rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Sport

Nevegal, un secondo per Mezzacasa tra le Ibiza

Il pilota di La Valle Agordina si mantiene in vetta al monomarca tra le Seat, sfruttando al meglio il fattore campo in condizioni meteo particolarmente avverse.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L'edizione 2023 della Cronoscalata Alpe del Nevegal ha alzato notevolmente il livello della difficoltà, mettendo sul piatto condizioni meteo ballerine che hanno messo a dura prova i concorrenti in gara, concentrati a risolvere al meglio il rebus gomme. Forti acquazzoni si sono alternati a spiragli di sole, tra Sabato e Domenica, ed a trarre i maggiori benefici tra i griffati Xmotors Team è stato indubbiamente Denis Mezzacasa. Il pilota di La Valle Agordina, al volante della Seat Ibiza Cupra in versione Racing Start, ha concluso secondo sia nella Seat Ibiza Cup, mantenendo la vetta della classifica provvisoria del monomarca, che in classe RSTC, accarezzando da vicino il podio nella generale di RS Cup. “Più o meno bene” – racconta Mezzacasa – “perchè il meteo ha inciso particolarmente sulla nostra gara di casa. Si passava dalla pioggia battente alle condizioni di misto, asciutto ed umido, che non sopporta nessuno. È stato complicato perchè nel trofeo non disponiamo di una gomma da bagnato puro quindi era tutto un po' da scoprire. Qualche toccatina ci ha penalizzato ma siamo stati sorpresi da Buiatti che, in chiave campionato, ci ha rosicchiato qualche punto. La costanza paga, è vero, ma con i secondi posti non si vincono i campionati. Dobbiamo fare mezzo scalino per tornare alla vittoria e la prossima si giocherà a casa dell'amico rivale Romy.” Gara spot per gli altri due portacolori locali del sodalizio di Maser, cominciando da un Alex D'Agostini che debuttava sulla Renault Clio Super 1600 griffata MotulTech Racing. Il pilota di Pedavena, nonostante le difficoltà incontrate nell'affrontare il fondo bagnato con una nuova vettura, ha concluso con un soddisfacente sesto posto in classe E11600. “Sabato, sotto l'acqua battente, non abbiamo preso molto dai salitari” – racconta D'Agostini – “mentre alla Domenica, in gara 1 sull'asciutto, è stata una disfatta. La seconda, sul misto umido, abbiamo letteralmente sbagliato gomme con la Clio che mi scartava. Ci abbiamo messo del nostro, sia io che Marco, e va bene così. Non è il risultato che volevamo ma finalmente ho provato la cicciona. Devo dire che i novemila mi piacciono molto. Grazie a tutti i partners, alla scuderia Xmotors Team, alla mia famiglia ed ai tanti amici che mi hanno seguito in gara.” Appena fuori dalla top ten di E11600, in undicesima piazza, ha concluso Matteo Consalter, al volante di una nuova Renault Twingo R2 con la quale era impegnato a togliere molta ruggine. Il pilota di Fonzaso, al rientro in attività dopo una lunga latitanza, ha pagato dazio nei confronti della concorrenza, dovendo riaccendere i giusti automatismi per tornare presto competitivo. “Siamo partiti con una vettura che non conoscevo assolutamente” – racconta Consalter – “ed impararla in un Sabato completamente bagnato non è stato facile, soprattutto avendo sbagliato gomme. Domenica è andata meglio, sull'asciutto di gara 1, ma possiamo considerarci soddisfatti di questa prima presa di confidenza con la Twingo. Forse ci rivedremo al Bassano.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nevegal, un secondo per Mezzacasa tra le Ibiza

TrevisoToday è in caricamento