Open da Pino di Mogliano: la finale sarà tra Ferrari e Gabrieli

Trecento palline impiegate per far disputare gli incontri dei 90 tennisti, molti gli incontri, due giorni di pioggia e 14 giorni di partite: questo è il risultato ad oggi della kermesse

Francesco Ferrari in azione

A Mogliano le finali del 6° Open da Pino maschile. Come previsto da molti, tanti gli esperti di tennis e addetti ai lavori a bordo campo, (dopo il forfait di Matteo Viola) la finale sarà tra Ferrari e Gabrieli. Francesco Ferrari, forse dato leggermente favorito anche per aver disputato una partita in meno, ha un gioco molto dispendioso per la sua potenza e spettacolarità. Ma attenzione a Tommaso Gabrieli, vincitore anche ad Istrana dove è riuscito a contenere Vidal in finale, un giocatore tra l'altro molto simile a Ferrari anche se con meno esperienza del vicentino. Con un gioco estremamente geometrico, con palle molto vicine alle righe, mancino ed imprevedibile, dotato di un back micidiale, il bassanese Gabrieli è come un ragno che tesse la sua tela per poi portarsi a casa i punti più importanti. Lo potremmo anche definire come un ragioniere del tennis. Quindi nel rosso di via Colelli a Mogliano dalle ore 16 di domenica i misteri verranno svelati.

Trecento palline impiegate per far disputare gli incontri dei 90 tennisti, molti gli incontri, due giorni di pioggia e 14 giorni di partite, questo è quanto i due pilastri della manifestazione Giuliano Ferro sponda Federazione ed Alfredo Gris per il Tennis Club Mogliano hanno profuso. Gris, che è il vicepresidente del sodalizio riconfermato grazie alle nuove elezioni che hanno messo in presidenza Alfredo Vianello ed in segreteria Lucia Maffei, ha come coadiuvanti i consiglieri Giorgio Di Giusto, Andrea Michielan, Franco Cortellazzo, Francesco Salustri, Denis Macente, Luca Moreschetti, Raffaele Serena e Dario Pamitsch che in queste due settimane, con vari incarichi aggravati dai protocolli Covid, hanno collaborato all’ottima riuscita della manifestazione.

Notizie infine di Matteo Viola, il quale ha preferito gli Internazionali di Roma piuttosto che la tds a Mogliano: il tennista è dato come vincente nel primo turno del draw di qualificazione al foro italico sul coreano Kwon (al terzo set) ed domenica alle 14 sarà opposto allo spagnolo Pedro Martinez che sabato in due set ha liquidato l’italiano Francesco Forti. A conti fatti per Viola, che ha già intascato i 3.000 euro del primo turno, il mestrino è più ragioniere di Gabrieli che probabilmente intascherà una cifra che varia dai 400 euro per la seconda piazza ai 700 del gradino più alto. 

Gabrieli rovescio bimane good-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento