Venerdì, 14 Maggio 2021
Sport

Moscon e Gaggia: altre due perle griffate Zalf. Sfortunato ancora una volta il Team Unieuro Trevigiani

A Bergamo Moscon (Zalf) vince davanti a Tecchio (Wilier Trevigiani) e il giovane Gianmarco Begnoni chiude terzo a Osteria Grande

L'arrivo di Moscon e Tecchio

CASTELFRANCO VENETO E' un'altra giornata da incorniciare quella che ha regalato altre due perle alla Zalf Euromobil Désirée Fior. Ad alzare le braccia al cielo in un caldo sabato di primavera sono stati Gianni Moscon a Comonte di Seriate (Bg) e Marco Gaggia a Tombolo (Pd).

Sul circuito pianeggiante dell'Alta Padovana Tour i ragazzi diretti da Luciano Camillo e Fabio Mazzer sono stati bravi a strappare via, subito dopo la partenza, una fuga di 18 atleti che comprendeva Mirco Sartori, Gianluca Vecchio, Nicola Rossi e Marco Gaggia. I quattro alfieri in casacca bianco-rosso-verde hanno prima scavato un solco incolmabile per il gruppo e poi ridotto le fila del drappello di testa. Nonostante i tentativi solitari di Rossi e Vecchio il finale si è consumato in uno sprint a ranghi ridotti nel quale Marco Gaggia non ha avuto difficoltà ad imporre il proprio spunto veloce. Il trevigiano classe 1989 alla sua seconda vittoria stagionale è stato ben pilotato da Nicola Rossi e Gianluca Vecchio che hanno concluso rispettivamente in terza e quarta posizione. "Sono felice per questa vittoria soprattutto per il modo in cui è arrivata" ha spiegato dopo l'arrivo Marco Gaggia "Sapevamo che la corsa sarebbe stata difficile da controllare e perciò abbiamo deciso di attaccare noi per primi, per portare via subito una fuga. Sartori, Vecchio e Rossi sono stati straordinari nel condurre questa azione e nell'imporre un'altra bella accelerazione nel corso dell'ultimo giro quando l'accordo era diminuito. Mi sarebbe piaciuto che anche loro vincessero qui, ma i nostri compagni di avventura sono sempre andati a riprenderli quando hanno tentato il colpo da finisseur. Siamo arrivati così in volata e mi hanno lanciato in maniera perfetta. Non potevo sbagliare e proprio per questo motivo questa vittoria è dedicata alla squadra".

A meno di una settimana dal clamoroso successo internazionale di San Vendemiano (Tv) è tornato alla vittoria anche Gianni Moscon che, a Comonte di Seriate (Bg), ha fatto la selezione in salita e poi ha regolato nettamente Marco Tecchio (Unieuro Wilier Trevigiani) in una volata a due. Sul traguardo di Comonte applausi anche per Nicolò Rocchi che ha chiuso in quarta posizione e per Andrea Toniatti che è giunto nono. La quinta affermazione stagionale per il trentino di Livo (Tn) non fa che confermare una volta di più le potenzialità dell'azzurro capace di fare la differenza non appena la strada inizia a salire. "Questa settimana ho cercato di recuperare energie in vista dei prossimi appuntamenti e oggi al via non sapevo bene cosa avrei potuto fare su questo percorso" ha spiegato dopo il traguardo Gianni Moscon "Con il passare dei chilometri, però, sentivo di stare bene e quando ho accelerato in salita sono riuscito a fare la differenza. In volata, poi, non è stato facile ma sono riuscito a controllare la rimonta di Tecchio e a prendermi anche questa vittoria". Deluso invece l'atleta della Trevigiani «Dopo essere rientrato su un gruppetto di corridori che si era avvantaggiato ho forzato sullo strappo più duro. All'ultimo giro sono stato ripreso da Moscon e Mosca (alla fine 3°, ndr), che nel finale non ha retto il nostro passo. Le mie sensazioni sono state buone, ma in salita ho fatto tanta fatica a tenere Gianni, allo sprint sono partito tardi, lui mi ha un po' chiuso e ha vinto bene. Arrivare secondi lascia sempre un po' di rammarico, ma visto che le gambe girano a dovere spero ci rifaremo presto» commenta. Da segnalare anche il 5° posto di Stefano Nardelli a completare la buona prestazione della formazione bluarancio.


Infine, prima di guardare all'appuntamento con la Coppa Varignana in programma domenica ad Osteria Grande (Bo), da segnalare il terzo posto ottenuto dal giovane Gianmarco Begnoni (Zalf) nello sprint che ha fatto calare il sipario sul 28° Memorial Benfenati andato in scena sabato pomeriggio nella località emiliana. Lo sprinter di Valeggio sul Mincio è riuscito a trovare il varco per disputare la propria volata solo negli ultimi 150 metri, quando la coppia della GFFD Altopack composta da Genovese e Viola era ormai irraggiungibile. Qualche rammarico, quindi, per Begnoni anche se per lui rimane la consapevolezza di essere, nonostante i suoi 19 anni, sempre tra i migliori nelle volate a ranghi compatti. In casa Unieuro Wilier Trevigiani invece è da registrare, al GP Città di Castello in provincia di Perugia, che Giovanni Carboni ha portato a casa il terzo posto alle spalle del piemontese Filippo Ganna (Viris Maserati) e dell'ucraino Marlen Zmorka (Palazzago Fenice). Per il 19enne di Fano (PU) un risultato incoraggiante al termine di un proficuo ritiro con la Nazionale Italiana a Gabbice Mare (PS).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moscon e Gaggia: altre due perle griffate Zalf. Sfortunato ancora una volta il Team Unieuro Trevigiani

TrevisoToday è in caricamento