rotate-mobile
Sport Centro

Nuoto, da Treviso l'olimpionico Massimiliano Rosolino lancia il Circuito Nuoto Italia

Presentata la nuova rassegna di nuoto a tappe che si svolgerà tra maggio e giugno in 5 città italiane. Coinvolti circa 5000 atleti di tutte le categorie, dagli esordienti ai big internazionali

TREVISO Cinque città come i cinque cerchi della bandiera olimpica. Una coincidenza, che però arricchisce di significati il progetto “Circuito Nuoto Italia”, rassegna di meeting internazionali di nuoto a tappe, che è stata tenuta a battesimo venerdì a Treviso da uno degli olimpionici per eccellenza del nuoto italiano, Massimiliano Rosolino. Un progetto che ha cominciato a prendere forma lo scorso anno, aggregando i meeting di tre città, Pesaro, Bressanone e Treviso, e che quest’anno ha ampliato i suoi confini a due new entries, Pavia e Imola.

La formula è unica nel suo genere: cinque meeting in vasche olimpiche da 50 m aperti a tutte le categorie di agonisti (esordienti A, ragazzi, juniores, assoluti), compresi professionisti di fama internazionale. In passato tra gli atleti coinvolti nei meeting di Pesaro e Treviso, le tappe del Circuito con maggiore storia, si sono visti gli azzurri Gregorio Paltrinieri, Filippo Magnini, Fabio Scozzoli, Luca Dotto e olimpionici stranieri come i sudafricani Chad Le Clos e Cameron Van Der Burgh, che nel 2016 offrirono un ricchissimo antipasto delle olimpiadi di Rio de Janeiro. Un parterre ricco di interpreti eccellenti, dunque, che anche quest’anno, secondo le previsioni del Comitato Organizzatore di Circuito Nuoto Italia, permetterà il coinvolgimento complessivo di circa 5000 atleti di 250 società ed un indotto di circa 20000 presenze che favoriranno l’incoming sportivo sul territorio di ogni singola tappa.

Ad aprire il calendario del Circuito, la neo entrata Imola, che il prossimo 26-27 maggio inaugurerà il “Trofeo Città di Imola”, intitolato alla memoria di Mattia Dall’Aglio, nuotatore tragicamente deceduto nell’agosto del 2017 per un malore durante l’allenamento. Seguirà il 2-3 giugno il meeting “Acquarena Cup” di Bressanone, nello splendido impianto situato nel centro della città altoatesina. Altra nuova entrata, Pavia, che nelle giornate dell’8-9-10 giugno aprirà le porte del proprio impianto, inserito nel Campus Universitario cittadino, per dare vita al “Campus Aquae Swim Cup”. Chiuderanno il calendario le due città da più tempo impegnate nel format del Circuito: Pesaro, che il 15-16-17 giugno ospiterà la tradizionale Rossini Cup, e Treviso, protagonista del gran finale con la 4^ edizione di Treviso Swim Cup che si svolgerà al Centro Natatorio Comunale venerdì 22 e sabato 23 giugno.

«Dopo l’ingresso, lo scorso anno, di Bressanone e le nuove adesioni di Imola e Pavia, possiamo dire che finalmente Circuito Nuoto Italia è una realtà – afferma Aurelio Minini del Comitato Organizzatore – siamo fieri che il rapporto costruito quattro anni fa tra Treviso e Pesaro si sia progressivamente esteso ad altre tre città, che con le prime due hanno in comune di essere centri urbani “di provincia”. D’altra parte l’obiettivo di Circuito Nuoto Italia è proprio questo, portare il grande nuoto non nelle grandi città, ma nelle periferie, dove crescono poi i veri talenti di questo sport, mettendo in rete città di regioni diverse e ampliando così il bacino di atleti coinvolti. Chiaramente questa iniziativa, avendo un significativo impatto turistico, ha anche un proposito di valorizzazione del territorio e di cinque tra i migliori impianti natatori del panorama nazionale».

«È un format di cui si sentiva la mancanza in Italia – ha detto Massimiliano Rosolino – oggi il nuoto è lo sport italiano che vince, ma per continuare a vincere bisogna allevare nuovi campioni. Altri meeting di livello europeo in passato hanno puntato soprattutto sullo spettacolo e sull’impatto mediatico offerto dai grandi atleti. Circuito Nuoto Italia aggiunge a questo un valore formativo, permettendo ai più giovani di nuotare a fianco dei più esperti, magari proprio di chi si è abituati a vedere solo in televisione, con il sogno di poterne superare le gesta in futuro».

La squadra Circuito Nuoto Italia 2018-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuoto, da Treviso l'olimpionico Massimiliano Rosolino lancia il Circuito Nuoto Italia

TrevisoToday è in caricamento