menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Benvenuti in azione durante il match

Benvenuti in azione durante il match

Monigo stregato per i Leoni: le Zebre vincono il primo derby dell'anno

Il risultato parla chiaro visto che il match è finito 24-15 per i cugini parmensi. A condizionare il gioco dei biancoverdi sono stati il campo pesante e le condizioni meteo

Comincia il 2021 ed il Benetton Rugby si rituffa nel Guinness PRO14 2020/2021 dopo le due settimane di dicembre dedicate alla finestra europea e dopo il posticipo del primo dei due derby in programma, nel giorno Santo Stefano. I Leoni tornano in campo allo Stadio Monigo per il Round 10, nel “derby weekend” della competizione celtica. A più di quattro mesi di distanza dall’ultima volta, il derby italiano fra Benetton Rugby e Zebre Rugby alza perciò il sipario sul 2021 di entrambe le formazioni. Sotto la pioggia e il vento che spingono incessanti su Monigo per almeno 60 minuti di gioco, la gara è condizionata sicuramente dalle condizioni atmosferiche che non consentono la proposta di un rugby spettacolare. Le Zebre vanno sopra 12-5 al 40′ con due mete da maul dell’ex Bigi. Nella ripresa i Leoni segnano due marcature con Braley e Ioane, ma non bastano perché sono i parmensi a vincere 24-15.

LA PARTITA

In un’atmosfera caratterizzata dalla pioggia e dal vento che battono forti sul prato di Monigo, i primi minuti di gioco sono spigolosi vista anche la pesantezza del campo. Il primo acuto biancoverde giunge quando Zuliani con un tenuto guadagna un ottimo turnover. Barbini lo imita e conquista un’ottima rubata poco dopo e dagli sviluppi un’ottima serpentina da parte di Ioane, aggiunta ad un egregio offload per Hayward, porta i Leoni dentro i 22 delle Zebre. Le squadre continuano a studiarsi, si assiste anche ad alcuni errori di handling da ambo le parti. Al 15′ viene poi ammonito Giovanni Pettinelli dall’arbitro Piardi per un placcaggio alto ai danni di Casilio. Ne deriva una punizione per gli ospiti che vanno in touche sull’area difensiva dei Leoni. Ne consegue una maul che porta le Zebre in meta con Bigi al 17′, Canna non trasforma. Il Benetton Rugby vuole reagire ed entra nei 22 avversari, ma un errore di gestualità non permette ai padroni di casa di far male ai Multicolor. I Ducali risalgono il campo e vanno ancora in touche sui 5 metri dei trevigiani. Nuovo carrettino avanzante delle Zebre che in superiorità numerica vanno ancora in meta con l’ex Bigi al 24′, Canna stavolta non sbaglia e i parmensi sono sopra 12-0. Allan e compagni non demordono e cercano subito di riaccorciare nel punteggio. Le Zebre effettuano due falli e il Benetton Rugby va in rimessa nei 5 dei parmensi. Altra penalità fischiata ai Ducali e i Leoni decidono di andare ai pali, Tommaso Allan centra i pali. Al 35′ c’è inoltre un cartellino gialle per Renato Giammarioli delle Zebre, punito per le troppe scorrettezze elargite dai suoi. Il primo tempo termina 12-3 per gli ospiti.

Nella ripresa c’è un ingresso laterale in ruck dei parmensi. In più c’è una mischia dei trevigiani che guadagnano un’altra punizione e vanno in touche sui 5 metri. La pressione dei biancoverdi è asfissiante e ed è Callum Braley a sgusciare in maniera decisiva per mettere la prima meta casalinga al 45′. Allan converte la trasformazione. Si torna in parità numerica e poco dopo viene punita la difesa dei padroni di casa per un fuorigioco. I Ducali vanno per i pali dalla punizione e Canna ingrassa il vantaggio per i parmensi. Inizia la girandola dei cambi, nei biancoverdi subentrano Favretto e Traoré. Il cielo su Monigo si rasserena un po’, però il gioco è spesso rallentato per la poco disciplina di entrambi le formazioni. E’ pure tempo per gli ingressi di Negri, Garbisi e Petrozzi. Proprio il neontrato Negri è punito per un placcaggio alto e le Zebre vanno al piazzato con Rizzi, altro ex di giornata, che porta gli ospiti avanti 18-10. I Leoni vanno vicini a replicare immediatamente con il tandem Brex-Hayward, ma Rizzi salva in area di meta. I biancoverdi continuano a spingere in un possesso fatto da diverse fasi, finché sull’out di sinistra al 71′ Hayward riesce a imbeccare la corsa di Monty Ioane che va a schiacciare la meta personale in bandierina. Garbisi non centra i pali. Ribaltamento di fronte e quando mancano quattro minuti al termine i Ducali conquistano una punizione che Rizzi manda a segna con le Zebre avanti 21-15. All’80’ Rizzi fisserà ancora una punizione per il 24-15 finale a favore dei parmensi.

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (c) (57′ Paolo Garbisi), 9 Callum Braley (56′ Luca Petrozzi), 8 Marco Barbini (72′ Alberto Sgarbi), 7 Manuel Zuliani, 6 Giovanni Pettinelli (57′ Sebastian Negri), 5 Niccolò Cannone, 4 Marco Lazzaroni (50′ Riccardo Favretto), 3 Simone Ferrari, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Ivan Nemer (50′ Cherif Traoré). A disposizione: 16 Thomas Gallo, 18 Filippo Alongi. Head Coach: Kieran Crowley.

Zebre Rugby Club: 15 Junior Laloifi (72′ Michelangelo Biondelli), 14 Pierre Bruno, 13 Federico Mori, 12 Tommaso Boni, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna (57′ Antonio Rizzi), 9 Nicolò Casilio (57′ Joshua Renton), 8 Renato Giammarioli, 7 Maxime Mbandà (50′ Johan Meyer), 6 Jimmy Tuivaiti, 5 Leonard Krumov (50′ Mick Kearney), 4 David Sisi (C), 3 Giosuè Zilocchi (53′ Eduardo Bello), 2 Luca Bigi (53′ Marco Manfredi), 1 Danilo Fischetti (62′ Daniele Rimpelli). Head Coach: Michael Bradley.

Marcature: 17′ meta Bigi, 24′ meta Bigi tr. Canna, 32′ p. Allan; 45′ meta Braley tr. Allan, 50′ p. Canna. 60′ p. Rizzi, 71′ meta Ioane, 76′ p. Rizzi, 80′ p. Rizzi.

Note: 15′ cartellino giallo a Giovanni Pettinelli (BEN), 35′ cartellino giallo a Renato Giammarioli  (ZEB).  Trasformazioni: Benetton Rugby 1/2 (Allan 1/1, Garbisi 0/1); Zebre Rugby: 1/2 (Canna 1/2). Punizioni: Benetton Rugby: 1/1 (Allan 1/1); Zebre Rugby: 4/4 (Canna 1/1, Rizzi 3/3). Man of the match: David Sisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento