Martedì, 16 Luglio 2024
Sport

La spallata di Mezzacasa nella tana del lupo

Alla Vittorio Veneto - Cansiglio il pilota di La Valle Agordina vince ed allunga nella Seat Ibiza Cup, assieme a D'Agostini che firma il secondo tra le millesei gruppo A.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La Cronoscalata Vittorio Veneto - Cansiglio regala sorrisi in casa Xmotors Team, al termine di un fine settimana che ha portato in dote risultati importanti. La scuderia con base a Maser, sempre in stretta collaborazione con la patavina La Superba, si presentava al via dell'atteso ritorno della salita di casa, nell'oblio da oltre dieci anni, con due agguerrite punte, ad iniziare da un Denis Mezzacasa chiamato ad un importante confronto. Il pilota di La Valle Agordina si trovava a giocare in casa di uno dei più quotati rivali nella Seat Ibiza Cup, l'idolo locale Romy Dall'Antonia, ma il pilota della Seat Ibiza Cupra Racing Start si è fatto trovare pronto, collezionando il successo non solo nel monomarca ma anche per quanto riguarda la classe RSTC e la generale di gruppo RS Cup, al culmine di un weekend perfetto. Con il doppio successo, in gara 1 ed in gara 2, l'agordino allunga in vetta alla serie, potendo vantare ora un margine di ventitré lunghezze su Buiatti e di quarantacinque su Dall'Antonia. “È stato un fine settimana impeccabile” – racconta Mezzacasa – “perchè correvamo in casa di Romy ed era un gran bel esame per noi. Il tracciato è bellissimo e sono riuscito a memorizzarlo in breve tempo. La giornata di gara è stata molto tirata ed i distacchi non sono mai saliti sopra al secondo, a conferma dell'elevato livello di competitività di questo trofeo. Dalla prima alla seconda manche, senza incappare in alcun tipo di errore, siamo riusciti a migliorare. Vorrei fare un plauso agli organizzatori, dall'AC Treviso a tutti quelli che hanno lavorato per la buona riuscita di questo evento. È stato un lavoro magistrale, specialmente sul fronte sicurezza. Bravi tutti, davvero. Grazie a tutti i nostri partners ed a chi ci sostiene in questa bella lotta.” Gioia condivisa con il compagno di colori Alex D'Agostini, ritornato alla guida della Peugeot 106 Rallye gruppo A su quelle stesse strade che, valevoli quest'anno come tappa per il Trofeo Italiano Velocità Montagna nell'ambito della zona nord, lo avevano visto debuttare nel 2011. Il pilota di Pedavena, ritrovato lo smalto dei tempi migliori, è riuscito ad arricchire la bacheca del sodalizio di casa con un buon secondo di A1600 ed un quarto in gruppo A-S. “Dopo tanti anni è stato bello tornare a correre qui” – racconta D'Agostini – “e devo dire che il percorso, come me lo ricordavo, è molto più simile alla prova speciale di un rally, piuttosto che a quello di una salita. Al Sabato il cronometro era dalla nostra parte mentre alla Domenica i salitari si sono fatti sentire. Nella seconda manche abbiamo preso solamente quattro secondi dalla Honda di Bommartini, vettura preparata specificatamente per queste competizioni, quindi questo ci conferma che le modifiche fatte alla nostra 106 stanno iniziando a dare i loro frutti. Stiamo riprendendo il ritmo che avevamo e questo ci porta fiducia. Grazie a tutti i partners.” “Siamo felici che la provincia di Treviso sia tornata ad avere la sua salita” – aggiunge Francesco Stefan (presidente Xmotors Team) – “ed i nostri complimenti vanno a tutto lo staff organizzativo perchè ha confezionato un evento di altissimo livello, sotto ogni punto di vista.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La spallata di Mezzacasa nella tana del lupo
TrevisoToday è in caricamento