menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Per Bianchetti anche il Trofeo Toni Fallai per la miglior prestazione tecnica del settore lanci

Per Bianchetti anche il Trofeo Toni Fallai per la miglior prestazione tecnica del settore lanci

Il peso di Sebastiano Bianchetti atterra a 20.17 al Meeting Città di Conegliano

Il poliziotto 23enne è diventato il settimo italiano di sempre, battuto Fabbri. Nei 400 hs Sibilio vince la sfida con Bencosme con la seconda prestazione di carriera (50’’72)

Sono ancora una volta i lanci a meritare la copertina del Meeting Città di Conegliano – Trofeo Toni Fallai. Se lo scorso anno era stato il giavellotto a far segnare il risultato migliore della manifestazione, ieri, venerdì 21 giugno, è stato il getto del peso a illuminare lo stadio comunale Soldan di Conegliano. Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) ha superato l’asticella dei 20 metri, arrivando a 20.17. Non solo il record della manifestazione internazionale di atletica leggera organizzata da Atletica Silca Conegliano, ma anche il nuovo primato personale per il 23enne, la prima volta oltre i 20 metri e la settima posizione nella lista all-time italiana. Il pluricampione italiano, due volte bronzo europeo giovanile (under 23 e Junior), da tempo lavorava per superare la quota dei 20 metri.

“Sono abbastanza contento della gara, anche se in allenamento faccio molto meglio - commenta Bianchetti - questo risultato lo aspettavo da un po’ di tempo, e ci credevo dopo i grandi cambiamenti tecnici degli ultimi otto mesi. Sto tornando in forma dopo aver sofferto per la mononucleosi e sono piuttosto felice anche della serie di stasera, con tutti i lanci sopra i 19,50 e un nullo finale oltre i venti. Il confronto con Leonardo Fabbri è un grande stimolo che mi aiuta anche negli allenamenti: non mi piace stare dietro!”.  Questa volta Fabbri, secondo italiano di sempre con il 20.69 indoor di quest’annno, si è dovuto accontentare del secondo posto, fermandosi a 19.06. “Sono contento per Sebastiano, se lo merita – ha commentato Fabbri - è stata una serata no per me, può capitare. Servirà per farmi avere ancora più fame per il futuro. Sebastiano che mi tallona? Sicuramente fa bene a me, ma soprattutto al movimento”.

Non vanno invece troppo lontano i giavellotti, con la vittoria di Roberto Bertolini (Fiamme Oro) che con 74.52 ha avuto la meglio sul beniamino di casa Mauro Fraresso (Fiamme Gialle), arrivato a 71.82. Al femminile, la junior Francesca Botter (Atl. Brugnera Friulitagli) supera ancora i 55 metri (55.57) e si lascia alle spalle l’esperta Zahra Bani (Fiamme Azzurre), ieri a 54.83. L’altro lampo azzurro nella serata coneglianese porta arriva dai 400 ostacoli e porta la firma del campione del mondo under 20 con la staffetta 4x400 Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle), che vince la sfida con il compagno di squadra Josè Reyaldo Bencosme de Leon, agguantandolo e superandolo proprio negli ultimi metri: 50’’72 per il primo (che vale la seconda prestazione in carriera e il nuovo record del meeting) e 50’’75 per il secondo al personale stagionale. Al femminile, vittoria della favorita, la croata Valentina Juric 59’’78.

Ad aprire la serata, sono stati i 100 hs, con una bella prova per Desola Oki (Fiamme Oro) che con 13’’56 è seconda dietro alla croata Ivana Loncarek (13’’42). Per lei 13’’56, vale lo stagionale vicino al personale di 13’’53. Sul podio, con 13’’76 Marzia Caravelli (Aeronautica), alla seconda gara negli amati 100 hs dopo la maternità. Nei 100 successi di Irene Siragusa (Esercito) in 11’’59 (crono che avvicina il record del meeting, i 11’’54 della slovena Zamuner) e Jacques Riparelli (Athletic Club 96 Alperia) in 10’’68. Nel mezzofondo, dominato dagli stranieri (vittoria del bosniaco Abedin Mujezinovic negli 800 in 1’48’’58, della keniana Caroline Makand Gitonga nei 3000 in 9’17’’80 e del burudese Jean-Marie Niyomukiza nei 5000 in 13’51’’60), spicca il risultato di Italo Quazzola (Atletica Casone Noceto), che scede sotto i 14’ nei 5000 (nuovo personale con 13’55’’82 e secondo posto).
 
“Sono davvero molto soddisfatto per questa edizione del Meeting Città di Conegliano – commenta il presidente di Atletica Silca Conegliano, Francesco Piccin – abbiamo avuto in gara alcuni dei migliori atleti italiani e i risultati non sono mancati, con due nuovi record della manifestazione, quello di Bianchetti nel peso e quello di Sibilio nei 400 ostacoli. La diretta streaming è stata apprezzata e seguita. Crediamo fortemente in questo meeting, che sta portando anche turismo, con oltre 60 persone alloggiate nelle strutture alberghiere coneglianesi. L’appuntamento è al prossimo anno, con una pista rinnovata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento