menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quinta edizione della Cronorun del Montello: a Nervesa Paolo Zanatta fa il bis

In totale sono 152 gli atleti classificati, protagonisti di un tardo pomeriggio dove la corsa si è sposata al divertimento puro, su una distanza certamente non consueta per chi è abituato alle prove su strada

E’ Paolo Zanatta il re della Cronorun del Montello. La quinta edizione della corsa di Nervesa della Battaglia ha visto il portacolori dell’Atletica Casone Noceto confermare il titolo conquistato la scorsa stagione, chiudendo la sua fatica lunga 1.800 metri in 6’15” andando a sfiorare di soli 5” il suo primato stabilito lo scorso anno. Zanatta ha preceduto di 13” Mirko Signorotto, con il quale ora condivide la doppia presenza nell’albo d’oro della competizione. Terza posizione per Nicola Badoer, a 23”, ai piedi del podio Roberto Graziotto a 29”. Un nome nuovo invece nella lista delle vincitrici: è quello di Chiara Marchiori, prima in 8’11” che per 12” ha impedito a Marta Santamaria di conquistare la sua terza vittoria a Nervesa della Battaglia, ma considerando che nel palmares di quest’ultima ci sono ora anche due piazze d’onore consecutive, si può dire che la Cronorun resta la “sua” gara. Terza posizione per Marjana Bedini, a 24”.

In totale sono 152 gli atleti classificati, protagonisti di un tardo pomeriggio dove la corsa si è sposata al divertimento puro, su una distanza certamente non consueta per chi è abituato alle prove su strada. Il sole ha “resistito” per tutto il tempo della gara, un temporale si è abbattuto sulla città e sulla Sagra di Bavaria, nell’ambito della quale la Cronorun si svolgeva, solo a premiazioni effettuate. Un successo pieno che ha travolto gli stessi organizzatori, validamente supportati nella gestione dell’evento da Croce Rossa e Gruppo Alpini, protagonisti anche loro di un tramonto davvero fuori dal comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento