menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine del match (Foto Filippo Rubin per Lega Volley Femminile)

Un'immagine del match (Foto Filippo Rubin per Lega Volley Femminile)

L'Imoco crea e disfa in trasferta, ma alla fine arriva la vittoria contro la Liu-Jo Modena

Una partita bellissima, giocata alla grande soprattutto dalle Pantere "americane", ma complice un calo a metà match il punto vittoria arriva solo al tie-break

CONEGLIANO Una partita bellissima quella di Semifinale Gara1 andata in scena a Modena martedì sera tra le padrone di casa della Liu-Jo e le Pantere dell'Imoco Volley. Primo set con Modena che parte forte e costringe le Pantere a mettersi subito in carreggiata, nonostante l’assenza della “bomber” Easy (a Conegliano per proseguire le terapie). Al suo posto c’e’ Alice Santini e la toscana dà sicurezza alla squadra con la sua affidabilità in difesa e ricezione. Valentina Diouf inizia a spron battuto per la Liu Jo (8-2), colpisce insieme a Di Iulio e Horvat, ma le Pantere con una Robinson scintillante (4 aces in fila riaprono il set!) non mollano mai e punto su punto tornano sotto, agganciando le emiliane nel finale grazie anche a un ottima tattica di battuta e di muro. Dopo un primo set ball annullato dalla squadra di casa, Kelsey Robinson, scatenata, decide che e’ ora di chiudere e mette a sergno una fantastica doppietta, attacco e muro (saranno tre alla fine del set per la schiacciatrice USA) a uno che consegna il 25-27 all’Imoco Volley per la gioia dei tifosi gialloblu’, che si “impadroniscono” con i loro cori del glorioso PalaPanini.

Sulla scia dell’entusiasmo l’Imoco di Davide Mazzanti inizia bene anche il secondo set, dove sembra che le Pantere abbiano preso in mano le chiavi del gioco. Diouf viene marcata benissimo, se non la prende il muro c’e’ la difesa orchestrata da una efficacissima Moki De Gennaro, che ben spalleggiata da Santini mette a disposizione tante palle rigiocabili che in un set a basse percentuali sono oro colato. Sopra il 50% solo Ortolani (addirittura al 70%), ma le Pantere sono brave a forzare tanti errori punto delle padrone di casa (ben 10 nel set) con una battuta ficcante. Coach Beltrami prova anche il cambio in regia mettende Ferretti in panchina, ma la progressione dell’Imoco Volley è imperiosa: 4-7, poi 7-12 al t.o. tecnico. C’e’ un ace di Di Iulio per il 14-18, ma la reazione delle modenesi viene subiyo stroncata dalle pipe di Robinson e Ortolani. Il finale è tutto delle Pantere che chiudono anche il secondo set con un netto 18-25, Conegliano avanti 2-0.

Nel terzo set Alisha Glass gioca la carta Arrighetti, con la capitana molto impegnata in attacco con fast importanti che sbilanciano il muro di casa: le Pantere avanzano fino al 3-6, poi Herrman con muro e attacco ricuce lo strappo. Si va ad elastico, entra in partita anche Rachael Adams, suo il gran muro del 9-12, e c’e’ anche Santini che trova punti importanti che sono ossigeno puro per l’attacco gialloblu’: 14-16. Bella palla di Glass che “incrocia” per una Ortolani precisa in attacco e molto reattiva anche in difesa, Imoco avanti 18-20. Ma Chiara Di Iulio non ci sta, pareggia con un ace a quota 20, Modena non molla, ma le Pantere insistono e non vanno sotto. Con le unghie e con i denti l’Imoco resta avanti, Valentina Arrighetti e’ ispirata, prima mura, poi attacca e Conegliano ha il match point sul 23-24 firmato dalla centrale genovese. Modena annulla con il muro dopo uno scambio infinito, il PalaPanini entra in temperatura e l’orgoglio della Liu Jo ha la meglio nel finale (c’e’ anche un’apparizione di Vasilantonaki in prima linea, per Modena c’è Rivero per una Diouf in difficoltà) con il punto decisivo di Di Iulio e il 26-24 che tiene Modena nel match. Si va al quarto set.

C’e’ Anna Nicoletti, fin lì in campo solo come “bazooka” in battuta nei set precedenti, che dà fiato a Serena Ortolani (out per crampi), ed è il turno di Adams che fa subito male a muro, ma Herrman pareggia sul 2-2 con una veloce. Un po’ lo scoramento per l’occasione persa, il rinnovato vigore delle padrone di casa e l’adattamento a un assetto di emergenza, consentono al pubblico modenese di esultare sul 6-2 (parziale 5-0) che consiglia coach Mazzanti al time out. Ancora Rachael Adams veste i panni della trascinatrice, e con lei ancora Arrighetti ancora a segno con il muro per il -2 (4-6). Risponde Folie in fast, poi Rivero tiene avanti Modena fino all’11-7. Adams passa con regolarità, ma senza le due “punte” dell’attacco (Easy e Ortolani) l’attacco delle Pantere perde di incisività e la Liu Jo si esalta. Rivero piazza l’ace del 14-8 e coach Mazzanti vuole ancora parlarci su. Ma il black out si prolunga, entra anche Vasilantonaki, ma Rivero continua a battere deciso e Di Iulio completa il lavoro per il 16-8 che rompe il set. Sul 18-11 c’e’ Vale Serena in campo per Glass, ma ormai Modena è in trance agonistica e alle Pantere non funzionano più i consueti automatismi: la Liu Jo vola a +8 (20-12) e se ne va anche il quarto set. Dal match point del terzo set, con il 25-16 per Modena nel quarto parziale si va quindi al tie break, con l’ulteriore testimonianza di come i play off siano in ogni partita una vera roulette russa. Gara1 si decide al quinto set.

Quinto set: torna Ortolani e anche Alice Santini, ed è la toscana a siglare in attacco i primi due punti gialloblu’ del set (1-2), ma Herrman pareggia subito e poi sorpassa 3-2. Rivero, sempre dentro al posto di Diouf, sbaglia il servizio e poi è “Lish” Glass con un gran muro re un ace di una ottima Santini (10 punti totali) a mandare avanti Conegliano 5-3, time out di Beltrami. A segno Adams, errore Liu Jo, bombarda di Ortolani, Conegliano alza il ritmo e vola via fino al 4-8. Il pubblico di Conegliano si fa sentire in un PalaPanini ammutolito dal break delle Pantere. Ma non è finita, ancora Hermann con l’ace riporta le padrone di casa a -2, ma Kelsey Robinson (23 punti, 5 aces, 4 muri nel suo fantastico match) in pallonetto tiene avanti (4-9) l’Imoco, poi arriva un “murone” di capitan Arrighetti che scava il solco 6-10. Ancora Arrighetti (12 punti e 4 muri), scatenata, mette giu’ dal centro il +5 (6-11) e Conegliano vola. La capitana dell’Imoco si prende la scena, mura e poi va a segno con i punti decisivi (7-13) e per Modena si spegne la luce. Ancora il muro (Ortolani, 15° punto), e poi si attende solo la chiusura, dopo quasi due ore e mezza di battaglia, con l’errore di Horvat per l’8-15 che dà il 2-3 e il primo punto della serie alle Pantere. Ora ci sono sulla racchetta delle Pantere gialloblu’ due occasioni in casa al Palaverde per agguantare la finale scudetto, la prima tra meno di 48 ore, giovedì alle 20.30 al Palaverde per una gara2 che, visto l’andamento a dir poco appasisonante del primo match, si conferma assolutamente da non perdere.

Monica De Gennaro, libero Imoco Volley: “E’ stata una partita dall’andamento altalenante, abbiamo iniziato un po’ tese e siamo andate sotto, poi Kelsey in battuta ci ha fatto tornare sotto e abbiamo vinto il primo set combattendo, poi il secondo, ma Modena vincendo il terzo in volata si è galvanizzata mentre poi nel quaro set siamo proprio andate in black out. Ma nel quinto abbiamo dimostrato il nostro carattere e la nostra forza. Alice è stata bravissima a sostituire Megan, ovviamente non è una giocatrice dello stesso tipo, ma ha fatto un’ottima partita, lei e tutta la squadra. Giovedì sarà un’altra battaglia, abbiamo una bella occasione e invito tutti i nostri tifosi a venire a sostenerci, sarà importante per noi la carica del pubblico per provare a ripeterci”.

Davide Mazzanti coach Imoco Volley: “Abbiamo fatto due set tatticamente molto bene, nel primo con un’ottima fase break e nel secondo con il cambio palla che funzionava benissimo. Nel terzo set siamo calati un po’ e perdere dopo aver sprecato un match ball ce lo siamo portati dietro nel quarto, dove ci siamo un po’ persi e poi abbiamo tirato un po’ il fiato. Nel tie break pero’ abbiamo avuto un’aggressività incredibile, individualmente abbiamo vinto i duelli, Vale Arrighetti e anche Serena a muro sono state bravissime e hanno scavato il break decisivo,abbiamo spinto molto e abbiamo vinto con grande merito. Easy? Sta migliorando, valuteremo le sue reazioni alle terapie e poi vedremo se sarà il caso di rischiarla giovedì o di aspettare ancora. Comunque abbiamo avuto Robinson molto responsabilizata su grandi livelli e Alice che aveva un duro compito l’ha svolto al meglio. Giovedì loro verranno al Palaverde cariche e convinte, dovremo giocare un’altra grande partita e mi aspetto il nostro pubblico caldo a sostenere questa squadra e aiutarla a lottare come a Modena”.

LIU JO MODENA-IMOCO CONEGLIANO 2-3 (25-27, 18-25,26-24,25-16,8-15)
LIU JO MODENA: Horvath 15, Folie 11, Diouf 9, Di Iulio 18, Heyrman 15, Ferretti 3; Arcangeli (L). Cararo, Gamba, Rivero 4, Cutuk, Scuka. N.e.: nessuna. All. A. Beltrami.
IMOCO CONEGLIANO: Robinson 23, Arrighetti 12, Ortolani 15, Santini 10, Adams 9, Glass 4; De Gennaro (L). Nicoletti 2, Vasilnatonaki 2, Serena, Crisanti, De Bortoli. N.e.: Barazza. All. D. Mazzanti

Arbitri: Braico e Goitre
NOTE Spettatori: 3.531. Durata set: 32′, 26′, 34′, 25′, 13′ per totale 2 h 10′.
Liu Jo: battute sbagliate 19, vincenti 4, ricezione 77%(perfetta 57%), attacco 36%, muri 11, errori 30.
Imoco: battute sbagliate 10, vincenti 6, ricezione 66%(perfetta 36%), attacco 37%, muri 16, errori 27.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento