Prealpi Master: il raceday riabbraccia il trevigiano Andrea Sandrin

Il pilota di Povegliano ritornerà a calcare gli sterrati della campagna trevigiana, archiviato due anni sabbatici, nell'intento di diventare protagonista nella serie.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il Prealpi Master Show numero ventuno è pronto a riabbracciare uno dei suoi fedelissimi, ritornato ad indossare il casco dopo due anni di stop. Stiamo parlando di Andrea Sandrin, vecchia conoscenza del rallysmo nazionale che, proprio dall'evento di casa, in programma per sabato 21 e domenica 22 Dicembre, punta a tornare in pianta stabile nell'ambito di una delle serie più amate dai terraioli, il Raceday Rally Terra.

Era dalla stagione 2011, anno nel quale disputò il Trofeo Rally Terra, che il pilota di Povegliano non si presentava con un impegno costante al volante e l'appuntamento con le veloci, sempre insidiose, pianure della campagna trevigiana sembra essere la chiave del proprio rilancio. “Il tempo a disposizione è sempre meno” – racconta Sandrin – “perchè gli impegni di lavoro lo assorbono quasi del tutto. Dopo essere stato fermo per cinque anni, dal 2011 al 2016, mi sono ritagliato il tempo per affrontare la gara di casa, saltandola solo nel 2018. Nella serie Raceday trovo il giusto compromesso tra il disputare delle gare splendide, su sterrati favolosi, e tra il far combaciare gli impegni di lavoro. Ecco perchè, dopo il 2017, ci presentiamo a questo Prealpi Master Show con tanta voglia di continuare nella serie Raceday. Intanto partiamo da questa.” Il trevigiano, classe 1976, si presenterà ai nastri di partenza del Prealpi Master Show su una Peugeot 207 Super 2000, messa a disposizione da Xmotors, assieme al fido Roberto Tolino. Alla gara di casa non si può mai mancare ed ecco che il ruolino di marcia del trevigiano si presenta alquanto lungo: partendo dalle più recenti ricordiamo il secondo di classe R4 nel 2017, su Mitsubishi Lancer Evo IX, ed il terzo di classe R2B nel 2016, su Citroen C2 R2, alle quali vanno aggiunte le partecipazioni su vetture di livello assoluto come la Ford Fiesta Super 2000 nel 2011 o la Toyota Corolla WRC nel 2009, con quest'ultima terzo di classe e quinto assoluto.

«Non si può mai mancare alla gara di casa – aggiunge Sandrin – e sono soddisfatto perchè ho avuto la possibilità di disputarla tante volte, sia in versione ronde che rally vero, e con tante belle vetture. La più bella? Probabilmente l'edizione del 2009 con la Toyota Corolla WRC. Terzi di classe e quinti assoluti alla nostra seconda gara. Bello tornare a correre di fronte agli amici». Per l'ennesima edizione da record, ben centosettantadue le iscrizioni accettate, il Prealpi Master Show si rinnova, proponendo due frazioni di gara, la prima delle quali da disputarsi sull'unico passaggio della “Trofeo Casagrande” (6,30 km), nel pomeriggio di Sabato. Alla Domenica seguente saranno le tre tornate sulla “Master Show” (9,18 km) a fare classifica. «Le gare del Raceday sono molto corte – conclude Sandrin – e per questo sarà fondamentale partire con il piede giusto. Dopo un anno di stop e con una vettura tutta nuova non sarà semplice. Ci proveremo. Speriamo nel meteo perchè se piove sarà tutto molto complicato».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento