menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine di squadra durante la presentazione

Un'immagine di squadra durante la presentazione

Zalf Euromobil Désirée Fior 2016: la nuova avventura è iniziata

Sabato il primo raduno a 100 giorni dal debutto su strada. Tanta attesa per i nuovi acquisti del team che non dovranno fa rimpiangere i vecchi

CASTELFRANCO VENETO Diciannove elementi per comporre un squadra e 100 giorni a disposizione per forgiare un gruppo vincente in grado di conquistare nuovi traguardi. La Zalf Euromobil Désirée Fior è tornata a radunarsi sabato nel quartier generale di Castelfranco Veneto per dare il via a quella che sarà una nuova ed appassionante avventura. La stagione 2016, vista con gli occhi degli undici atleti riconfermati e degli otto nuovi innesti ha il sapore di una sfida tutta da conquistare sulla strada già a partire dalle prime settimane di allenamenti programmati sotto la direzione dell'ex professionista e campione d'Italia, Gianni Faresin alla decima stagione sull'ammiraglia della Zalf Euromobil Désirée Fior. "Partiremo con l'attività in palestra per proseguire poi la preparazione su strada come consuetudine, fino alla fine di dicembre, quando faremo il primo punto della situazione rilevando i dati biometrici che ci consentiranno di programmare in maniera personalizzata il 2016 di ogni ragazzo" ha spiegato Gianni Faresin che rivolgendosi ai propri ragazzi ha aggiunto "Io sono al vostro fianco giorno dopo giorno, salgo in sella con voi e metto a vostra disposizione la mia esperienza. Sono certo che insieme potremo raggiungere traguardi prestigiosi".

Nel corso del primo meeting stagionali è stato il medico di squadra, il dott. Loris Confortin, ad aggiornare gli atleti della Zalf Euromobil Désirée Fior sulla normativa relativa alla tutela della salute e a prendere il primo contatto con i materiali forniti dai partner tecnici del team. Nelle ultime stagioni sono arrivati risultati e vittorie di prestigio culminate con la vittoria in Coppa delle Nazioni e il quarto posto ai Campionati del Mondo di Richmond conquistati da Gianni Moscon per il team capitanato dai fratelli Antonio, Fiorenzo, Gaspare e Giancarlo Lucchetta e da Egidio Fior ma "Il compito più difficile" come ha ricordato il team manager Luciano Rui ai propri ragazzi "Sarà riuscire a riconfermarsi mantenendo fede a quei valori che da oltre trent'anni caratterizzano la nostra attività. La nuova formazione è cambiata quasi per il 50% rispetto alla stagione appena conclusa e questo ci obbligherà a lavorare ancora una volta sul gruppo per ricreare quello spirito vincente che ci ha portato a conquistare traguardi importanti. A noi, però, piacciono le sfide e, anche in vista del 2016, siamo sicuri di poter contare su di una rosa composta da ragazzi che hanno le qualità umane per emergere e fare la differenza su qualsiasi terreno".

Queste le premesse alla nuova annata agonistica che scatterà tra 100 giorni con la tradizionale Coppa San Geo: la Zalf Euromobil Désirée Fior ha acceso i motori, la corsa verso la nuova sfida è iniziata e si annuncia ricca di novità. Nel corso dell'inverno, infatti, sarà possibile seguire da vicino tutte le fasi della preparazione, scoprire i dietro le quinte e ascoltare le voci degli atleti bianco-rosso-verdi attraverso il racconto che verrà fatto giorno per giorno sul sito www.zalfeuromobildesireefior.it, attraverso la pagina Facebook ufficiale all'indirizzo www.facebook.com/zalffior, su Twitter con l'hashtag #zalf100days e sul neo nato profilo Instagram @zalf.fior.

Questa la rosa 2016 della Zalf Euromobil Dèsirée Fior

Confermati: Pietro Andreoletti, Nicola Bagioli, Gianmarco Begnoni, Andrea Borso, Marco Gaggia, Marco Maronese, Gianluca Milani, Filippo Rocchetti, Nicolò Rocchi, Andrea Vendrame e Giacomo Zilio.
Nuovi: Michael Bresciani, Filippo Calderaro, Nicola Conci, Nicola Da Dalt, Davide Gabburo, Riccardo Lucca, Francesco Rosa e Michele Toffaletti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento