menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match

Un momento del match

A2 Calcio a 5: il Gruppo Fassina cede nettamente contro il Lecco

Niente da fare per il gruppo di mister Mungo, una sconfitta cocente che lascia i trevigiani in fondo alla classifica a rischio retrocessione

MARENO DI PIAVE Nel raccontare lo sciagurato Gruppo Fassina-Lecco, terminato 3-5 per gli ospiti, non si può che iniziare dalla fine: dagli ultimi due minuti, dal “Bastini contro tutti”, dal suo tremendo sinistro sotto la traversa del 3-3 della speranza, agli erroracci della squadra sui gol subiti, dalla tanta voglia di vincere la partita, all’amara sconfitta che lascia tutto come prima, anzi peggio di prima perché di gare alla fine ne mancano sempre meno.

Aspettando ciò che farà l’Aosta domenica contro PesaroFano (certo, giocare sapendo che Forlì e Fassina han perso il giorno prima, agevola e carica di più i valdostani), lì dietro l’unica ad aver mosso un passo importante verso la salvezza definitiva è l’Astense, vittoriosa proprio sul Forlì. Ma il Gruppo Fassina ha steccato, doveva sbagliare meno possibile e vincere, non ha fatto né questo né quello e, come se non bastasse, il diffidato Vitor Renoldi si è beccato un giallo evitabilissimo e salterà la gara più importante della stagione, fra sette giorni. Tornerà Ayose, che ha sofferto guardandola da fuori (squalificato) e sarebbe servita davvero come il pane la sua capacità di sterzare, di dare il cambio di passo, di recuperar palloni e, perchè no, di far gol, calciando con coraggio, quando serve. Lo ha fatto il portiere Bastini, autore di una grande partita: suo il 3-3 che ha riacceso le speranze di vittoria, sue alcune parate importanti, soprattutto nel primo tempo.

La cronaca: detto di Ayose out, mister Mungo sceglie, oltre a Bastini tra i pali, capitan Vinicius, Renoldi, Dener e Ortega per iniziarla. Il vantaggio gialloblù arriva al 7′, su uno splendido calcio di punizione battuto da Renè Ortega, che si incastona all’incrocio dei pali e non dà scampo a Barbera; ma il vantaggio dura poco, all’11’ Dudù Costa fa 1-1 e riporta il Fassina sulla terra. Si va al riposo sul pari e con molte speranze che il Lecco nella ripresa cali un po’ la presa, ma l’inizio del secondo tempo è choc, perchè al 4′ Antonietti fa 1-2 e rende la gara in salita. Due minuti dopo, con un tiro deviato, Vitor Renoldi fa 2-2 e riaccende la fiammella della speranza. Ma al 9′ Pedro perde un pallone malamente, Adami ne approfitta e infila di nuovo Bastini. Tocca ricominciare daccapo: dentro il quinto di movimento, ma, dopo un possesso palla sterile quanto inconcludente, la stecca sotto l’incrocio la scaglia proprio Bastini, per il 3-3. Poi la disfatta del minuto 19: il Gruppo Fassina non ha più tempo di rialzarsi. Finisce 3-5, col gol sulla sirena di Antonietti a rendere ancor più ampio il divario. Lecco è andata: adesso rimangono Aosta, poi Arzignano in casa e l’ultima a Dosson. Serve davvero un miracolo per mantenere la serie.

CAMPIONATO SERIE A2 – GIRONE A – 23^ giornata GRUPPO FASSINA-LECCO 3-5 (1-1 p.t.)
GRUPPO FASSINA
: Bastini, Dener, Ortega, Renoldi, Vinicius (Fiorot, Zecchinello, Guedes, Nadal, De Mello, Fabris, Goli). All. Mungo
LECCO: Barbera, Antonietti, Dudù Costa, Urio, Adami, Seggio, Casagrande, Qyrana, Castagna, Cariboni. All. Marques
MARCATORI: 7’34’’ p.t. Ortega (GF), 11’30’’ Dudù Costa (L); 4’08’’ s.t. Antonietti (L), 6’48’’ Vitor (GF), 9’22’’ Adami (L), 18’00’’ Bastini (GF), 19’20’’ Adami (L), 19’59’’ Antonietti (L)
AMMONITI: Vitor (GF), Casagrande (L)
ARBITRI: Luca Mario Vannucchi (Prato), Gino Simonazzi (Reggio Emilia) CRONO: Luca Bizzotto (Castelfranco Veneto)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento