menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ph.Credit: Gregolin

Ph.Credit: Gregolin

La De’ Longhi dura un quarto: Venezia stravince il derby nel giorno di San Marco

I ragazzi di coach Menetti dimostrano di avere la testa già ai playoff e vengono battuti 82-62 dalla Reyer. Treviso chiude la regular season con 14 vittorie e altrettante sconfitte

Più che un derby, è sembrata un’amichevole estiva. La Reyer Venezia ha dominato e vinto 82-62 l’attesissima sfida contro la De’ Longhi Treviso, prendendo il largo già nel secondo quarto con un parziale di 10-0. Gli ospiti, privi di Sokolowski fin dalla palla a due, hanno dovuto rinunciare anche a capitan Imbrò a partita in corso per un infortunio alla spalla. Le assenze però non possono essere una scusante, considerando anche quelle nelle fila di Venezia (Bramos e Fotu). A essere preoccupante non è tanto la sconfitta in sé, quanto l’atteggiamento arrendevole dimostrato per lunghi tratti del match da parte della compagine trevigiana. Infatti, i ragazzi di coach Menetti hanno chiuso con pessime percentuali dal campo (33% da due e 27% da tre) e 15 palle perse. Il risultato non cambia comunque nulla nella classifica finale: Treviso termina sesta la sua stagione regolare e potrà iniziare il cammino di preparazione ai playoff già la prossima settimana. 

CRONACA Coach Menetti schiera in quintetto Russell, Logan, Lockett, Akele e Mekowulu: Sokolowski non sarà della partita. Inizia meglio la Reyer, Tonut e Chappell firmano infatti il parzialino di 5-0. La De’ Longhi si sblocca con la tripla di Russell, al quale replica immediatamente un ispirato Chappell (7-3 Venezia, 7:29). La De’ Longhi piazza un mini break di 4-0 con Akele e Logan, Watt si porta a spasso Mekowulu dal post e realizza un gioco da tre punti. Treviso sta tirando abbastanza male, ma riesce comunque a rimanere ad un solo possesso di distanza sfruttando gli appoggi di Akele al tabellone. Tonut tocca la doppia cifra (10 pt), è soprattutto lui che permette alla Reyer di chiudere il primo quarto avanti 19-15. 

Imbrò, che aveva preso un colpo alla spalla nel primo quarto, resta in panchina a scopo precauzionale e termina anzitempo la sua partita. Casarin pesca Daye per una comoda tripla dall’angolo: +7 Reyer. All’uscita dal time-out di Menetti, la Reyer allunga il parziale (10-0) con il gioco da tre punti di Casarin e il canestro in contropiede di Mazzola (27-15 Reyer; 7:54). Treviso ha segnato la miseria di un punto in tre minuti, ne approfitta la Reyer aggiungendo un ulteriore possesso di vantaggio. Logan perde due palloni in serie: gli ospiti sono completamente fuorigiri. Venezia prende definitivamente il largo nel finale di quarto: Watt e Tonut firmano il +17. Si va all’intervallo sul 41-24 in favore dei padroni di casa. 

Il secondo tempo si apre con il bel tiro in sospensione di Watt, dall’altro lato Treviso continua a tirare con percentuali aberranti (8/35 da 2; 1/7 da 3). Akele è il primo giocatore di Treviso a raggiungere la doppia cifra (11), Chappell segna dalla lunga distanza e regala il +20 alla Reyer (46-26; 7:27). Watt e Tonut danno un altro mini break a Venezia (4-0), Menetti è costretto al time-out per scongiurare una figuraccia. Gli ospiti recuperano un paio di possessi e si portano a -17 con la tripla di Chillo: time-out preventivo di coach De Raffaele. Nel finale di quarto Treviso mette in mostra un buon atteggiamento, la Reyer conduce 57-43 a dieci minuti dal termine. 

Mazzola e De Nicolao piazzano un 5-0 di parziale per la Reyer, Menetti chiama time-out ma i giochi sembrano ormai fatti (62-43 Venezia; 7:35). L’esito non è quello sperato: Venezia allunga il break con Tonut e Mazzola (9-0) e Menetti ricorre nuovamente al time-out dopo appena un minuto. Russell prende le redini dell’attacco trevigiano (cinque punti consecutivi) e tenta quantomeno di rendere il passivo meno pesante. Casarin si prende la scena con un paio di belle giocate e un assist al bacio per Watt, Logan segna dall’arco. I minuti finali sono puro garbage time: la Reyer amministra con agio e vince il derby 82-62.

MARCATORI

Reyer Venezia: Tonut 20, Watt 19, Casarin 11, Chappell 7

De' Longhi Treviso: Russell 13, Akele 12, Chillo 12, Logan 7

PAGELLE

De' Longhi Treviso

David Logan 4 Una delle sue peggiori partite in maglia TVB. Tira con un pietoso 2/12 da due e 1/4 da tre, ai playoff servirà tutt’altro giocatore. 

Christian Mekowulu 4.5 Esce nettamente sconfitto dal duello sotto le plance con Watt e conferma l’involuzione vista a Bologna. Ha bisogno di ricaricare le batterie. 

Nicola Akele 6.5 Il migliore di Treviso in quanto a determinazione. È stato il principale asset di Menetti in attacco e a rimbalzo, chiudendo con una doppia doppia (13 punti e 12 rimbalzi).

Matteo Chillo 6 Guida un timido tentativo di rimonta nel terzo quarto, salvo poi spegnersi nuovamente nell’ultimo. Va in doppia cifra con 12 punti. 

DeWayne Russell 5 Segna la maggior parte dei suoi punti nel garbage time.  Ben limitato dalla difesa di Venezia, ha risentito soprattutto della fisicità di Clark.

Giovanni Vildera 5 Cerca di imporsi sotto canestro nel tempo che Menetti gli concede. Finisce ben presto fuori partita, spendendo falli necessari a limitare il ritmo offensivo della Reyer.

Lorenzo Piccin 5.5 Non si poteva certo chiedergli di invertire la tendenza della gara. Gioca molti minuti e questo non può che essere positivo per il suo percorso. 

Matteo Imbrò S.V. Entra e si fa male, speriamo non sia nulla di grave. 

Vittorio Bartoli S.V. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento