Karate, al Ren Bu Kan ci si allena a Capodanno

Un brindisi al 2018? La scuola Ren Bu Kan di Treviso per tradizione preferisce salutare il nuovo anno con un allenamento di karate

TREVISO Un brindisi al 2018? La scuola Ren Bu Kan di Treviso per tradizione preferisce salutare il nuovo anno con un allenamento di karate. E così ieri mattina, una trentina di associati, di tutte le categorie e tutte le età (compresi bambini ed agonisti), si sono trovati nella palestra di Treviso per una sessione dedicata ai fondamentali e kata di base a mani chiuse, per poi passare allo studio e all'applicazione della tecnica a mani aperte, specialità del celebre maestro giapponese Taiji Kase, cintura nera X Dan.

Non si tratta di un allenamento occasionale, come succede negli altri sport (che normalmente a Capodanno si fermano), ma appunto di una tradizione, istituita oltre trent'anni fa da Ofelio Michielan e dagli altri maestri della Ren Bu Kan. Fino a dieci anni fa, la tradizione era ancora più "rigida" e prevedeva l'inizio degli allenamenti alle 5 di mattina, in seguito posticipato ad orari più accessibili per permettere a tutti i praticanti, il cui numero è andato crescendo, di prendervi parte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

D'altra parte, il Karate Shotokan è più di uno sport: è un'arte marziale, una disciplina di vita che unisce tutti coloro che la praticano e per i quali ritrovarsi in gruppo per un allenamento è il modo migliore per iniziare insieme il nuovo anno. Un'abitudine piacevole e salutare, divenuta negli anni una tradizione più forte anche della tentazione agli eccessi del cenone di San Silvestro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Malore al risveglio, il sorriso di Alessandra si spegne a 44 anni

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento