menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intervista alla schiacciatrice veterana dell'Imoco Vale Fiorin

"Non siamo più le debuttanti, ma siamo una delle squadre di riferimento", commenta così l'inizio di stagione la veterana del Conegliano Fiorin

Valentina Fiorin, schiacciatrice azzurra, una delle veterane dell'Imoco Volley Conegliano commenta la marcia di avvicinamento dell'Imoco Volley alla prima gara ufficiale, domenica alle ore 18.00 al Palaverde esordio di campionato serie A1 contro la neopromossa Ihf Frosinone, dove giocano due ex Pantere come Giulia Agostinetto e Simona Gioli.  Fiore, dopo un lungo precampionato, ora si fa sul serio e a 5 mesi abbondanti dall'ultima gara (la 4° di finale) si torna a giocare per i tre punti al Palaverde: "Non vediamo l'ora di iniziare, è troppo tempo che non giochiamo una gara "vera" al Palaverde! E' da cinque mesi che aspettiamo di giocare ancora di fronte al nostro pubblico, giocare una partita ufficiale al Palaverde con quell'atmosfera che c'era l'anno scorso e con la nostra tifoseria e' una scarica di adrenalina pazzesca. Per di piu' ci sarà lo stesso terreno di gioco rosa delle finali, speriamo che ci sia ancora tantissima gente a darci la spinta per partire alla grande." 

Lo scorso anno eravate le cenerentole invitate al gran ballo per la prima volta, adesso invece partite da vicecampionesse d'Italia e con ben altre ambizioni, cosa significa come approccio alla gara? 

"Questo è un aspetto importante, quest'anno saranno le altre squadre a giocare alla morte contro di noi per batterci, non siamo più le debuttanti, ma siamo una delle squadre di riferimento e quindi team meno blasonati come ad esempio Frosinone che domenica verrà da neopromossa al Palaverde potranno giocare all'arma bianca senza molto da perdere, ma con spregiudicatezza e grandi motivazioni per fare il colpaccio. tante squadre si troveranno nelle condizioni di leggerezza mentale che avevamo noi lo scorso anno. Bisognerà cambiare prospettiva da parte nostra, ma la maturazione di un gruppo che vuole puntare a grandi traguardi si vede da questo, se vogliamo fare il salto di qualità dobbiamo imparare anche a giocare con il pronostico a favore." 

Nel precampionato avete sempre vinto a parte all'inizio quando eravate incomplete, come si sono inserite le nuove?

"Premetto che le amichevoli non contano nulla o quasi, averle vinte ci ha solo permesso di lavorare più serene in allenamento, ma non vogliono dire niente, quando si gioca la prima di campionato si azzera tutto. Le nuove si sono integrate benissimo su un impianto di gioco e su un gruppo già collaudato, L'idea di pallavolo di Marco Gaspari non è cambiata e ho visto che le ragazze che sono arrivate si sono integrate bene nei nostri meccanismi, comprese le palleggiatrici che hanno un compito importante. Carli (Lloyd) ha dimostrato di stare fisicamente sempre meglio e l'intesa con le attaccanti, così come quella di Marta (Bechis) procede molto bene, ora tocca al campo." 

Domenica arriva Frosinone, poi mercoledì la Champions con Galatasaray, guardate già all'Europa o un passo per volta?

"Assolutamente, una partita alla volta. Adesso tutte le nostre energie e la concentrazione è sulla prima di campionato, dobbiamo partire bene e non commettere passi falsi contro Frosinone, che non sarà un'avversaria arrendevole, anzi. Poi da quando domenica cadrà l'ultima palla potremo pensare alla sfida di Champions." 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento