menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponzano basket, una conferma col botto: Giulia Brotto resta biancoverde

Per Brotto sarà un ritorno nella seconda serie nazionale, dove aveva esordito appena ventenne con la maglia dei Giants Marghera, che quest’anno ritroverà da avversaria

PONZANO Un feeling indiscusso con il canestro. Ma anche tanta fisicità e intelligenza cestistica. Dopo Schiavon e Pizzolato, il Ponzano Basket conferma un altro asso del proprio roster: Giulia Brotto infatti sarà biancoverde anche nella prossima stagione. Ala classe 1991, Brotto sarà alla terza stagione con la maglia di Ponzano, in cui si dimostrata sempre una leader, dentro e fuori il campo. Giocatrice duttile e in grado di ricoprire più ruoli, Giulia è reduce dalla sua miglior stagione in carriera: 394 punti segnati, 32 gare disputate e il proprio marchio sulla promozione in serie A2.

Per Brotto sarà un ritorno nella seconda serie nazionale, dove aveva esordito appena ventenne con la maglia dei Giants Marghera, che quest’anno ritroverà da avversaria. In carriera Giulia ha indossato anche le canotte di Reyer Venezia, Basket Serenissima, Basket Treviso e Pallacanestro Mestrina, prima di approdare nell’estate del 2016 a Ponzano. Un’atleta che ha sposato il progetto del Ponzano Basket, non solo per la prima squadra, ma anche a livello societario: Giulia infatti farà parte dello staff tecnico del settore giovanile, dopo l’ottima esperienza vissuta già nel corso della scorsa stagione.

«Giulia per noi è un punto di riferimento  – dice il diesse Carlo Pizzolon – perché ha sposato in pieno il progetto del Ponzano Basket fin dalle sue prime stagioni in biancoverde. Ha accettato di rinnovare con Ponzano nonostante il corteggiamento di molte società che si sono interessate a lei durante l'estate. Ma Giulia oltre ad essere un punto di forza per questa squadra è anche una persona di spessore che crede nei programmi della società e nel buon lavoro svolto insieme in questi due anni che ci hanno portato al traguardo dell'A2.

Ha creduto in questa società sia come giocatrice che come allenatrice, riuscendo a trasmettere la sua passione per il basket e per i nostri colori anche alle nuove generazioni del nostro settore giovanile. In campo poi, ha saputo dimostrare da sola il proprio valore, sapendo caricarsi la squadra sulle spalle nei momenti difficili, ma anche mettendosi a disposizione delle compagne per sfruttarne il talento e le giornate migliori. Un’atleta importante perché sa creare gruppo assieme alle altre giocatrici grazie al proprio sorriso, ma anche alla serietà e professionalità che riesce a trasmettere. Averla nel nostro roster ci permetterà di fare un ulteriore salto di qualità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento