Primo podio a magione per Stefan e Trentin

Il presidente di Xmotors Team ed il compagno di colori di Caldogno, alla guida della Cupra Leon TCR, ottengono un brillante secondo posto, in gara 2, all'esordio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Xmotors Team sugli scudi anche nella velocità in circuito, grazie ad un primo appuntamento nella Super Cup Endurance che ha fruttato un bel podio di classe. Tante erano le incognite nel recente weekend di Magione, incentrate sul debutto assoluto del presidente della scuderia trevigiana, Francesco Stefan, sulla Leon Cupra TCR in, un contesto a lui del tutto sconosciuto, nonostante potesse già vantare qualche apparizione spot in pista. Avendo potuto vedere la vettura, targata Bolza Corse, solamente il giorno delle prove libere diventava di fondamentale importanza l'esperienza di Mauro Trentin, compagno di abitacolo del patron del sodalizio di Maser per tutto il programma stagionale, il quale si faceva da parte, nelle libere, per lasciare spazio e tempo a Stefan, per prendere confidenza con la nuova vettura. Con lo scattare del semaforo verde iniziavano i due turni di qualifica, separati per definire le rispettive griglie di partenza di gara 1 e di gara 2, ma Stefan veniva rallentato da una bandiera gialla, sul giro buono, nella prima sessione mentre meglio andava al compagno di abitacolo di Caldogno, autore della quarta prestazione assoluta e terza tra le vetture di classe T1. In gara 1 era il presidente di Xmotors Team ad aprire le danze e, dopo i primi giri di adattamento, il passo iniziava rapidamente a migliorare ma, a causa di una piccola toccata, la Leon Cupra TCR era costretta a prendere la via dei box per arginare i danni subiti. Nonostante il notevole lavoro svolto dallo staff di Bolza Corse il cambio pilota, con il testimone passato a Trentin, non poteva dare vita ad alcun tipo di rimonta, chiudendo nelle retrovie. Invertiti di ruoli al via di gara 2 la musica cambiava decisamente ed il mix tra il vicentino ed il trevigiano si fondeva alla perfezione, con il primo che partiva a testa bassa, con tanta voglia di recuperare una gara 1 viziata, e con il secondo che ereditava una terza posizione assoluta, seconda di classe T1, che sapeva gestire con autorevolezza sino alla bandiera a scacchi. Il distacco finale, poco più di otto secondi dai più esperti compagni di colori Bolzoni e Marchesini, rende chiaro il potenziale dell'equipaggio in vista dei prossimi round della serie. “Dopo una qualifica penalizzata da una bandiera gialla” – racconta Stefan – “ero comunque fiducioso, visto l'andamento dei tempi, ma in gara 1, a causa di una toccata, abbiamo perso quattro giri per riparare i danni subiti. In gara 2 Mauro è stato bravissimo ed io ho cercato di mantenere il passo costante. Mi sono divertito molto, la vettura è divertente da guidare, intuitiva e ben settata da Bolza Corse. Sulle sezioni rallystiche del circuito mi trovavo bene ma devo migliorare sulle altre. Pensavo di impiegare meno tempo per essere competitivo. Sono felice.” Gli fa eco il compagno di abitacolo, Mauro Trentin. “Un plauso a Francesco” – racconta Trentin – “perchè sapevo che era veloce ma non pensavo potesse adattarsi così rapidamente alla Leon Cupra TCR ed alla guida in pista. Senza l'inghippo di gara 1 potevamo fare bene ma il secondo posto di gara 2 ci rende molto felici. Grazie a Bolza Corse ed a Xmotors Team io e Francesco venderemo cara la pelle in futuro.”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento