Sport

Sugut e Giordano per la Prosecco Run che chiude il Triveneto Run

In 1200 tra le colline e le cantine del Prosecco Docg. Il keniano stacca il connazionale Ngeno al 18° km, l'atleta di casa parte all'11°

Sugut e Ngemo primi a Torre Zecchei

VIDOR - PROSECO RUN:  Paul Kipchumba Sugut (Atletica Libertas Orvieto) e Laura Giordano (Atletica Silca Conegliano) sono il re e la regina della quinta edizione della Prosecco Run.  Domenica  a Vidor , dopo 21,097 km hanno trionfato arrivando a braccia alzate sul traguardo posto nei pressi del centro polifunzionale, in piazza Capitello. In un percorso tecnico e nervoso, con saliscendi importanti, la fatica si è fatta sentire, sia al maschile che al femminile. Il keniano Sugut, al via con il pettorale numero 2, ha condotto la gara con il connazionale Ngeno. Al 18° km ha però rotto gli indugi e ha preso il largo, per andare a siglare la sua prima vittoria nella corsa trevigiana. Per lui la passerella sul rettilineo finale con i bambini a battere il "cinque", poco prima di fermare il cronometro sul tempo di 1h09'18''. A 16'' il secondo, Ngeno, mentre il terzo, Rudy Magagnoli (Atletica Reggio), è arrivato distaccato di 3'47''. "Sono molto contento di aver vinto qui, ritornerò anche il prossimo anno - ha commentato il 28enne in Italia dal 2010 - purtroppo non sono riuscito a fare un grande tempo, ma il percorso con questi saliscendi, seppur molto belli, non lo permetteva".

Al femminile, gioie di casa, con la vittoria di Laura Giordano, che è tornata sul gradino più alto del podio, dopo aver trionfato quando il percorso era più lungo (30 e 25 km, prima di diventare, 2 anni fa, maratonina Fidal internazionale). La pesarese ha viaggiato in tandem con Giovanna Ricotta (Riviera del Brenta) fino all'11° km, per poi aumentare il ritmo nella seconda parte, più dura, e guadagnare centimetro su centimetro. La padovana Ricotta non è più riuscita a tenere il passo di Giordano e, per il secondo anno consecutivo, si è dovuta accontentare del secondo posto. Prima Giordano in 1h20'24'', seconda Ricotta in 1h20'49''. Più indietro, a 4'57'', Rosa Alfieri (Reggio Asd), rimasta affascinata dalla gara "dura ma stupenda, meravigliosamente bellissima". "Questo per me era un test in vista della maratona di Reggio Emilia della prossima settimana (l'anno scorso finì seconda per un soffio, ndr) - ha detto la 37enne con un passato anche da duathleta - è sempre molto bello correre qui, in mezzo alle cantine, con il pubblico a tifarti. E poi il percorso, con saliscendi e passaggi nei borghi caratteristici, non annoia mai. Ora, mi attende una settimana di scarico, in vista della maratona. Un'incognita. Se tutto andrà bene, sto bene, ma in una gara di 42, 195 km non sai mai cosa può capitare".

Quella di domenica è stata però anche la grande festa degli amatori, che al di là del cronometro, hanno tenuto d'occhio, eccome, il paesaggio. Numerosi gli atleti provenienti da Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. "E’ un risultato tecnico eccellente, considerando le caratteristiche del percorso - ha affermato Francesco Piccin, presidente di Atletica Silca Conegliano - da un lato la vittoria del keniano Sugut, dall'altro quella di Laura Giordano, la nostra portacolori, ormai leader nelle maratonine e nelle maratone nazionali. Anche quest'anno la Prosecco Run ha dimostrato il suo appeal verso gli atleti provenienti da altre regioni, diventando così non solo veicolo di sport ma anche di promozione turistica del territorio, con pernottamenti e visite nei nostri luoghi del prosecco".

Lungo i 21,097 km, ultima prova del Triveneto Run 2014, sono state attraversate 17 cantine del Prosecco: dall'azienda agricola La Tordera, sede di partenza ufficiale, alla De Faveri Spumanti, dalla cantina dei fratelli Rizzetto, all'azienda agricola Sentier, dalla cantina Tormena Fratelli a Ce.Vi.V., dall'azienda agricola Frozza a Mass Bianchet, dalla cantina Zanetton all'azienda agricola Campion, dalla cantina Agostinetto Bruno alla tenuta Torre Zecchei, dall'azienda agricola Val Varse alla Val d'oca, dalla cantina di Massimo Zambon a Dal Din Spumanti fino all'azienda agricola Riccardo. Toccati oltre a Vidor, Mosnigo di Moriago della Battaglia, Colbertaldo, Valdobbiadene e San Giovanni.
Oltre ai 750 partecipanti della gara Fidal internazionale, sono accorsi a Vidor anche 500 camminatori e runners (con la presenza, a sorpresa, dell'azzurra del mezzofondo, Giulia Alessandra Viola) che si sono dedicati alla corsa ludico motoria di 10 km, di cui parte del ricavato sarà devoluto all'associazione Casa Maria Adelaide Da Sacco. Successo anche per la prima corsa di staffette su strada, dedicata agli studenti delle scuole medie di Vidor, Pederobba e Valdobbiadene. Poi tutti al centro polifunzionale per il pasta party e per le premiazioni, con, tra gli altri, il sindaco di Vidor Albino Cordiali e l'assessore allo sport Mario Bailo, l'assessore allo sport di Moriago, Paola Pillon e il presidente della Fidal Treviso, Oddone Tubia.
A organizzare la quinta Prosecco Run è stata Atletica Silca Conegliano, con la collaborazione di Silca Ultralite Vittorio Veneto, Maratona di Treviso Scarl, Gruppo Sportivo Lepri Strache di Vidor, Valdogroup, Pro Loco La Vidorese e di Colbertaldo, con patrocinio e contributo del Comune di Vidor, e patrocinio di Moriago della Battaglia e di Valdobbiadene, della Provincia di Treviso, della Regione Veneto, di Coni e Fiasp e con l’autorizzazione della Fidal e dell’US Acli. Accanto agli organizzatori Silca Spa, Banca Prealpi, San Benedetto, De Coppi Lavorazioni Meccaniche, Méthode, Saccon Gomme, Elmec, H.Robert, Piovesana Biscotti, La Tordera, Piccoli Gino, Arti Grafiche Conegliano, Amadio, Gruppo Argenta, Salumificio Spader ed Eden Tv.

