rotate-mobile
Sport Conegliano

Pallavolo, Imoco affronta Baku nell'ultima di andata di Champions League

L'incontro alle 20.30 al Palaverde. Le Pantere dovranno fare a meno di capitan Calloni, infortunata durante la Supercoppa a Piacenza

Ultima partita di andata di Champions League, giovedì sera, per la Prosecco Doc Imoco Volley. Le Pantere sfideranno in casa l'Azeryol Baku dopo le prime due sfide vittoriose contro Galatasaray Istanbul e Yamamay Busto Arsizio.

L'Imoco, giovedì, dovrà fare a meno del suo capitano, Raffaella Calloni, infortunata al tendine di Achille durante la sfida di Supercoppa a Piacenza. si tratta di un'assenza importante per la squadra: Raffa rappresenta per le compagne un riferimento tecnico e morale, che finora non è mai venuto meno.

L'AVVERSARIO - L'Azeryol Baku è una squadra di altissimo livello, allenata dal coach brasiliano, di origini italiane, Angelo Vercesi. Il Baku, che ha vinto 3-2 in casa con Busto Arsizio e ha perso 3-1 ad Istanbul, può contare su attaccanti formidabili come la tedesca Kozuch, la scorsa stagione punto di forza della Yamamay, la nazionale Aliyeva e la schiacciatrice italiana Di Iulio, ex Bergamo e Urbino. Ci sono poi centrali di livello come la dominicana Vargas e l'americana Jones, micidiale a muro; il libero la tedesca Thomsen e altre giocatrici esperte, in grado di fare la differenza.

COACH GASPARI - "Giochiamo in casa contro un'avversaria fortissima come Baku, squadra dall'attacco temibilissimo e con tante giocatrici che possono decidere il match - commenta il coach dell'Imoco - Affrontare l'Azeryol al Palaverde sarà un vantaggio perchè avremo la spinta del nostro pubblico e sarebbe importante in prospettiva qualificazione sfruttare il turno casalingo, ma per farlo il nostro impegno principale dovrà essere sotto l'aspetto difensivo, nella correlazione muro-difesa per limitare il loro attacco".

"Mi aspetto una prestazione aggressiva e carica da parte delle mie atlete - prosegue - Dopo la sconfitta di Piacenza dovremo mostrare a tutti che la vera Conegliano non è quella di sabato e che lì è stato solo un episodio, per il quale ci scusiamo ancora con società e tifosi. Ma il modo migliore per dimenticare la Supercoppa e non dimenticare nemmeno quanto di buono fatto finora sarà riscattarci sul campo con una prova da vera Imoco, anzi, Prosecco Doc".

E riguardo all'assenza di Calloni: "Non dobbiamo spaventarci. Gli infortuni fanno parte del gioco e quest'anno abbiamo una panchina lunga e affidabile anche per queste evenienze. Berit Kauffeldt è un'atleta di alto livello: è giovane, ma ha esperienza internazionale e ci porterà entusiasmo e voglia di fare bene. In più il resto della squadra si impegnerà ancora di più per sopperire all'assenza della capitana che comunque sarà sempre con le sue compagne a far sentire il suo incitamento".

CAMPIONATO - Dopo la fatica contro il Baku, le Pantere avranno solo una giornata per riposarsi. Sabato è di nuovo campionato e l'Imoco Volley tornerà al Palaverde per la sfida alla Liu Jo Modena di Francesca Piccinini, per la quinta giornata di Serie A1.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo, Imoco affronta Baku nell'ultima di andata di Champions League

TrevisoToday è in caricamento