La Centenaria: la medaglia dei vincitori sarà quella d’oro (al valor militare) di Polla

Trail del Fronte di 38 km, Corsa di 12 km e Avis Run di 7 km tra trevigiano e bellunese: ecco l’evento di domenica 16 settembre, con start da Pederobba, in memoria dell’eroe di guerra

PEDEROBBA Una medaglia del ricordo. Non solo della prima edizione de La Centenaria – Trail del Fronte ma anche, e soprattutto, delle gesta che durante la Prima Guerra Mondiale hanno portato al conferimento della medaglia d’oro al valor militare ad Arduino Polla. Una corsa dedicata a lui e a tutti coloro che combatterono durante la Grande Guerra. Polla (nato a Venezia nel 1884, si trasferirà poi a Longarone), tra il 1915 e il 1917 combatté alla guida di un reparto di volontari alpini, rendendosi protagonista di azioni memorabili. Due audaci imprese, tra il Cadore e il Monte Forarne, gli valsero la medaglia d’argento al valore. Tra il novembre e il dicembre del 1917, sul Monfenera (che sarà “protagonista” proprio di questa corsa) accorse, nel momento più critico del combattimento, in aiuto del battaglione alpino Val Pellice, “gettandosi sul nemico e volgendolo in fuga”.

Ferito le prime due volte non volle abbandonare il campo, continuando a combattere in prima linea. Solo dopo la terza ferita alla testa venne portato via dai combattimenti a forza. Per il Capitano, “fulgida figura di eroe, esempio di meravigliosa tenacia, audace tra gli audaci”, capace di trasfondere “col suo valoroso contegno, con la costante audacia la forza e l’energia nei suoi dipendenti”, arrivò la medaglia d’oro al valor militare. Proprio Polla sarà raffigurato nella medaglia che sarà consegnata ai finisher del Trail del Fronte, corsa di 38km (iscrizioni aperte fino a domenica 9 settembre) che prenderà il via alle ore 8.00 di domenica 16 settembre a Covolo di Pederobba, presso la sede della 22esima Festa del Fagiolo Borlotto Nano di Levada. Un evento che rientra nella manifestazione La Centenaria (organizzata dai Comuni trevigiani di Pederobba e Valdobbiadene e dal bellunese Alano di Piave, con la regia organizzativa di Maratona di Treviso), che proporrà anche altre due corse, una di 12 km e una di 7 km (l’Avis Run aperta proprio a tutti), con start alle ore 10.

Coloro che parteciperanno a La Centenaria potranno rivivere, per davvero, i momenti più salienti della Grande Guerra e sentire il coraggio e l’eroismo dei militari italiani. Tra questi proprio Polla che “rivivrà” grazie alle parole di Luca Turchetto, presidente dell’associazione Amici del Museo della Grande Guerra di Alano di Piave, che sabato 15 settembre, alle ore 19.35 presso la Festa del Fagiolo Borlotto Nano di Levada, a Covolo di Pederobba, sarà protagonista di un monologo dedicato all’eroe di guerra. “Racconterò la figura di Polla, tra l’altro uno dei pochissimi soldati “capaci” di meritarsi una medaglia d’oro da viventi – sottolinea Turchetto - un uomo dal coraggio di un toro, con un ardimento tale da continuare a combattere anche se ferito gravemente. Un uomo che ha avuto lo spirito battagliero per difendere fin da subito la sua Patria, entrando in guerra come volontario, prima di fare una brillante carriera militare. Attenzione particolare sarà dedicata all’episodio sul Monfenera, dove c’è stata un’azione di contenimento dell’avanzare delle truppe austriache, decisivo per il prosieguo della Prima Guerra Mondiale”.

Presente, nel weekend dedicato alla corsa, anche il pronipote di Polla, Ruggero, a cui sarà consegnata la medaglia dedicata al parente. Un progetto sportivo, culturale e storico, quello de La Centenaria, che “correrà” anche nei prossimi anni: la prima medaglia, quella dedicata a Polla, si incastrerà con le due seguenti, a comporre un’immagine unica con i volti dei tre medagliati e il profilo del Monfenera sullo sfondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Abusi sessuali in seminario: «Io, violentato da due preti che ancora esercitano in Veneto»

  • Pancia gonfia? Ecco alcuni alimenti che la causano e opzioni sostitutive

Torna su
TrevisoToday è in caricamento