menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della gara

Un momento della gara

Benetton Rugby, tre mete non bastano: Munster vince 31-17

Nuova sconfitta per i Leoni trevigiani nel sedicesimo round di Guinness Pro14. Treviso lotta ma i padroni di casa dominano il secondo tempo e restano in vetta alla Conference B

Munster Rugby-Benetton Rugby vale il sedicesimo round di Guinness Pro14, l’ultimo turno stando al calendario iniziale della competizione celtica. A Thomond Park la truppa di Kieran Crowley vuole provare a portare a casa la prima vittoria nell’attuale stagione della competizione celtica, anche se l’avversario irlandese è una corazzata, visto che la Red Army è in vetta alla Conference B.

Primo tempo senza grandi emozioni, almeno fino a quando i Leoni non realizzano una meta prestigiosa coronata da capitan Duvenage. Munster reagisce e torna in vantaggio grazie al piazzato di Hanrahan e alla meta allo scadere della prima frazione segnata da McHenry per il 10-7 casalingo. Nella ripresa la Red Army aumenta il vantaggio grazie alle mete di Knox, Salanoa e Healy. Per il Benetton Rugby seconda marcatura di serata con Els e terza meta fissata da Pettinelli: 31-17 il risultato finale

La cronaca del match

Nei primi minuti i Munstermen sfruttano la loro maul per avanzare nella metà campo dei biancoverdi, i quali si difendono bene. Poi Riera con una grande pedata fa risalire il Benetton Rugby. La mischia dei Leoni non si fa spaventare da quella irlandese e non si verificano grandi occasioni nel primo quarto di gara. Inoltre Allan con un calcio ad incrociare il campo mette pressione a Munster, nei 22 metri dei padroni di casa. E al 22′ c’è il ruggito dei Leoni, che prima conquistano l’ovale in una mischia introdotta dagli irlandesi, e poi con un’azione straordinaria vanno in meta con Dewaldt Duvenage. Il capitano dei biancoverdi schiaccia l’ovale dopo ben ricicli da terra sviluppati da Esposito, Riera e Pettinelli. Allan trasforma. Gli irlandesi vogliono subito reagire e si riavvicinano con il piazzato di Hanrahan che approfitta di un fallo fischiato a Zuliani per placcaggio alto. Passano un paio di minuti e viene punito Barron perché non rotola via da una fase di breakdown. Dalla punizione conseguente però Allan non mira i pali. Non succede granché fino al 39′, quando la Red Army segna la prima meta della sua serata con McHenry. Hanrahan ingrassa dalla piazzola e il primo tempo si conclude con Munster avanti 10-7.

A inizio secondo tempo Crowley manda in campo Gallo per Quaglio. Gli irlandesi guadagnano una buona punizione e vanno in rimessa nei cinque metri del Benetton. Dopo una serie di multifase è Knox a fissare la seconda meta dei suoi; Hanrahan converte per il 17-7 di Munster. E’ anche tempo di Pasquali ed Els per Alongi e Baravalle. I Leoni resistono sui cinque metri e recuperano territorio. Subentra Sarto per Tavuyara. Poco dopo la Red Army continua con diversi multifase e Salanoa marca la terza meta degli irlandesi, Hanrahan è ancora preciso. Sul 24-7 per Munster vengono sostituiti Duvenage, Morisi e Herbst per Petrozzi, Benvenuti e Piantella, al debutto in biancoverde. I Leoni vogliono trovare un’altra meta della serata e per poco non la genera con Esposito, fermato per un in avanti precedente. Ma al 70′ giunge la meritata segnatura per la truppa di Crowley, a realizzarla Corniel Els che conclude un ottimo lavoro del carrettino avanzante trevigiano. Allan non centra i pali. Ultimo cambio per i biancoverdi con Barbini per Zuliani. Munster trova poi la meta per il punto di bonus aggiuntivo con Healy; lo stesso Healy piazza per il 31-12. L’ultima scorribanda dei Leoni, partita nella propria difesa da Sarto e terminata sontuosamente da Giovanni Pettinelli che mette a terra la terza meta della serata del Benetton Rugby, sancisce il 31-17 a favore degli irlandesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento