Giovedì, 17 Giugno 2021
Sport

«Fateci sognare»: al via i playoff, Treviso sfida la Virtus Bologna

Appuntamento alle 19 (Diretta su Eurosport). Comincia il cammino che porterà all'assegnazione dello scudetto. I ragazzi di coach Menetti se la vedranno con una delle principali candidate al titolo: le V nere di Milos Teodosic e Marco Belinelli

Ph.Credit: LBA

Il tanto agognato momento è arrivato. Stasera si archiviano definitivamente i risultati ottenuti durante la stagione regolare di Lega Basket Serie A 2020/2021 per aprire l’adrenalinico capitolo dei playoff. Complice la qualificazione dell’Olimpia Milano alle Final Four di Eurolega, in programma a Colonia dal 28 al 30 maggio, LBA ha modificato il calendario della fase finale. Infatti, sebbene sia stato confermato il format 5-5-7 (rispettivamente per i quarti, le semifinali e la finale), le prime due gare dei quarti di finale si giocheranno in back-to-back, espressione di uso comune negli Stati Uniti per indicare due partite giocate in altrettanti giorni. Il medesimo schema verrà riproposto per gara3 e l’eventuale gara4 delle semifinali e per i primi due atti della finale, in modo tale da consentire all’Olimpia Milano di giocare le Final Four di Eurolega e assegnare lo scudetto entro metà giugno.

L’ultima giornata della stagione regolare, disputatasi con una settimana di ritardo a causa delle numerose positività al Covid-19 emerse nelle fila della Happy Casa Brindisi, ha reso definitivi gli accoppiamenti playoff. L’Olimpia Milano, prima della classe, se la vedrà contro la Dolomiti Energia Trentino, ultima squadra ad aver strappato il pass per la fase finale. Brindisi ha chiuso al secondo posto e sfiderà l’Allianz Trieste, chiudono il quadro le sfide tra Virtus Bologna (3) e De’ Longhi Treviso (6), e Reyer Venezia (4) vs Dinamo Sassari (5). Curiosamente, tre di queste quattro sfide sono state una finale scudetto in passato: Venezia-Sassari e Trento-Milano in tempi recenti, Virtus Bologna vs Treviso, all’epoca targata Benetton, negli anni novanta. 

VIRTUS BOLOGNA-DE' LONGHI TREVISO: IL FOCUS 

Sulla carta, la Virtus Bologna è palesemente favorita. I nomi di Milos Teodosic e Marco Belinelli sono sufficienti ad evidenziare il gap in termini di budget tra le due compagini. Il bello della pallacanestro, tuttavia, è saper sorprendere e modificare copioni che sembrano già scritti. La De’ Longhi è stata la vera sorpresa del campionato, il sesto posto raggiunto con quattro giornate di anticipo (prima qualificazione ai PO dell’era post Benetton) è il sintomo del grande lavoro fatto da coach Menetti, che ha saputo dare una fisionomia ben definita ad un gruppo che partiva con l’obiettivo della salvezza. La svolta della stagione trevigiana è coincisa con l’arrivo di Michal Sokolowski, ingaggiato dal GM Andrea Gracis al posto dello sciagurato Tyler Cheese lo scorso ottobre. Le prestazioni sublimi del polacco, unite alla crescita esponenziale di Matteo Imbrò e Christian Mekowulu e all’esperienza di David Logan, hanno fatto il resto.

La Virtus Bologna, sebbene abbia chiuso la regular season con un ottimo record (19 vittorie, 9 sconfitte), si presenta all’appuntamento ancora scottata dall’eliminazione alle semifinali di EuroCup contro i russi dell’Unics Kazan. La vittoria dell’EuroCup avrebbe garantito alle VNere la qualificazione all’Eurolega, che a questo punto sembra dover essere rimandata di almeno un anno (salvo ripescaggi). A questo si aggiunge il fatto che la difesa della Virtus durante la stagione ha dato l’impressione di essere tutto fuorché impenetrabile, 107 punti concessi nella decisiva gara3 contro Kazan e i 91 subiti contro Trento lunedì scorso per fare un esempio, e anche l’attacco è sembrato spesso in mano alle giocate dei singoli più che il frutto di un gioco corale. Nello specifico, la Virtus è andata spesso in difficoltà quando gli avversari hanno tirato con alte percentuali da tre punti (Sassari, Reggio, Cremona, Brescia e Trento). Considerando che il tiro dalla lunga distanza è una specialità in cui i ragazzi di Menetti possono essere letali, si tratterà di un aspetto che potrebbe dare equilibrio alla serie. Un ulteriore fattore da monitorare con attenzione sarà la lotta sotto le plance: le torri della De’ Longhi, Akele e Mekowulu, sono pronte a dare battaglia a quelle della Virtus, Gamble e Ricci. Per quanto riguarda la condizione fisica, Menetti può contare sulla squadra quasi al completo (Lockett in dubbio) dopo aver recuperato gli acciaccati Sokolowski e Imbrò, mentre la Virtus sarà priva di Tessitori (ex della partita) e Weems. I precedenti di questa stagione sorridono alla Virtus (2-0, entrambe le partite vinte con più di 25 punti di scarto), ma la De’ Longhi ha l’obbligo di sognare proprio perché non ha nulla da perdere.

IL NOSTRO PRONOSTICO

3-1 Virtus Bologna. 

LA PILLOLA DI COACH MENETTI 

“Entriamo ai Playoff dalla porta principale, dopo un percorso che ci ha permesso di guadagnare la post-season con giornate di anticipo. Incontriamo una delle grandi, e questo rende la cosa ancora più eccitante. Dovremo pensare una partita alla volta, loro hanno una squadra molto profonda e sarà essenziale mantenere alta l’intensità per quaranta minuti. Cercheremo di giocare la nostra pallacanestro, guardando con ottimismo alla continuità avuta durante la stagione regolare”. 

LE DATE DELLA SERIE 

Giovedì 13/5 Gara1

Virtus Segafredo Bologna – De’ Longhi Treviso Basket ore 19.00 Eurosport 2 ed Eurosport Player
Venerdì 14/5 Gara2

Virtus Segafredo Bologna – De’ Longhi Treviso Basket ore 20.45 Rai Sport HD ed Eurosport Player

Lunedì 17/5 Gara3

De’ Longhi Treviso Basket – Virtus Segafredo Bologna ore 20.45 Rai Sport HD ed Eurosport Player

Gara4 (eventuale) mercoledì 19/5: Palaverde

Gara5 (eventuale) venerdì 21/5: Virtus Segafredo Arena

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Fateci sognare»: al via i playoff, Treviso sfida la Virtus Bologna

TrevisoToday è in caricamento