menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un omento del match (foto Imoco)

Un omento del match (foto Imoco)

Impresa dell'Imoco: battuta la Liu-Jo a Modena, ora è semifinale

Partita al cardiopalma contro la terza del campionato, per una vittoria al golden-set inizialmente inaspettata. Ottima la prova di Ozsoy

CONEGLIANO Spareggio “vita o morte” tra Imoco Volley e Liu Jo Modena al PalaPanini, in palio la semifinale con la Pomì Casalmaggiore. E per la terza volta in tre stagioni di vita del club, le Pantere raggiungono la semifinale dopo una sfida dai mille colpi di scena decisa solo all’ultimissimo pallone. Venerdì si comincia a Cremona gara1 con la Pomì, poi lunedì alle 20.30 al Palaverde gara2 (prevendita da domani 15.00-18.30 al Palaverde e online dal pomeriggio), poi gara3 a Cremona venerdì 24, eventuale gara4 si giocherebbe al Palaverde domenica 26, eventualegara5 il 29 aprile a Cremona, casa della Pomì. Qui sotto la cronaca della partita da parte dell'Imoco.

Dopo le prime due sfide, non cambiano i sestetti base, ma in un palasport pieno solo per un terzo della capienza stavolta è la squadra di Chiappini a partire forte, con Nikolova bene in attacco e Adams ancora ispirata a muro dopo la prova-monstre di gara2: 1-4 il primo allungo firmato Conegliano, ma Fabris con due punti e un ace rimette le cose in parità, facendo capire l’aria che tira nello spareggio di stasera.Il primo sorpasso di Modena arriva sull’8-7, poi su un’invasione la Liu Jo prende il primo minibreak (10-8), poi è Fabris in parallela a mandare le squadre sul 12-9 al t.o. tecnico. Immediata la replica delle Pantere, che pareggiano con Ozsoy (12-12) dopo una serie di belle difese proprio della schiacciatrice turca. Entra in temperatura anche Rousseaux da posto 4 (15-13), che risponde a una Rachael Adams ancora scintillante (5 punti nel set). Sul 16-16 coach Beltrami chiede time out, arriva una dubbia chiamata su un pallonetto di Ozsoy, la turca si innervosisce e sbaglia anche la palla successiva, coach Chiappini deve chiedere time out sul 19-16. Va a segno Barazza, ma risponde Folie al centro, poi il mani e fuori di capitan Fiorin, muro di Jenny Barazza e si va 20-19. Sprint finale dopo il time out di Modena. Un muro di Rousseaux rompe l’equilibrio (23-20) dopo un paio di occasioni sciupate dalle Pantere in contrattacco. Alla fine gli errori condannano Conegliano e Modena incamera il primo set 25-21.

L’Imoco parte bene anche nel secondo parziale, 1-3 con il muro di Fiorin, poi con gli exploit difensivi di De Gennaro e compagne c’e’ un ulteriore allungo, ancora con un muro della capitana (4-7). L’altra capitana, Francesca Piccinini, prova a riportare le modenesi a contatto, ma Ozsoy stasera attacca bene e tiene avanti le Pantere. Una bella combinazione Glass-Barazza e Conegliano è sopra 7-10. La squadra di Chiappini riceve bene e Glass puo’ variare il suo gioco, trovando ottime risposte da Fiorin e Barazza. Folie risponde al centro, c’e’ anche un giallo a Barazza per proteste sul 9-10, ma SuperJenny si vendica con il muro del 9-12. Sull’11-14 si spegne la luce e gli errori gialloblù si pagano, 14-14 e time out di coach Chiappini. Il parziale di 6-1 è tutto per le emiliane, che si involano fino al 17-15. Conegliano ha ancora le occasioni per riagganciare la Liu Jo, ma il contrattacco-punto fa molta fatica ed è preda del muro di Rondon e compagne (20-17). Grande sussulto di orgoglio di Neriman Ozsoy, due volte in “pipe” per il -1 (20-19), e si fa sentire il centinaio di tifosi gialloblu’ arrivati al PalaPanini. Sul 22-21 per Modena entra Nicoletti in battuta, Adams mura ed è parità a quota 22. Grande tensione nel finale di set: il 23 pari lo sigla Fiorin, con coraggio, poi mura Ozosy e c’e’ il set point. Fabris non chiude l’attacco, e l’Imoco va a pareggiare con il 23-25.

Il terzo set inizia con Anna Nicoletti confermata opposto in vece di Nikolova, ma Fabris (premiata come miglior scorer della Serie A1 prima della partita) ha il dente avvelenato e prova a trascinare la Liu Jo, ben assistita da una Folie brillante nelle “fast”. Ma le Pantere sono bene con la testa nel match, rinfrancate dal successo nel set precedente, e con un bel mani e fuori di Nicoletti e un errore di Modena (giallo a Beltrami per proteste), Conegliano prende due punti di margine (7-9). De Gennaro difende,Ozsoy trasforma (8-11) e il set si infiamma sotto rete. Ma l’Imoco fa e disfa come Penelope, e con gli errori delle gialloblu’ si torna in parità (11-11). Arrivano gli errori anche per le padrone di casa (11-14). Difende alla grande Neriman Ozsoy, poi colpisce forte un’ottima Nicoletti, poi mura Adams e Modena deve chiedere time out con le Pantere avanti 13-17. Posta in palio altissima, il gioco non è spumeggiante, vince chi sbaglia meno, e l’Imoco sembra aver imboccato la strada giusta con un altro grande muro di Adams che poi replica in attacco per il 13-19. Modena cambia la diagonale Rondon-Fabris con Mori-Ikic, ma il pubblico gialloblu’ puo’ esplodere dopo il muro di Nicoletti e l’ace di Barazza (13-21). Ormai le Pantere hanno trovato l’assetto e chiudono alla grande il terzo set con Adams e Ozsoy scatenate: 17-25 ed è sorpasso.

Quarto set: Neriman Ozsoy è dappertutto, difende, attacca, mura e trascina le Pantere al 5-9. Fabris entra ed esce dalla panchina. Ma Modena è una squadra di carattere, ace di Rousseaux, muro di Folie, un errore gialloblu’ e si torna in parità, 11-11. Torna l’entusiasmo tra il (poco) oubblico emiliano, ma l’Imoco Volley è bene dentro alla partita. Lo dimostra il graffio di Rachael Adams, pantera doc, che a muro impiomba il +2 (11-13). Si rivede Samanta Fabris, la croata fin qui altalenante pareggia, poi a muro sorpassa (14-13). Immediato time out di coach Chiappini. Una rinata Fabris picchia forte, poi Rousseaux mura e Modena prende il largo (17-14), altro time out. Sul 18-15 entra Barcellini per dare fiato a Fiorin, poi dentro Katic e Nikolova per Glass e Nicoletti, e il “doppio cambio” confeziona il punto (19-16). Sul 23-19 va in battuta Nicoletti e mette a ferro e fuoco la ricezione avversaria, suo l’ace del 23-21, time out di Modena. Ma la 18enne vicentina è implacabile, si riparte e altro ace! 23-22. L’esperienza e la lucidità di Piccinini pero’ mandano Modena 24-22. Il primo set ball lo annulla Fiorin dopo un miracolo di Moki De Gennaro, poi Ozsoy ci prova da metà campo, ma sbaglia e dopo aver accarezzato il sogno si va al tie break. 25-23.

Parte male l’Imoco nel quinto set che vale la semifinale: ace di Heyrman, Nicoletti va out ed è 3-0 per la Liu Jo in un clima da corrida. Time out di coach Chiappini che vuole riportare la calma. Va out anche Adams, 4-0. La “solita” Ozsoy ferma l’emorragia, poi muro di Glass per il 4-2. Ci pensa ancora Piccinini, poi Fabris va out ed è 5-3. Gran muro, il secondo (saranno 20 in totale per Conegliano, 6 di Adams), di Glass (5-4), poi miracolo di Ozsoy ed è parità 5-5 dopo un controbreak 4-1 per Conegliano, e stavolta è Beltrami a fermare il gioco. Ma l’Imoco continua a martellare alla grande, Piccinini out, ancora una fantastica Ozsoy a muro (5-7), parziale 6-1. Piccinini prima accorcia (6-7), poi sbaglia la battuta (6-8). Folie al centro segna il -1. La gara è incredibilmente tesa, Fabris pareggia (8-8), Maruotti sbaglia il servizio, poi Barazza mura per l’8-10. Il +3 arriva con una bomba di Ozosy dopo gran difesa di Moki. Ancora una splendida Ozsoy (8-12), che ormai è una donna sola al comando, segna anche il punto dell’8-13, vera trascinatrice. Modena reagisce ancora una volta, mai doma, e risale fino all’11-13, con Barcellini dentro per Nicoletti. Time out Chiappini. Errore di Barcellini (12-13) e rientra Nicoletti. Sbaglia la Liu Jo, match point, ma Ozsoy (26 puntialla fine) si fa murare da Piccinini. Sul secondo tentativo palla a Nicoletti che con la freddezza della veterana piazza il punto del 13-15 ed è semifinale! Inizia la festa, ma con il pensiero si va subito a venerdì (e lunedì al Palaverde gara2) per la semifinale con la Pomì delle ex Gibbemeyer e Tirozzi.

Anna Nicoletti, protagonista anche oggi al PalaPanini: “Sono felicissima di giocare questo tipo di partite, per me è una novità e una grandissima emozione, una grande vittoria quella di oggi che abbiamo voluto tutte con grande carattere. L’ultima palla? Ho chiuso gli occhi e l’ho tirata con tutta la forza, è andata bene.” Valentina Fiorin, capitana: “Non ci credo ancora, che partita! Abbiamo sofferto molto, pensavo avessimo la gara in mano e invece le abbiamo resuscitate nel quarto set. Poi nel tie break avevamo iniziato malissimo, ma siamo state brave a restare lì con la testa e tornare sotto fino alla fine, tornando a imporre il nostro gioco. Ce lameritiamo questa terza semifinale, ora un po’ di riposo e subito concentrate per la semifinale contro la Pomì, un’altra grande sfida che vivremo con molto entusiasmo dopo questa grande vittoria.” Alessandro Chiappini, coach Imoco Volley: “Siamo felicissimi, un grande successo di squadra, sono contentissimo per le ragazze e per la società. E’ stata una gara difficilissima, ma devo dire veramente brave alle giocatrici, a tutte, perchè non hanno mollato mai e volevano vincere a tutti i costi e l’hanno fatto vedere stringendo i denti fino alla fine. Godiamoci stasera questa vittoria, ma da domani il pensiero è per la semifinale, dovremo essere bravi a resettare tutto e pensare alla Pomì. Ma i play off sono così, lo sappiamo e saremo pronti.”

LIU JO MODENA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3 (25-21,23-25,18-25,25-23,13-15)
LIU JO MODENA
: Rondon 2, Fabris 18, Rousseaux 15, Piccinini 16, Folie 13, Heyrman 8, Arcangeli (l); Kostic 1, Petrachi (l) ne, Maruotti, Ikic, Crisanti 2. All.: Beltrami.
IMOCO CONEGLIANO: Glass 4, Nikolova 4, Adams 14, Barazza 9, Ozsoy 26, Fiorin 10, De Gennaro (l); Nicoletti 6, Barcellini , Furlan ne, Arimattei ne, Boscoscuro (l) ne, Katic. All.: Chiappini.
Arbitri: Boris e Braico
NOTE: Durata set:26′,28′, 23′, 29′, 18′. Spettatori 2000. Liu Jo: battute vincenti 3, errate 16, muri 13, errori 15. Imoco: bat. vin. 4 errate 10, muri 20, errori 18.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento