rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Sport

Ragazzi in cattedra al Max Planck per lo “Student’s day”

Gli studenti hanno gestito una giornata di attività, lezioni, debate, gare sportive, musica, teatro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Dalla street Art all’analisi di un motore di Formula Uno, dalla just dance al torneo di calcio e basket e poi musica, scacchi, teatro, cinema. All’istituto Max Planck si è svolto lo “Student’s day” organizzato e gestito dagli studenti. Sabato 22 aprile, grazie all’iniziativa dei rappresentanti di istituto e della Consulta provinciale, l’orario scolastico dell’istituto è stato rivoluzionato con attività creative e sport al posto delle tradizionali materie e con i ragazzi al posto degli insegnanti che a loro volta sono diventati semplici sorveglianti. I mille e 300 alunni del Liceo e Itis hanno potuto scegliere tra oltre trenta “materie” alternative presentate e gestite da 65 coetanei specializzati. In un’aula si è tenuta la spiegazione del processo produttivo di stampa 3D, in un’altra il debate sui diritti delle donne, e poi l’esercitazione sul cubo di Rubik, le gare di scacchi, la sfida nautica con barchette radiocomandate, il quiz sui generi musicali, la lezione di composizione con sintetizzatore digitale. Tra le lezioni più originali quella dedicata alla prova di sopravvivenza in caso di evento apocalittico o quella che ha permesso di conoscere luoghi naturali “incantevoli ma inaccessibili”. Non è mancato il cinema (in aula magna) e il teatro e naturalmente lo sport. Ben 18 squadre si sono contese il trofeo di calcetto occupando contemporaneamente i sei campi sportivi degli impianti esterni all’istituto e altre 10 si sono sfidate a basket in palestra.

La giornata davvero insolita è stata possibile grazie alla complessa organizzazione messa a punto in mesi di lavoro da parte dei rappresentanti di istituto Damiano Gobbo (4AII), Tania Pol (3BEA), Matteo Polo (4BL), Romina Pontello (3AL) e dai rappresentanti della consulta Luca Benetel (3DIT) e Giovanni Giacomini (4DEA). Tutti gli studenti della scuola hanno potuto scegliere le attività preferite attraverso un sondaggio sequenziale con automatismo sulla piattaforma e-learning di istituto attivato nelle settimane precedenti. “Per noi è una giornata speciale - commentano i rappresentanti di istituto Gobbo e Polo - abbiamo voluto che fosse veramente un’occasione per permettere agli studenti di mettersi in gioco e di proporre specializzazioni, passioni, hobby che di solito non entrano nelle materie tradizionali. Abbiamo lavorato molto all’organizzazione ma il risultato ci ha ripagati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi in cattedra al Max Planck per lo “Student’s day”

TrevisoToday è in caricamento