menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratte dal sito dell'Imoco Volley

Foto tratte dal sito dell'Imoco Volley

Imoco Volley: buona la prima, Scandicci si arrende al tie-break

All'esordio in Champions League, le Pantere non deludono e conquistano una grande vittoria al Palaverde. Presente in tribuna anche la sfortunatissima Megan Easy

Se chi ben comincia è a metà dell'opera, l'Imoco Volley ha iniziato al meglio la sua Champions League vincendo al tie-break la complicata sfida contro Scandicci. Al Palaverde la squadra ospite voleva subito dimostrare di che pasta è fatta con un inizio sprint che ha costretto le Pantere a inseguire (2-6). Ma la reazione di Conegliano non si è fatta attendere trascinata da una serie impressionanti di muri con De Kruijf (miglior realizzatrice del set con 5 punti) e Hill invalicabili sotto rete che ribaltano il risultato (10-6) dopo un parziale di 8-0.

L’Imoco fa la partita con Sam Fabris che prende in mano le compagne nei momenti decisivi schiacciando punti pesanti come quello del 12-9 e del 20-16 arrivato dopo un lungo scambio e terminato con un pallonetto velenoso che impedisce la rimonta di Scandicci nella fase centrale del set. Conegliano mantiene un margine di sicurezza nel finale e affonda con gli attacchi di Fabris e di Sylla, con il tocco del muro, che valgono il 25-20 del primo parziale. Combattutissimo e molto avvincente il secondo set sin dalle prime battute con le due squadre che regalano spettacolo a un Palaverde caldissimo. L’Imoco trova il massimo vantaggio (10-6) grazie a un parziale di 4-0 propiziato da due attacchi consecutivi di Kim Hill, una fast di Danesi e l’ace di capitan Wolosz. Scandicci trascinata dall’opposto Haak (miglior marcatrice del set e della partita con 33 punti) trova il vantaggio a metà del set (13-14) totalizzando un parziale di 6-0. Sylla interrompe la serie ma è sempre Haak, scatenata da posto 2, a tenere avanti le toscane che allungano (14-17). De Kruijf (14 punti e 5 muri alla fine) riporta sotto l’Imoco in un momento delicato e da qui si procede punto a punto fino alla fine del set. Non bastano però a Conegliano le parallele perfette di Sylla e le schiacciate di Sam Fabris, compresa quella che vale il momentaneo 24-23, per aggiudicarsi anche il secondo set: Scandicci si conquista il cambio palla e con un ace di Haak (9 punti nel set) e un attacco di Stevanovic murato out ha la meglio per 26-24.

Non c’è storia nel terzo parziale con le Pantere che reagiscono subito e si portano sul 4-1 con un ace di Sam Fabris. I missili dell’opposto croato (miglior marcatrice del set con 6 punti) fanno male al morale di Scandicci soprattutto dopo una serie di salvataggi miracolosi di Moki de Gennaro e Sylla come in occasione del 7-2. La classe delle giocatrici di Conegliano si apprezza in tutti i fondamentali dalle alzate perfette di capitan Wolosz, alle fast di Danesi e alla precisione sottorete di Sylla e Hill (62% in attacco). Il vantaggio si dilata così sempre più fino al definitivo 25-12. Nel quarto set parte forte Scandicci con l’ace di Stevanovic (11 punti e 4 muri) e il muro di Haak prima dell’allungo sul 6-10 con tre punti consecutivi di pregevole fattura. L’Imoco prova a portarsi sotto e dopo uno scambio combattuto con gran difesa di Fabris torna a -3 (9-12). Scandicci però incrementa il suo margine sotto i colpi di Haak e Vasileva toccando un massimo vantaggio di +7 (11-18). La reazione delle Pantere azzannate è veemente e grazie a un parziale di 5-0 (doppia Danesi, Fabris e ace di Kim Hill) si riporta sotto (16-18). L’Imoco con un ace fortunoso di Fersino e un colpo di Fabris dopo una super difesa arriva addirittura a pareggiare a quota 23. Una rimonta bellissima che infiamma il Palaverde, ma lascia senza fiato le Pantere costrette a cedere il set dopo due scambi infiniti: 23-25 e si va al tie break nel “derby” italiano di Champions League.

MEGAN-1024x682-2

Il tie break parte subito con uno scambio combattuto concluso con il muro di Danesi su Vasileva, seguito da quello di capitan Wolosz. E’un testa a testa avvincente senza esclusione di colpi con Sylla -Fabris da una parte e Vasileva – Haak dall’altra indiscusse protagoniste. Dopo due schiacciate consecutive di Haak (75% in attacco in questo set e altri 6 punti) e altrettante di Sam Fabris si va sul 12-10.  E’ il momento decisivo con un doppio errore di Scandicci (doppia di Malinov e attacco fuori di Haak) che spiana alle Pantere la strada della vittoria. Il punto decisivo, dopo una superdifesa di Moki De Gennaro sulla solita Haak è di Sylla, ancora decisiva dopo il punto che valse il successo in Supercoppa su Novara. Sotto lo scrosciante applauso del Palaverde la squadra ha dedicato la vittoria a Megan Easy, presente in tribuna e abbracciata una a una dalle sue compagne per dimostrare ancora una volta il grandissimo senso di appartenenza delle Pantere alla propria splendida famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento