rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Sport

Rally Cup Italia, Lamonato è vice campione

Il pilota di Valdobbiadene, al termine della finale di Modena, porta in dote a Rally Team la seconda posizione in classe S2000, dopo aver fatto suo anche il CIWRC.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Cala il sipario sull'atto finale, la Rally Cup Italia, che ha riunito nel fine settimana tutti i migliori protagonisti delle varie zone di Coppa Rally ACI Sport. Sceso in campo da vincitore della terza, per quanto riguarda la classe S2000, Walter Lamonato ha combattuto fino all'ultimo, in un Rally Città di Modena reso ostico da condizioni meteo difficili, in particolare da una fitta nebbia che ha accompagnato l'intera manifestazione. Pronti, via e sui poco più di dieci chilometri e mezzo della “Barighelli”, in notturna al Sabato, il pilota di Valdobbiadene chiudeva con un buon terzo tempo tra i finalisti in S2000.

“La prima prova si è rivelata subito molto insidiosa” – racconta Lamonato – “ma, nonostante questo, siamo usciti con il terzo tempo di classe, senza rischiare nulla ed evitando ogni errore.” Alla Domenica era la nebbia ad ergersi ad assoluta protagonista, assieme ad un fondo particolarmente viscido, ma il portacolori di Rally Team, alla guida della consueta Peugeot 207 Super 2000 di MS Munaretto ed affiancato da Beatrice Croda alle note, non batteva ciglio e, già sulla prima “Ospitaletto”, agguantava la seconda posizione di classe, tentando la rimonta. Firmando la “San Pellegrinetto” Lamonato riduceva sensibilmente il gap dal leader provvisorio, portandolo sotto ai venti secondi ed avvicinandosi rapidamente ai migliori venti assoluti. “Alla Domenica è stata davvero tosta” – sottolinea Lamonato – “perchè la pioggia della notte aveva reso il fondo molto viscido ed era scesa una nebbia fittissima che, in alcuni tratti, portava la visibilità a zero. Nonostante questo abbiamo spinto ed abbiamo recuperato parecchio sul primo. Al termine del primo giro avevamo meno di venti secondi che ci dividevano dalla vetta.”

Un'idea di recupero che, con l'arrivo del buio e con la nebbia che non accennava ad attenuarsi, consigliavano a Lamonato di alzare il piede e di accontentarsi di un comunque positivo titolo di seconda migliore Super 2000 d'Italia, ai piedi del podio di gruppo A e diciannovesimo assoluto. Un bottino arricchito dalla consacrazione del successo nella classe riservata alle Super 2000, R4 ed R4 Kit nel Campionato Italiano WRC oltre che dal terzo assoluto tra gli Over 55 in finale. “Non volevamo buttare via un bel risultato” – aggiunge Lamonato – “e, credetemi, che le possibilità per farlo c'erano, eccome. Abbiamo deciso di non rischiare nel secondo giro, perdendo qualche posizione in assoluta ma mantenendo la seconda di classe. Peccato per le condizioni meteo perchè, senza la nebbia, potevamo fare meglio nel secondo giro e, chissà, magari tentare il colpaccio. Siamo comunque molto soddisfatti, non solo per la classe ma anche per un'assoluta chiusa al diciannovesimo, su duecentoquaranta partenti. Abbiamo vinto il CIWRC e la CRZ di zona tre, tra le Super 2000, e siamo arrivati secondi in finale. Grazie ai nostri partners, a Rally Team, ad MS Munaretto, a Beatrice ed a tutti i tifosi che ci han seguito.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rally Cup Italia, Lamonato è vice campione

TrevisoToday è in caricamento