Il Mogliano Rugby non punge: in trasferta vince un più solido Rovigo

Queste le parole del capitano Filippo Guarducci: “E' un peccato perchè la possibilità di fare meglio c'era. Loro sono stati cinici e hanno approfittato di tutte le occasioni che hanno avuto per andare a marcare"

In copertina una percussione di Nicolò Ceccato

Un secondo quarto della prima frazione, nel quale Rovigo prende il largo con tre mete consecutive, è sufficiente per segnare il destino della partita a favore dei padroni di casa. Fino a quel momento Mogliano aveva gestito nel migliore dei modi una gara difficile, resa ancora più dura dalle condizioni del terreno del Battaglini. La solidità dell'avversario unita a qualche sbavatura biancoblù, non permette ai ragazzi di rimanere agganciati al risultato e si va al riposo in svantaggio per 24 a 3. Nel secondo tempo una meta per parte, e i biancoblù che lottano fino al termine alla ricerca del riscatto. Purtroppo portare a casa un punto di bonus non è stato possibile, ma ripartire dal 5 a 5 di questo secondo tempo sarà fondamentale per affrontare il prossimo match casalingo contro San Donà. Appuntamento a domenica prossima, alle ore 15.00, sul campo 1 dello Stadio "Maurizio Quaggia". 

Queste le parole del capitano Filippo Guarducci: “E' un peccato perchè la possibilità di fare meglio c'era. Loro sono stati cinici e hanno approfittato di tutte le occasioni che hanno avuto per andare a marcare. Noi non lo siamo stati altrettanto, e nei primi 15 minuti abbiamo saputo realizzare solo tre punti, pur gestendo bene la partita e costruendo qualcosa di positivo. La differenza è stata sostanzialmente questa, e se vogliamo competere con squadre di questo livello dobbiamo lavorare per migliorare l'attenzione e l'interpretazione di alcuni momenti del match, che poi risultano essere determinanti. Ora pensiamo a recuperare e a preparare comunque con fiducia la prossima partita contro San Donà”

Queste invece quelle di Salvatore Costanzo, head coach biancoblù: "Sapevamo che sarebbe stata una partita dura, i ragazzi hanno combattuto per 8o minuti e di questo non posso non essere contento. Nei priomi  20 minuti siamo stati sul pezzo, e abbiamo messo in difficoltà Rovigo, poi loro sono venuti sul nostro campo e ci hanno fatto male, da li è uscito il solito problema che contro squadre come questa ci rende difficile riprendere in mano le redini della partita. Dobbiamo tenere a mente e mettere via le cose poitive che si sono comunque viste, una buona difesa e un gioco al piede discretamente buono. Poi dobbiamo crescere, non dobbiamo pensare agli errori commessi ma a non commeterne altri. Rovigo ha fatto il suo, molto bene al piede, ma forse dovevamo creare maggiore pressione al loro calciatore. Nella conquista ci sono state fasi alterne, a volte abbiamo difeso bene i drive, ma in due occasioni in cui abbiamo sbagliato, abbiamo subito una meta e una l'abbiamo evitata per pochissimo. Dispiace tornare a casa così, perchè 30 punti sono sempre difficili da digerire, adesso dobbiamo leccarci le ferite e prepararci alle prossime tre partite che per noi sono fondamentali".

Femi-CZ Rovigo v Mogliano Rugby 1969 29-8 (24-3)

Marcatori: p.t. 9’ c.p. Ormson (0-3), 17’ m. Vian tr. Menniti-Ippolito (7-3), 21’ drop Menniti-Ippolito (10-3), 27’ m. Mastandrea tr. Menniti-Ippolito (17-3), 33’ m. Pavesi tr. Menniti-Ippolito (24-3); s.t. 60’ m. Da Re (24-8), 74’ m. Ruggeri (29-8),

Femi-CZ Rovigo: Cioffi; Mastandrea, Antl, Angelini, Lisciani (61’ Lubian); Menniti-Ippolito, Citton (66’ Piva); Michelotto (58’ Ruggeri), Liut, Vian; Canali, Mtyanda (76’ Modena); Pavesi (65’ Pomaro), Momberg (cap.)(47’ Cadorini), Mienie (65’ Rossi). A disposizione: Odiete. All.Casellato

Mogliano Rugby 1969: Abanga; Dal Zilio (59’ Pavan), Scagnolari (59’ Zanatta), Ormson, Guarducci (cap.); Da Re, Fabi (59’ Gubana); Tuilagi, Baldino, Finotto (66’ Corazzi); Delorenzi (10’ -19' Favretto, 61’ Favretto), Bocchi; Alongi (50’ Ceccato), Ferraro (50’ Bonanni), Betti (50’Furia). All.Costanzo

Arb.Gianluca Gnecchi (Brescia), assistenti:Franco Rosella (Roma), Lorenzo Imbriaco(Bologna), quarto uomo:Ferdinando Cusano (Vicenza)

Calciatori: Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo) 4/5; Ormson (Mogliano Rugby 1969) 1/2
Note: Giornata nuvolosa, circa 7 gradi. Presenti circa 1000 spettatori

Cartellini: 55’ cartellino rosso a Canali (FEMI-CZ Rovigo)

Punti in classifica: (FEMI-CZ Rovigo) 5; (Mogliano Rugby 1969) 0

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Peroni Player of the Match: Andrea Menniti-Ippolito (FEMI-CZ Rovigo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento