menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto del match

Una foto del match

Inizia male l'anno per i Leoni del Benetton Rugby: vincono i Newport Gwent Dragons

La partita è finita sul 26 a 8 per la forte squadra gallese che si riscatta così della sconfitta patita a Monigo nel gironde di andata lo scorso Settembre

TREVISO Il 13° round di Guinness Pro12 vede i Leoni fare visita ai Newport Gwent Dragons, franchigia gallese battuta a Monigo nel turno d’andata lo scorso settembre. Primi minuti di gioco nei quali sono i gallesi ad avere il possesso dell’ovale, De Marchi non rotola via dalla ruck a ridosso dei nostri 22 metri ed è calcio di punizione in favore dei Dragons. Quest’ultimi scelgono di andare touche, i Leoni sono bravi ad intuire la chiamata e la pericolosa rimessa laterale viene così rubata.

Al 4’ i biancoverdi commettono fallo su un’altra incursione del Newport, i gallesi questa volta vanno per i pali. O’Brien da posizione favorevole porta in vantaggio i suoi. Trascorrono pochi minuti ed i Leoni si sono già catapultati nella metà campo avversaria, così un dopo un rimbalzo favorevole Tebaldi raccoglie l’ovale e corre dritto verso i pali realizzando la prima meta del match. Da posizione parecchio defilata Allan non trasforma. Seguono una serie confuse di fasi di gioco che caratterizzano la frazione centrale del primo tempo. Al 23’ una punizione conquistata dai Leoni in posizione centrale, porta Allan sulla piazzola, questa volta il suo calcio è preciso. I Dragons rispondono e nonostante una buona difesa dei Leoni sulle numerosi fasi offensive dei padroni di casa, questi vanno in meta con Pretorius, O’Brien trasforma. A cinque minuti dalla fine del primo tempo gallesi che restano in inferiorità numerica per il giallo rifilato a Pretorius, i Leoni cercano di approfittarne. Sono due le occasioni che potrebbero portare alla gioia i biancoverdi, ma prima un grubber di Allan non raccolto dai compagni e successivamente la palla giocata a largo che sfugge dalle mani di Pratichetti vanificano il momento favorevole. Così allo scadere i Dragons trovano la possibilità di aggiungere tre punti sul tabellino con il piazzato del solito O’Brien. Prima frazione di gioco che termina 13 a 8 in favore dei padroni di casa.

Ad inizio secondo tempo sono ancora i gallesi a trovare il modo di fare punti e lo fanno con ancora O’Brien, portano infatti la sua firma il drop e calcio di punizione che permettono al Newport di allungare le distanze. La girandola di sostituzioni non riesce a invertire l’inerzia della partita così al 68’ sugli sviluppi di una touche a cui segue una maul avanzante i padroni di casa vanno in meta con Evans, trasforma l’appena entrato Jones. Al 72’ Zani con una splendida azione personale prova a diminuire il passivo, ma il pilone viene fermato ad un metro dalla linea di meta. Segue il fischio finale dell’arbitro che pone fine al match. I Leoni escono quindi sconfitti dal Rodney Parade con il risultato di 26 a 8.

Marcatori: 4’ p. O’Brien, 7’ meta Tebaldi, 23’ p. Allan, 27’ meta Pretorius tr. O’Brien, 40’ p. O’Brien, 50’ drop O’Brien, 54’ p. O’Brien, 68’ meta Evans tr. Jones,

Note: 34’ giallo a Pretorius
 
Newport Gwent Dragons: 15 Carl Meyer, 14 Tom Prydie, 13 Tyler Morgan, 12 Adam Warren, 11 Pat Howard (43’ Jack Dixon), 10 Angus O’Brien (62’ Dorian Jones), 9 Sarel Pretorius, 8 Ed Jackson, 7 Ollie Griffiths (59’ Nic Cudd), 6 Lewis Evans (C), 5 Cory Hill, 4 Nick Crosswell (47’ Rynard Landman), 3 Brok Harris (62’ Lloyd Fairbrother), 2 Elliot Dee (62’ Rhys Buckley), 1 Phil Price (47’ Sam Hobbs). A disposizione: 21 Tavis Knoyle. Head Coach: Kingsley Jones

Benetton Rugby: 15 Luke McLean, 14 Andrea Pratichetti, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi (C), 11 Luca Sperandio, 10 Tommaso Allan (59’ Ian McKinley), 9 Tito Tebaldi (45’ Giorgio Bronzini), 8 Marco Barbini, 7 Abraham Steyn (75’ Tommaso Iannone), 6 Robert Barbieri (59’ Marco Lazzaroni), 5 Dean Budd, 4 Marco Fuser (41’ Teofilo Paulo), 3 Matteo Zanusso (45’ Tiziano Pasquali), 2 Davide Giazzon (45’ Ornel Gega), 1 Alberto De Marchi (52’ Federico Zani). Head coach: Kieran Crowley

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento