Sport Monigo

Spettacolo al Monigo, l'esordio del Benetton è da favola: Grenoble battuto per 42 a 10

Contro i più quotati transalpini di Top14, mai incontrati in precedenza, i Leoni tirano fuori gli artigli e graffiano da inizio a fine match. Ottimo poi il debutto di Allan

Una foto del match con Bronzini in azione

TREVISO Comincia con una netta vittoria sui francesi del Grenoble la nuova stagione del Benetton Rugby. Dopo una prima parte di serata dedicata alle presentazioni di mascotte, rosa, staff e cheerleaders; alle 20.15 l'attenzione è tutta per i Leoni che scendono in campo. Il primo quarto d'ora è di stampo francese, il Grenoble va in meta al 3' con il proprio tallonatore Bouchet al termine di una rolling maul. I biancoverdi reagiscono guadagnando una touche all'interno dei 22 avversari, ma Giazzon viene fermato poco prima di siglare la meta.

Al 13' gli ospiti allungano le distanze con la punizione di Bosch. Gli uomini di Crowley non si arrendono e si affacciano nella metà campo avversaria, le avanzate danno i loro frutti portando alla prima meta di stagione siglata dal più giovane della squadra, Luca Sperandio. Il secondo quarto comincia con un lampo di Buondonno, che prende temporaneamente il posto dell'acciaccato Benvenuti. Capitan Sgarbi serve McKinley che scambia con l'ala milanese, il quale si invola e schiaccia oltre i pali. McKinley trasforma dalla piazzola ed è vantaggio Benetton. Il terzo quarto segna definitivamente la rottura dell'equilibrio in campo, girandola di sostituzioni tra le file biancoverdi ma il trend non cambia. Nuovo inizio fulminante dei Leoni con il neoentrato Allan che opta per l'azione personale evitando due placcaggi e schiacciando in meta. 

Il Benetton Rugby costantemente in attacco, al 53' arriva il poker siglato da Barbini, schierato n.8. Lo show non è ancora finito, Bronzini dopo una fantastica azione di squadra realizza la prima delle due mete personali. Nell'ultimo quarto nonostante il finale sia già stato svelato, al 70' Buondonno servito da uno splendido offload di Sgarbi, mostrando di avere buone gambe, sigla la penultima meta biancoverde, chiuderà i conti Bronzini con l'ottava meta di serata, la settima dei padroni di casa.

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (c), 11 Andrea Pratichetti, 10 Ian McKinley, 9 Giorgio Bronzini; 1 Nicola Quaglio, 2 Davide Giazzon, 3 Simone Ferrari, 4 Filippo Gerosa, 5 Dean Budd, 6 Francesco Minto, 7 Marco Lazzaroni, 8 Marco Barbini. A disposizione: Roberto Santamaria, Federico Zani, Cherif Traorè, Teofilo Paulo, Guglielmo Zanini, Alessandro Zanni, Enrico Endrizzi, Tommaso Allan, Andrea Buondonno, Luke McLean, David Odiete, Angelo Esposito

Grenoble: 15 Bastien Guillemin, 14 Vincent Alessi, 13 Gaétan Houdiarne, 12 Cedric Soule, 11 Eddie Sawailau, 10 Gilles Bosch, 9 Jérémy Valencot, 1 Dylan Jacquot, 2 Laurent Bouchet, 3 Dayna Edwards, 4 Mickaël Capelli, 5 Thomas Jolmes, 6 Loïc Baradel, 7 Henry Vanderglas, 8 Steven Setephano. A disposizione: Alexandre Savonnet, Loïc Hanrot, Steven Giroud, Kevin Kornath, Benjamin Barnerias, Kevin Perrier, Martin Friedrich, Denis Coulson, Brandon Bellavia

Marcatori: 3' meta Bouchet tr. Bosch, 13' p. Bosch, 17' meta Sperandio, 21' Buondonno tr. McKinley, 25' p. McKinley, 41' meta Allan tr. Allan, 53' Barbini, 59' meta Bronzini, 70' meta Buondonno, 80' meta Bronzini.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Coach Crowley: "In settimana rivedremo la partita, ma sono soddisfatto, abbiamo giocato un buon rugby. Segnare 42 punti nella prima uscita è importante, ci da tanta confidenza nel lavoro che stiamo portando avanti durante la preparazione. Abbiamo bisogno di giocare così da poter migliorare giorno dopo giorno. Goosen sta svolgendo un buon lavoro con la nostra fase difensiva, la sola meta subita ne è la conferma"

Alessandro Zanni: "Sicuramente abbiamo avuto un buon inizio, nonostante siano cambiati tanti giocatori e tanti schemi di gioco. La squadra ha dimostrato di avere tanta voglia di giocare, un'iniezione positiva per la prossima partita. L'obiettivo è quello di crescere ogni settimana. Adesso ci attendono i Tigers, sarà una bella sfida."

Alberto Sgarbi: "Nonostante sia stata una grande vittoria vorrei che mantenessimo i piedi per terra. Portiamo a casa quanto di buono fatto, in settimana lavoreremo sugli errori commessi, vogliamo diventare solidi e consistenti sia in attacco che in difesa. Essere capitano è un onore e farò il possibile per essere d'aiuto alla squadra".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo al Monigo, l'esordio del Benetton è da favola: Grenoble battuto per 42 a 10

TrevisoToday è in caricamento