, Nantes ha giocato con molta più aggressività rispetto al torneo di andata al Palaverde, questo ce l’aspettavamo, ma nonostante qualche errore abbiamo vinto una partita importante e l’abbiamo fatto velocemente. Ora dobbiamo recuperare le energie perché il Fener sarà un’avversaria fortissima e ci vorrà una prestazione al 100%, forse di più per batterle. Il nostro obiettivo è ripetere il tris del torneo di dicembre, ci manca uno step, il più difficile». Oggi il gran finale della “bolla” di Nantes con il match contro la corazzata turca del Fenerbahce Istanbul, già battuta 3-0 all’andata (oggi le turche, seconde nel girone, hanno battuto 3-0 il Calcit). Ma il match di domani sarà praticamente ininfluente per il primo posto nel girone, già in mano a Conegliano dopo il 3-0 di oggi A.Carraro Imoco con la vittoria di oggi è inattaccabile al primo posto aritmetico del girone B, irraggiungibile per il Fenerbahce che ha perso un set nel torneo di andata (con il Calcit) e quindi anche in caso di vittoria 3-0 con le Pantere domani sarebbe sotto nel quoziente set. Pantere quindi ai quarti di Cev Champions League da teste di serie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Champions: Imoco Volley ai quarti di finale come testa di serie

TrevisoToday è in caricamento