Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Al Rally Adriatico scatta il Cirt e Sandrin c'è

Si apre il sipario sul Campionato Italiano Rally Terra ed il pilota di Povegliano risponde presente, al debutto sulla Ford Fiesta R5 sugli amati sterrati marchigiani.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Per gli amanti della terra l'attesa è quasi terminata ed il prossimo fine settimana si darà fuoco alle polveri, in vista l'edizione numero ventotto del Rally Adriatico, prima prova di un Campionato Italiano Rally Terra che si preannuncia elettrizzante. Lo sterrato, la vera essenza del rallysmo, è pronto nuovamente a diventare teatro di scontri serrati, con tanti protagonisti di rango pronti a darsi battaglia sui fondi a scarsa aderenza. Da sempre amante di questo contesto anche Andrea Sandrin non ha saputo resistere all'eco della sirena tricolore ed ecco che, dopo alcune recenti apparizioni spot nel challenge Raceday Rally Terra, lo ritroveremo al via della massima serie tricolore con una gustosa novità. Il portacolori di Hawk Racing Club, dopo aver fatto suo il Prealpi Master Show 2019 in classe S2000, abbandonerà la Peugeot 207 Super 2000 per entrare in un'autentica gabbia di leoni. Il pilota di Povegliano si presenterà, i prossimi 23 e 24 Aprile, ai nastri di partenza dell'appuntamento marchigiano al volante di una Ford Fiesta R5, fornita da Ferrari Motor Team.

“Abbiamo deciso di fare il salto di qualità quest'anno” – racconta Sandrin – “passando dalla ormai datata, seppur sempre divertente, Peugeot 207 Super 2000 alla più recente Ford Fiesta R5. Saremo nella classe maggiore quindi troveremo tutti quelli che puntano alla vittoria assoluta di ogni gara ed a quella del Campionato Italiano Rally Terra. Il livello della competizione sarà altissimo e siamo consapevoli del percorso di apprendistato che ci aspetta.” Non un'apparizione spot per Sandrin, in coppia con Manuel Menegon, ma il via di un programma che dovrebbe vederlo presente in almeno quattro appuntamenti del CIRT 2021, inclusa la partecipazione al Rally Italia Sardegna valevole per il FIA World Rally Championship.

“Assieme ai nostri partners, che ringrazio, abbiamo definito un programma di quattro appuntamenti” – sottolinea Sandrin – “e ci auguriamo che, nel corso della stagione, si possa riuscire a coprire l'intera stagione. Il nostro sogno è di essere al via del Rally Italia Sardegna, valido per il campionato del mondo oltre che per l'italiano terra. Ce la metteremo davvero tutta.” Un ritorno, quello di Sandrin all'Adriatico, che riporta alla mente l'ultima apparizione nelle Marche, chiusa nel 2011 con la vittoria in classe R3T al volante di una Citroen DS3 R3. Tre le prove speciali in programma per la sola giornata di Sabato 24 Aprile: “Colognola” (5,40 km), “Panicali” (5,24 km) e “Dei Laghi” (10,93 km) saranno percorse per tre passaggi in fila. “L'ultima volta che abbiamo corso qui era il 2011” – conclude Sandrin – “e devo dire che amo queste strade perchè sono molto veloci. Mi piacciono tantissimo. Non sappiamo se affronteremo le stesse speciali ma siamo certi che potranno adattarsi alla nostra vettura ed al mio stile di guida. Ci impegneremo a fondo per essere competitivi nel minor tempo possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Rally Adriatico scatta il Cirt e Sandrin c'è

TrevisoToday è in caricamento