Presentate le nuove maglie del Benetton Rugby: il "kit away" sarà giallo

Da quest'anno lo sponsor Cofiloc cambia nome e colore diventando Kiloutou, mantenendo però intatta la passione per la palla ovale che resta quella di sempre

La nuova divisa gialla dei Leoni

Dall’arancione al giallo, da Cofiloc a Kiloutou. Dopo nove anni – stagione 2011/12 – il brand del main sponsor Cofiloc sulle divise del Benetton rugby lascia il posto a quello di Kiloutou, il gruppo francese che nel 2017 ha acquistato l’azienda di Treviso specializzata nel noleggio macchine per il movimento terra, sollevamento, edilizia e autocarri. Un passaggio che è nell’ordine delle cose, in quello che tecnicamente si definisce rebranding. Nell’arco di qualche mese il marchio Kiloutou sostituirà quindi definitivamente quello della storica azienda creata dalla famiglia Buso.

Cambia dunque il colore, cambia il nome, ma la passione resta quella di sempre. Quella che in questi 10 anni ha permesso di costruire un sodalizio improntato sulla condivisione di quei valori – amicizia, impegno, lealtà, dedizione e collaborazione – che fanno del rugby una vera e propria scuola di vita. Valori propri anche di Kiloutou, la quale sulla centralità delle persone ha costruito il proprio successo sul mercato: 2° gruppo in Francia e 3° in Europa nel noleggio di macchine e attrezzature per il cantiere, con 550 filiali è presente in Francia, Polonia, Spagna, Germania e Italia dove, oltre a Cofiloc, ha acquisito altri due marchi storici del settore quali Sticar ed Elevo. A pochi giorni dall’inizio della nuova stagione del Guinness Pro14, i Leoni tornano in campo con una certezza: Kiloutou sarà il 16° uomo del Benetton Rugby.

LE NUOVE DIVISE

La tessitura come fonte d’ispirazione, originalità grafica e ricerca sul tessuto: le nuove divise del Benetton Rugby 2020-2021 sono un omaggio alla tessitura e ai suoi telai, fantasia e nuovi spunti stilistici distinguono, con audacia, le nuove maglie firmate Erreà Sport per il Benetton Rugby. Nella prima divisa, il tradizionale motivo a righe orizzontali bianco e verde, viene rivisitato grazie ad un particolare pattern realizzato in transfer digitale che mescola diverse tonalità di verde e bianco richiamando proprio gli impianti di tessitura e la lavorazione artigianale a maglia. La stampa pare evocare, inoltre, ancora una volta, gli storici ed iconici maglioni di lana con cui il gruppo Benetton è divenuto celebre e riconosciuto nel tempo in tutto il mondo della moda. Nella parte alta della divisa si conferma, in corrispondenza del petto, la speciale serigrafia gommata posta nelle zone maggiormente esposte alla presa del pallone. All’interno del collo, disegnato in un raffinato taglio a giro, rimane come ormai da alcune stagioni, il claim, ormai leitmotif dei Leoni, “E’ ORA DI RUGGIRE”.

Molto curati anche tutti i dettagli che impreziosiscono il retro della divisa: novità è l’inserimento dell’arcobaleno sul colletto simbolo di serenità e di pace. Quella che auguriamo si possa ritrovare al più presto mettendo fine all’emergenza socio-economico sanitaria mondiale nella quale si è costretti a vivere da inizio anno ad oggi. La fettuccia tricolore, a sottolineare l’italianità della franchigia, viene poi spostata in verticale nella parte sottostante.

Molto significativa è la ricerca sul tessuto che vede l’impiego di tre diversi filati che rendono altamente tecnica la divisa. Il corpo centrale della maglia è realizzato in pregiato tessuto “Ruck” che si contraddistingue per eccezionale resistenza unita ad un’ottimale vestibilità. Le maniche ed i fianchi laterali bianchi vedono l’utilizzo di un secondo tessuto, sempre estremamente resistente, particolarmente apprezzato per l’elevato grado di elasticità, ottenuta meccanicamente e non tramite l’uso di elastan. Un terzo tessuto spessorato, posizionato all’interno del collo, forma un piccolo taschino contenente un rilevatore gps per monitorare le prestazioni in gara dei giocatori confermando la tecnologia applicata alla maglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Completamente inedita la seconda maglia gara in giallo, un omaggio al gruppo francese Kiloutou, che nel 2017 ha acquistato Cofiloc, nuovo partner dei Leoni. In questo caso accattivante e grintosa, la texture studiata è composta da bande trasversali accostate in diverse tonalità di giallo rese dinamiche dalla ripetizione di piccoli triangoli sfumati. L’abbinamento di differenti tessuti, anche in questo caso, garantisce un perfetto equilibrio tra elasticità e leggerezza. Anche nella maglia away, così come nella divisa home, vi è l’inserimento dell’arcobaleno sul colletto proprio per rafforzare l’augurio che tutto possa tornare alla normalità quanto prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento