menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsa campestre: oltre 500 alunni-atleti al cross nell'azienda Borgoluce

Alla finale nazionale gli allievi del Galilei Tiziano di Belluno e le allieve del Liceo Da Vinci di Treviso. Prova regionale ai cadetti dell’IC Bassano 2 e alle cadette di Rua di Feletto

Oltre 500 alunni per la fase regionale dei campionati studenteschi di corsa campestre oggi, giovedì 21 febbraio, nell’azienda Borgoluce di Susegana. Sono arrivati dalle sette province del Veneto in località Musile per l’evento dedicato alle scuole secondarie di primo grado (categoria Cadetti e Cadette) e di secondo grado (categoria Allievi e Allieve). Tanti giovani dagli 11 ai 16 anni, a sfidarsi nei percorsi disegnati da Silca Ultralite Vittorio Veneto, alla regia della manifestazione di cui è stato responsabile il professor Roberto Chiariotti, referente del settore educazione fisica e sportiva dell’Ufficio Scolastico territoriale di Treviso.

Numeri importanti quelli dei campionati studenteschi, che hanno visto circa 10 mila studenti impegnarsi nella fase di istituto (tutte le scuole hanno programmato la fase interna di corsa campestre) nella provincia di Treviso, con quasi 1500 ragazzi passati alla fase provinciale trevigiana. In Veneto, la stima è di quasi 70.000 giovani impegnati nella corsa campestre per la fase legata al proprio istituto. Ad aprire la mattinata, l’alzabandiera e l’Inno di Mameli, alla presenza di Ninni di Collalto, titolare di Borgoluce e di Lodovico Giustiniani, amministratore dell’azienda suseganese, Matteo Bardin assessore comunale allo sport di Susegana, di Aldo Zanetti presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto e del professor Roberto Chiariotti. Presente poi alle premiazioni finali anche il sindaco di Susegana, Vincenza Scarpa. La prima gara è stata quella riservata alle cadette, che ha visto prevalere Elisa Clementi (IC Galilei Isola Vicentina - VI), su Francesca Piccolo (IC Cornuda - TV) e Rachele Peloso (IC Laverda Breganze - VI). Al maschile, il primo cadetto è stato Federico Milani (IC Pescantina), che si è lasciato alle spalle Kevin Lodi (IC Bassano 2 - VI) e Lorenzo De Fanti (IC Ponte nelle Alpi – BL). Per l’integrato (diversamente abili), primo posto per i DIR Marco Cimmino (IC Caldogno – VI) e Chiara Guadagnini (IC Mussolente – VI) e per il non vedente Riccardo Dalla Mana (IC Ciari – PD).  Accanto all’agonismo “scolastico”, c’è stato spazio anche per la promozione dei valori di inclusione sociale e di condivisione, con, oltre alla gara promozionale per la categoria Ragazzi e Ragazze (una staffetta 4x1000), una staffetta integrata con 26 formazioni, che ha visto correre insieme, uno a fianco dell’altro, studenti disabili con compagni normodotati come partner. A chiudere la giornata le due gare, di buon spessore tecnico, riservate ad Allieve ed Allieve. In gara molti studenti che gareggiano nelle gare Fidal e che nelle prime gare dell’anno si sono messi in luce con le proprie società in varie manifestazioni. A decidere gli ordini di arrivo, in entrambi i casi una volata. Al femminile, dopo una parte di gara in testa, Sofia Tonon (atleta in forza alla società organizzatrice, Silca Ultralite Vittorio Veneto, oggi con il “pettorale” della scuola enologica Cerletti di Conegliano - TV) è finita seconda dietro a Francesca Dalla Porta (Liceo Corradini Thiene – VI) e davanti a Marta Durante (Liceo Da Vinci di Treviso). Per la categoria integrato (DIR con accompagnatore), primo posto per Sarah Parodi – Valentina Agostini, secondo per Chiara Ruffin – Eghanruwa Bevelyn (entrambe dell’IIS Da Vinci di Padova). Tra gli allievi, a tagliare per primo il traguardo il noto alle cronache sportive Nicolò Bedini (Istituto Sansovino di Oderzo – TV), che proprio negli ultimi metri ha superato e battuto Masresha Costa (Istituto Belli di Venezia), seguito da Nicola Cristofori (IPS GR Remondini di Bassano – VI). Nella classifica integrata, primi posti per il non vedente Alessandro Marzola (Einaudi di Padova) e, per il DIR con accompagnatore, Narciso Anton – Uhunmgwangho Endurance (IIS Da Vinci di Padova).

Alla fase finale dei campionati studenteschi di corsa campestre accedono i vincitori individuali e le squadre vincitrici. Tra le scuole medie, andranno a Massa Marittima con i cadetti l’IC Bassano 2 (VI) e con le cadette la scuola media di Rua di Feletto. Per quanto riguarda le scuole superiori, andranno a Gubbio per il Veneto gli allievi del Galilei Tiziano di Belluno e le allieve del Liceo Da Vinci di Treviso. «I ragazzi hanno potuto gareggiare in una splendida tenuta, quella di Borgoluce che ci ha accolto in un luogo bellissimo, dove l’uomo viaggia insieme alla natura – ha concluso Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite – è stata poi una calda e soleggiata giornata. Tutto è andato per il meglio e gli studenti hanno potuto passare una mattinata dando il meglio di loro stessi in una competizione scolastica ma che ha offerto anche spunti agonistici di valore a detta di tutti gli addetti ai lavori». Accanto anche a Silca Ultralite Vittorio Veneto, all’Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso – Educazione Fisica e Sportiva e alla Fidal, ci sono il comune di Susegana, la Pro Loco di Susegana, l’azienda agricola Borgoluce, Silca SpA, San Benedetto, Saccon Gomme e Banca Prealpi. Insieme allo staff di Treviso Marathon, ci saranno i volontari di Silca Ultralite Vittorio Veneto e Atletica Silca Conegliano, gli Amici Sportivi di San Martino e Prealpi Soccorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento