Mercoledì, 19 Maggio 2021
Sport

Attesa per la sfida tra Benetton e Munster, ma intanto arrivano diversi permit-players

Palmer: "Abbiamo molti giocatori giovani con un potenziale enorme. Per domenica mi aspetto un gioco basato sui calci". Arrivano Zani, Buondonno, Buonfiglio, Bettin e Riccioli

TREVISO A pochi giorni dalla sfida contro Munster, squadra che i Leoni hanno già incontrato tre volte in questa stagione, la seconda linea del Benetton Rugby Tom Palmer, parla della sua esperienza italiana e del lavoro svolto sino ad oggi dalla squadra.

Tom, come sta andando la prima esperienza in Italia? E' stato facile ambientarti?

"In Italia mi sto trovando veramente bene, Treviso è una citta molto carina. Gli italiani sono persone particolarmente cordiali e tutti in questi mesi trascorsi al Benetton Rugby mi hanno sempre fatto sentire il benvenuto"

Se volessimo fare un bilancio della prima stagione italiana, cosa ne pensi?

"Senza nasconderci, penso che dal punto di vista dei risultati sia stata deludente, tuttavia in queste ultime settimane stiamo vedendo un miglioramento che ci ha portato a vincere le ultime due partite. Mi auguro che il lavorare duro in allenamento porterà continui miglioramenti che ci permetteranno di finire la stagione nel miglior modo possibile"

Dal momento che sei tu ad occuparti delle touche, ti reputi soddisfatto del lavoro svolto?

"Mi sento di dire che in touche abbiamo performato bene in questa stagione. Io ho messo in atto un sistema, ma il successo è dovuto al buon lavoro svolto in allenamento e dal tempo che ciascuno trascorre a studiare il proprio ruolo ed i propri compiti"

Com'è l'umore della squadra dopo le due vittorie? E' cambiato qualcosa in spogliatoio?

"Ovviamente siamo tutti felici di aver vinto le ultime due partite, è stata una vera carica per il morale della squadra. Al tempo stesso sappiamo che ci sono ancora un po' di aree in cui dobbiamo migliorare e non ci resta che lavorare se vogliamo continuare a vincere"

Essendo un giocatore con moltissima esperienza, cosa ne pensi dei tanti compagni di squadra giovani che hai e quali consigli gli dai?

"Al Benetton Rugby abbiamo molti giocatori giovani con un potenziale enorme e sono veramente felice di vederli maturare. Hanno sempre voglia di imparare e di migliorarsi, questo gli permette di essere in grado di eseguire quanto richiesto"

Domenica affronterete Munster per la quarta volta in questa stagione, che partita dobbiamo aspettarci?

"E' sempre difficile affrontare Munster, sono una squadra con una grande storia che gioca spesso con tanta passione e fisicità. Guardando le previsioni meteo per domenica mi aspetto un gioco basato sui calci"

RUGBYMERCATO

Ai dieci giocatori assenti perché convocati dalla nazionale italiana per il prossimo match del Sei Nazioni 2016 tra Italia e Scozia, si aggiungono gli indisponibili Gega e Santamaria entrambi staranno fuori ancora per un po’. Il gruppo reduce da due vittorie consecutive contro Cardiff e Newport accoglie cinque permit players. Oltre a Federico Zani e Paolo Buonfiglio già presenti nelle scorse settimane, dal Rugby Mogliano si uniranno anche Andrea Buondonno e Ruben Riccioli mentre dal Petrarca arriverà Andrea Bettin.

Andrea Buondonno, ala milanese, classe ‘92, è cresciuto nell’Union Rugby Milano, ha vestito le maglie dei Crociati, dei Lyons Piacenza, del Rugby Viadana e dall’anno scorso quella del Rugby Mogliano. Selezionato dalla Nazionale U.18 e Seven, poche settimane fa è stato chiamato dal CT Jacques Brunel a far parte della lista dei 30 convocati per Italia vs Inghilterra, seconda giornata del Sei Nazioni 2016. Ruben Riccioli, terza linea, 192 cm per 105 kg, anche lui arrivato nella stagione in corso al Mogliano Rugby, proveniente dalla Rugby Lazio con la quale ha fatto il suo esordio nel campionato di Eccellenza nella stagione 2011/12. Ha vestito le maglie della nazionale azzurra U.17, 18 e 20, con quest’ultima ha disputato il Sei Nazioni 2011 e 2012 e negli stessi anni due Mondiali Juniores in Italia ed in Sudafrica.

Andrea Bettin, centro/ala ventiduenne, 190 cm per 93 kg, ha fatto il suo esordio in Eccellenza con il Petrarca Rugby nella stagione 2012/2013 collezionando 8 presenze e due mete nel suo primo anno. E’ sempre stato tra i più impiegati nel corso dei due campionati successivi e nella stagione in corso ha raggiunto quota 10 presenze su 11 gare sinora disputate e tre mete, una delle quali realizzata nel match giocato e vinto dal Petrarca contro l’Aquila. Trafila azzurra dall’U.17 all’U.20 disputando nel 2012 il Sei Nazioni ed il Mondiale Juniores in Sudafrica, l’anno seguente ha vinto il Trofeo Mondiale in Cile. Per lui anche numerose presenze con la Nazionale Seven. "La società Benetton Rugby Treviso ringrazia i due club veneti Rugby Mogliano e Petrarca Rugby per il sostegno ricevuto".

benetton 1-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attesa per la sfida tra Benetton e Munster, ma intanto arrivano diversi permit-players

TrevisoToday è in caricamento