rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Sport Preganziol

La Nuoto Pinnato Tarvisium chiude la stagione 2015 con il botto

Medaglie a non finire, piazzamenti continui in top 10, convocazioni in nazionale e partecipazioni ai Mondiali: questo il successo della società

PREGANZIOL Anche la lunga stagione 2015 finisce in archivio per la Nuoto Pinnato Tarvisium, società trevigiana da oltre trent’anni nel pieno della attività del Nuoto Pinnato e dell’Orientamento Subacqueo, con il tradizionale carico di titoli e record. Da circa un decennio stabilmente “posizionata” all’interno dell’impianto natatorio di Preganziol, oramai è punto di riferimento fisso tra il gotha nazionale del nuoto pinnato e dell’orientamento con atleti assoluti e Master detentori di titoli italiani, record italiani e convocazioni tra le squadre nazionali di specialità. Alla guida poi della nazionale italiana di Orientamento Subacqueo la FIPSAS, la Federazione sportiva di riferimento, ha posto proprio il tecnico della società trevigiana Fabio Paon.

Dicevamo una stagione lunga, iniziata a Gennaio con le prime gare in piscina a Trento ove hanno partecipato anche le giovani leve provenienti dalle scuole di nuoto pinnato svolte in collaborazione con il gestore dell’impianto di Preganziol, la Stile Libero, a cui sono seguite manifestazioni locali e i Campionati Primaverili Assoluti di Lignano con la conquista di alcuni titoli italiani nella squadra composta per l’occasione da Camilla De Adamo, Lorenzo Condotta, Valentina Padoan, Andrea Parissenti, Andrea ed Elena Feltrin. C’è stata poi la parentesi primaverile dedicata ai Campionati Master in vasca ove Nicoletta Chiavinato, Consuelo Zago, Monica Sabbadin, Gaetano Delli Guanti, Carlo Pianca e Tiziano Zennaro hanno conquistato ben undici titoli italiani, sei medaglie di argento e tre bronzi non fallendo la conquista della medaglia in nessuna delle gare a cui hanno partecipato, un vero record. Maggio è il mese in cui hanno avuto inizio le gare di fondo e l’Orientamento Subacqueo. In quest’ultima specialità, David Toselli, nella prova di Coppa del Mondo a Modena ha contribuito alla conquista della medaglia di bronzo nella gara a squadre del team Italia. Il fondo invece ha visto lo svolgimento delle varie prove di coppa Italia tra cui quella organizzata nel bacino trevigiano del Centro Sportivo Le Bandie a Spresiano nel mese di Giugno.

Sempre a Giugno la lunga trasferta a Torino per i Campionati Estivi Assoluti. Squadra ridotta numericamente per scelte tecniche, ma agguerrita, che ha conquistato ben sei medaglie tra cui un titolo italiano di categoria e numerosi finali assolute. Rimarchevole nell’occasione la mancata convocazione in nazionale giovanile per Camilla De Adamo a causa di opinabili scelte compiute dai tecnici federali. Sempre in giugno la spettacolare parentesi dedicata alla Coppa del Mondo Master, un vero e proprio Campionato del Mondo per Club svoltosi per il secondo anno consecutivo a Ravenna (l’anno prossimo invece si dovrà andare a Praga). Tanti podi e ben quattro ori con Bolzoni, Delli Guanti e Zago. Alla classifica finale hanno contribuito anche Alberto Bonzani, Sonia Grossi e Giorgia Giacomini accompagnate dal decano dei pinnatisti italiani Sergio Richard, classe 1937. Luglio è stato un mese di intensi allenamenti per David Toselli, alla sua prima convocazione in nazionale di Orientamento Subacqueo, accompagnato anche dal proprio tecnico, nella lunga trasferta ai Campionati del Mondo svoltisi nel difficilissimo campo di Liberec in Repubblica Ceca a ferragosto. Erano cinque anni che l’Italia non partecipava ad una competizione internazionale di questo livello ed il compito del ritorno sulla scena è stato affidato al tecnico trevigiano Paon che ha guidato la rappresentativa fino ai piedi del podio in numerose gare, riportando piazzamenti di livello tale da reinserire l’Italia tra le prime nazioni al mondo, grazie anche al quinto posto nella gara a squadre tra cui ha figurato in qualità di pilota lo stesso Toselli.

Siamo quindi giunti a settembre, con le ultime due manifestazioni. La prima, il Campionato Italiano di Orientamento subacqueo svoltosi ancora presso il Centro Sportivo Le Bandie di Spresiano ha visto salire sul gradino più alto del podio nella gara Parallel il trevigiano Toselli, tra l’altro bronzo anche nella gara slalom. La seconda invece, i campionati a staffetta e di mezzofondo master, si è svolta nelle limpide acque dell’idroscalo di Milano: due staffette e due ori, cinque gare individuali con tre ori e due argenti grazie a Bolzoni, Toselli, Pianca, Zago, Sabbadin e Chiavinato. Abbiamo all’inizio parlato di record, infatti sono ben dodici i record italiani detenuti dagli atleti della Tarvisium, sia in vasca da 25 metri che in vasca da 50. Ora la stagione sta già riprendendo e la pianificazione per l’anno prossimo è pronta. Non resta che continuare a nuotare e prepararsi per la prima gara, a fine dicembre a Lignano, la Christmas Cup che vedrà per la prima volta nella storia anche lo svolgimento di una prova dimostrativa di Orientamento Subacqueo in piscina. Se volete vedere questi atleti all’opera invece, ricordatevi la data del 17 Gennaio quando si svolgerà a Preganziol la decima edizione del Trofeo Nuoto Pinnato Preganziol.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Nuoto Pinnato Tarvisium chiude la stagione 2015 con il botto

TrevisoToday è in caricamento