menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mattia Mengotti

Mattia Mengotti

Mogliano Rugby 1969: presi Zago e Favretto, confermato invece Mengotti

L'allenatore Salvatore Costanzo: "Siamo contenti che Mogliano stia sempre più attirando le attenzioni dei giovani che vedono noi la possibilità di crescere"

Il Mogliano Rugby 1969 ha comunicato di avere ufficialmente ingaggiato per la prossima stagione del Campionato Italiano di Rugby Peroni Top12, il terza linea Mattia Zago e il seconda linea Riccardo Favretto, oltre ad aver annunciato la riconferma nel reparto delle terze linee di Mattia Mengotti. Mattia Zago proviene dal Verona Rugby, nato a Padova il 31 gennaio1997, 190 cm di altezza per 105 kg di peso, è cresciuto nelle giovanili del Roccia Rubano, quindi dall'Under16 è passato al Petrarca Padova. Ha fatto parte dell'Accademia Federale di Mogliano e giocato in Nazionale U17 e 18. Le ultime tre stagioni le ha disputate con Verona, vincendo il Campionato di Serie A nella stagione 2017/18.Riccardo Favretto è nato a Treviso il 18 ottobre 2001, 2 metri per 105 kg di peso, è cresciuto nelle giovanili del silea, ha giocato con l'U16 di Mogliano e Casale, per poi approdare al Benetton in Under 18 e facendo parte nelle ultime due stagioni anche del Centro di Formazione Permanente U18 di Treviso e della Nazionale Italiana U18.

"Zago è una terza linea giovane e dinamica", dichiara Salvatore Costanzo, "è un ragazzo serio ed un lavoratore, siamo contenti che abbia deciso di venire a mogliano e mettere alla prova le sue qualità. Favretto è un ottimo prospetto, non ha ancora compiuto 18 anni e quindi giovanissimo, ma molto determinato, con grandi doti atletiche e ottime mani. Lavoreremo molto con lui per farlo crescere sia fisicamente che tecnicamente. Mengotti è un giocatore con buone qualità, in particolare come portatore di palla e nel fondamentale del placcaggio, ha 18 anni, è in uscita dalla nostra Under 18 ed ha già fatto parte del gruppo della prima squadra. Da lui ci aspettiamo un grosso lavoro fisico che gli permetta di trovare il suo equilibrio all’interno della squadra. Siamo contenti che Mogliano stia sempre più attirando le attenzioni dei giovani che vedono noi la possibilità di crescere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento