Mogliano affronta il primo test della stagione 2018/19

Si tratta di una prova importante e subito molto dura, dovendo affrontare in trasferta la squadra vicecampione d’Italia del Calvisano

MOGLIANO VENETO Il nuovo Mogliano Rugby 1969 è giunto finalmente alla prima verifica del lavoro fatto per preparare la nuova stagione di Top12. Si tratta di una prova importante e subito molto dura, dovendo affrontare in trasferta la squadra vicecampione d’Italia del Calvisano. Gara particolare per due ex. come Andrea Cavinato, che è stato allenatore dei Calvini, ma soprattutto per Salvatore Costanzo che poco più di un anno fa giocava l’ultima partita in maglia giallonera, conquistando l’ennesimo scudetto della sua carriera. I biancoblù non saranno ancora al completo, mancheranno in particolare i giocatori stranieri, ma le aspettative riguardanti l’attitudine richiesta dai tecnici a chi scenderà in campo non saranno ridotte. Inoltre non saranno della partita Mattia D’Anna e Federico Pavan, entrambi impegnati con la Nazionale Seven, che durante la settimana si è allenata come ospite estremamente gradito negli impianti dello Stadio Quaggia e venerdì mattina volerà in Inghilterra per partecipare, nella giornata di domenica, alla cinquantatreesima edizione del National Pub Sevens, storico torneo a inviti organizzato dall’Harpenden RFC nell’Hertfordshire.

“Come club siamo molto felici che nostri giocatori abbiano l’opportunità di giocare con le squadre Nazionali”, ci dice il capo allenatore Andrea Cavinato, “lo siamo anche di poter giocare la prima partita di verifica a Calvisano, bel pubblico, bello stadio ed una grande squadra da affrontare. Personalmente non mi interessa della giovanissima età della squadra in campo o dell’assenza dei giocatori stranieri, niente alibi, questi sono i nostri giocatori, che abbiano 30 o 16 anni come nel caso di Filippo Drago. Abbiamo chiesto ai ragazzi di interpretare il gioco con fisicità, e l’avanzamento come priorità, senza giocare tanto per muovere la palla. Abbiamo qualità, tempo e potenzialità per fare bene e raggiungere i nostri obiettivi e il primo passo è sicuramente avere consapevolezza di chi siamo. Ripeto, non credo ci sia occasione migliore per capire questo se non giocando contro squadre importanti.”

Questo il probabile quindici di partenza che darà il via all’incontro, con calcio d’inizio previsto per le 19.30: Guarducci, Ceccato Edoardo, Scagnolari, Zanatta, Drago, Da Re, Cervellin, Finotto, Carraretto, Baldino, Corazzi (Cap.), Bocchi, Cincotto, Ferraro, Buonfiglio. a disp: Di Roberto, Ceccato Enrico, Michelini, Zoldan, Faraon, Vizzotto, Mengotti, Fabi, Facchini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento