menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un avanzamento del capitano Matteo Corazzi

Un avanzamento del capitano Matteo Corazzi

Mogliano Rugby, pareggio in trasferta contro Viadana

Finisce 16-16 l'incontro per il quinto posto in campionato. Mogliano, in trasferta, non riesce a sfruttare i cartellini gialli presi dal Viadana. Il risultato finale è di 16-16

Si conclude con un pareggio che non accontenta nessuna delle due squadre la partita tra Rugby Viadana e Mogliano Rugby, fondamentale per la conquista del quinto posto.

Mogliano, in particolare, può recriminare il non aver saputo sfruttare i tre cartellini gialli contro uno, per tornare dallo Zaffanella con un'importante vittoria. La partita inizia in salita per Mogliano, con qualche errore di troppo e soprattutto con Viadana che mantiene costantemente l'iniziativa, almeno per il primo quarto. Un giallo contro Federico Pavan da il via alle marcature dei padroni di casa, che realizzano due piazzati con Ceballos, mentre Mogliano fatica a costruire azioni pericolose. Poi un po' alla volta i biancoblù risalgono il campo, ritrovano confidenza con la mischia chiusa, creano azioni favorevoli e si riportano in parità grazie alla precisione di Ormson. Arrivano anche vicini alla marcatura pesante proprio sul finale della prima frazione, dopo due gialli comminati a Viadana, ma un in avanti praticamente dentro l'area di meta non lo permette.

Nella seconda frazione la squadra ospite sembra poter sfruttare la superiorità numerica, si riporta in avanti e trova il vantaggio con un altro piazzato. Poi però un'amnesia difensiva consente ai gialloneri di marcare una meta che interrompe il momento positivo dei ragazzi di Costanzo e Basson. Mogliano è comunque brava a non perdersi d'animo e, grazie ad una meta tecnica, riporta tutto ancora una volta in parità. Da quel momento in poi, però, nonostante delle running-maul devastanti, non riesce più a giocare con costanza nella metà campo avversaria. Viadana approfitta di alcuni falli per mantenere sotto pressione la difesa ospite, che però si difende in maniera ordinata ed aggressiva, riuscendo a mantenere il 16 a 16 finale. Nel prossimo turno si ritorna a giocare al "Quaggia" nel difficile derby contro la capolista Petrarca, impegno che i ragazzi cercheranno di onorare al meglio.

Salvatore Costanzo al termine dell'incontro: «E' stata una gara che tutti e due potevamo vincere, ma commettiamo ancora troppi errori. Siamo partiti male, non riusciamo a prendere in mano subito la situazione. Anche in mischia chiusa siamo riusciti a raddrizzare le cose solo dopo un po' di tempo. Spesso non abbiamo avuto la possibilità di giocare sul loro campo, in particolare nel secondo tempo. Ci teniamo stretti i due punti ma non siamo soddisfatti, perchè con meno errori il risultato era alla nostra portata. Non abbiamo sfruttato a dovere nemmeno le superiorità numeriche, il gruppo deve crescere e saper approfittare di queste situazioni per poter fare il salto di qualità al quale auspichiamo. Ora passiamo la Pasqua con serenità e poi dovremo preparare una partita contro la squadra imbattuta del Campionato. Il Petrarca verrò a casa nostra e noi dobbiamo provarci, non sarà facile ma le motivazioni non mancheranno e in questo frangente devono diventare determinanti, come lo dovranno essere nelle altre due partite che mancano al termine della stagione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento