rotate-mobile
Sport

Nazionale di softball under 22 sul tetto d’Europa 2022

Le due Castellane Giacometti e Salis tra le medagliate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L’Italia si conferma campione di categoria a quattro anni di distanza dalla vittoria di Trnava. È una vittoria incredibile per come è stata conquistata e che dà alle nostre atlete il terzo titolo dal 2008. La vittoria in finale giocata sabato 2 luglio a Kunovice, in Repubblica Ceca, contro la nazionale di casa per 3 a 2 non è altro che l’apogeo di una signora squadra che ha giocato con tecnica, determinazione e tanto spirito di gruppo. Il percorso netto di 11 vittorie su 11 partite la dice lunga sulla nostra Nazionale che come sempre è stata un po’ dimenticata dalle famose testate giornalistiche sportive e che è passata, ahimè, sotto traccia tra i media vista la concomitanza con altri campionati e mondiali. Ma noi fedeli tifosi di questo bellissimo sport abbiamo vissuto via streaming ogni singolo incontro vivendo con partecipazione ogni giocata, coinvolti ancor di più per la presenza di due giocatrici Giacometti Noemi e Salis Carlotta della società Thunders & Dragons di Castelfranco Veneto. Praticamente per nove gare la nostra Nazionale non ha avuto nessun problema passando come un rullo compressore. Alla decima partita, ininfluente ai fini della finale, contro la Spagna è andata in difficoltà, per la prima volta, subendo l’attacco delle Iberiche che sono passate in vantaggio di 4 punti nel primo inning. E qui entrano in campo le nostre due atlete che diventeranno fondamentali con le loro prestazioni per la rimonta e la vittoria finale. Carlotta Salis entra a sostituire il pitcher partente Beatrice Nanetti. L’Italia incassa altri tre punti e con difficoltà ne recupera tre in tre inning (Due punti grazie a un doppio di Noemi Giacometti e un errore della difesa, più il primo fuoricampo della serata di Barbara Mckenzie). Da questo momento in poi la nostra Nazionale non concede più punti e si stringe attorno a Carlotta per la rimonta. Nella parte bassa del sesto, sotto 7 a 3, una serie di valide porta giocatori a punto e Noemi Giacometti batte, con un out, un singolo che porta a casa due punti. E’ la scossa che aspettava la nostra Nazionale e Barbara Mckenzie mette la ciliegina sulla torta con un homer da tre punti e l’Italia in vantaggio 8 a 7 per la prima volta nella partita. Alla fine, Carlotta Salis risulterà il lanciatore vincente e Noemi Giacometti con 3 valide su 4, 2 RBI, e 2 punti diventa con BarbaraMckenzie protagonista in attacco. L’Italia ha imparato che non si può mai dare alcunché per scontato e che anche quando, contro un avversario apparentemente più debole sembra tutto facile, diventa invece tutto tremendamente difficile. Una lezione che è servita nella finale dove sotto 1 a 0 contro la Repubblica Ceca la nostra Nazionale riesce a rimontare e a portare nuovamente a casa il titolo Europeo 2022. E "l’Italia perfetta", scrive Michele Gallerani per la FIBS ed è la sintesi più vera che si possa fare. Ha vinto la squadra e lo staff tecnico del manager Andrea Longagnani. E il capitano Elisa Princic alla fine dichiara: “Questa grandissima vittoria ha un gusto particolare perché è arrivata in casa loro, per di più in rimonta. Contro la Spagna, nell’ultima partita prima della finale, avevamo avuto l’unica del torneo in cui siamo andate sotto. Ci è stata molto utile per capire come imparare a soffrire e reagire. Sono senza parole, perché questa è una vittoria fantastica, di una squadra speciale”. Ancora applausi per questo gruppo eccezionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nazionale di softball under 22 sul tetto d’Europa 2022

TrevisoToday è in caricamento