ORDINE D'ARRIVO. PROSECCO RUN. Assoluti. Maschile. 1. Paul Kipchumba Sugut (Atletica Libertas Orvieto) 1h09’18’’, 2. Daniel Kipkirui Ngeno (Vini Fantini) 1h09'34'', 3. Rudy Maggioli (Atletica Reggio Asd) 1h13'05'', 4. Giovanni Iommi (Gp Livenza Sacile) 1h16'01'', 5. Giuseppe Di Stefano (Gp Livenza Sacile) 1h16'37'', 6. Norbert Corradi (Gs Valsugana Trentino) 1h18'19'', 7. Enzo Merotto (Atletica Vittorio Veneto) 1h19'09'', 8. Giacomo Fontanel (Atletica Mirafiori) 1h19'31'', 9. Federico Caon (Spotorni Run) 1h19'54'', 10. Enrico Simoli (Biotekna Marcon) 1h21'05''.
Femminile. 1. Laura Giordano (Atletica Silca Conegliano) 1h20'24'', 2. Giovanna Ricotta (Atletica Riviera del Brenta) 1h20'49'', 3. Rosa Alfieri (Atletica Reggio Asd) 1h25'21'', 4. Anna Zilio (Runners Team Zanè) 1h27'46'', 5. Stefania Satini (Atletica Dolomiti Belluno) 1h28'31'', 6. Tiziana Scorzato (Terzo Tempo) 1h30'08'', 7. Edeltraud Thaler (Telmekom Team Sudtirol) 1h30'51'', 8. Giorgia Bocchetto (Lbm Sport Team) 1h31'34'', 9. Martina De Bastiani (Palestra Elisa Srl) 1h36'26'', 10. Melania Polley (Essetre Running) 1h37'30''.

TRIVENETO RUN

Dopo una stagione tutta di corsa, a Vidor con la quinta Prosecco Run, la conclusione del Triveneto Run 2014, l'originale circuito firmato Maratona di Treviso che da febbraio ha portato i podisti a gareggiare tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. La 21,097 km sulle strade del Prosecco Docg di Conegliano e Valdobbiadene, che ha attraversato magnifici paesaggi con i caratteristici vigneti e ben 17 cantine, ha chiuso il tour di sei tappe nato per premiare i fedelissimi, coloro che hanno percorso più chilometri, al di là di piazzamenti e tempi cronometrici. Sul palco del centro polifunzionale della Pro Loco La Vidorese, per le premiazioni, quest'anno sono saliti in 92. Ben 16 i "superpodisti" che hanno coperto la distanza di 147 chilometri, arrivando al traguardo di tutte le manifestazioni previste per quest'anno, dalla seconda Ventuno del Cima disputata l'8 febbraio a Conegliano alla Treviso Marathon 1.1 del 2 marzo, dalla 19esima Maratonina di Trieste del 4 maggio alla 15esima Maratonina Città di Udine del 21 settembre, dalla settima Maratonina di San Martino svoltasi a Paese il 9 novembre fino alla mezza maratona trevigiana di oggi.
Possono fregiarsi del titolo di Runner.147, la fascia più importante, Flora Andreetta, Roberto Bordin, Federico Brunetta (Gp Livenza Sacile), Michele Cinel (Atletica Valdobbiadene), Roberto Crosato (Atletica Vittorio Veneto), Alessandra De Lorenzi (Tortellini Voltan Martellago), Roberto De Vivo (Generali Runners), Leonardo Di Turi (Atletica Montebelluna), Renata Foltran (Club del Torcio), Giovanni Loconsole (Amatori Atletica Chirignago), Ivano Masetto (Club del Torcio), Loris Mognato (Generali Runners), Andrea Perazzolo (Carniatletica), Manuele Santarossa, Silvia Stefanello (Asd Il corso di corsa), Gimmy Susan (Asd Scarpe Bianche).
Per la seconda fascia prevista, quella dei Runner.105, dedicata a coloro che hanno partecipato a tutte le mezze maratone o alla Treviso Marathon e a tre maratonine correndo la distanza complessiva di 105 chilometri (compresi anche coloro che hanno corso 126 chilometri), sono saliti sul palco in 74.
Per quanto riguarda invece le società (per le quali non sono state previste premiazioni) l'Asd Percorrere il Sile ha percorso, con i suoi portacolori, più chilometri di tutti, ben 3.864. A seguire la Scuola di Maratona di Vittorio Veneto (3.129) e il Gp Livenza Sacile (2.310).
Accanto a Maratona di Treviso, nell'organizzazione del Triveneto Run 2014, ci sono Silca Ultralite Vittorio Veneto, Atletica Silca Conegliano, Atletica Maratonina Udinese, Atletica Quinto Mastella e Asd La Bavisela.

(In foto i Runner. 147)