Troppa Milano al Mediolanum Forum: De' Longhi Treviso umiliata

Prima sconfitta in campionato per i ragazzi di coach Menetti, che vengono travolti 104-64 dall'Olimpia Milano. MVP un impressionante Zach Leday, autore di 25 punti e 12 rimbalzi in 22 minuti

Ph.Credit: Ufficio Stampa Olimpia Milano

Più che una partita, è stato un allenamento defaticante per l'A|X Armani Exchange Milano. Il match, che alla vigilia appariva una mission impossible per la De' Longhi, si è rivelato anche un'umiliazione, dato il risultato finale: 104-64 per Milano. Un impressionante distacco di 40 punti, difficile da digerire e giustificare nonostante la netta superiorità del roster meneghino. La partita non è mai stata in discussione, Milano ha controllato fin dal primo minuto, complice anche il pessimo 1/10 al tiro da tre nel primo quarto della De' Longhi. Treviso ha risposto discretamente ai tentativi di fuga dell'Olimpia nel primo tempo, ma dal terzo quarto è letteralmente sparita dal campo accusando il pressing difensivo dei padroni di casa. Il dato delle palle perse è abbastanza eloquente: 18, troppe e frutto soprattutto della lapalissiana assenza di forza mentale nel terzo quarto. Al di là della sconfitta, la brutta notizia arriva sul fronte infortuni. Carroll ha lasciato il campo dolorante nel primo quarto, a seguito di una distorsione alla caviglia, e non è più rientrato. 

CRONACA Coach Menetti schiera lo stesso quintetto della partita d’esordio contro Trento: Russell, Logan, Carroll, Akele e Mekowulu. Milano parte subito forte con un parziale di 5-0 firmato Delaney-Tarczewski, Treviso si blocca grazie alla tripla di Jeffrey Carroll. Tarczewski domina sotto canestro contro Mekowulu, quest’ultimo però si riscatta con un bel gioco da tre punti. Brooks e Delaney segnano dalla lunga distanza: prima fuga di Milano che va sul 17-6. La De’ Longhi risponde bene, Akele è infatti ispirato e propizia il parziale di 6-0 che costringe Messina a chiamare time-out. Milano riallunga con le giocate dal post di Leday, Shavon Shields segna la tripla che chiude il primo quarto: Olimpia avanti 24-12 grazie ad un contro break di 7-0.

Il secondo quarto si apre con il canestro in avvicinamento di Carroll, ma dall’altro lato Gigi Datome segna da tre punti con il fallo (1/1). Mekowulu entra in partita e mette la firma sul mini break di 4-0 della De’ Longhi, Milano però allunga con un parziale di 10-0 che manda TVB a -20 (38-18 Olimpia; 6:38). Dopo il time-out chiamato da coach Menetti, Treviso reagisce bene e ritorna in partita con un parziale di 7-0: da segnalare il clamoroso poster di Mekowulu ai danni di Shavon Shields. Nel finale di quarto Milano sfrutta il bonus di Treviso per andare in lunetta con frequenza, mentre la tripla del Chacho Rodriguez fissa il punteggio del primo tempo: si va all’intervallo sul 49-34 per Milano.

Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo, Treviso non gioca una brutta partita offensiva ma in difesa fatica a contenere le numerose opzioni milanesi. Roll e Tarczewski segnano dall’area, Milano tocca il +21 grazie alle triple di Delaney e Shields. La De’ Longhi si aggrappa a Logan, che va a segno con due triple di fila. Si resta sul +20 per Milano, Menetti chiama time-out perché adesso la difesa di Milano ha alzato il pressing e sta mandando fuori giri l’attacco trevigiano. Milano tocca il massimo vantaggio (+23) con la tripla di Brooks, la partita sembra ormai aver preso una netta direzione. Rodriguez fa a fette la difesa trevigiana e serve l’assist no look per la comoda schiacciata di Leday: dominio Olimpia. L’ex Zalgiris ancora a bersaglio, questa volta da tre, Milano va a +26 in un match che ormai ha ben poco da dire. Il terzo quarto si chiude con il canestro dall’arco di Rodriguez: partita in ghiaccio con Milano avanti 77-46.

Cheese segna 5 punti consecutivi per Treviso, mentre Milano continua a dilagare con il solito Leday e con Moraschini. Moretti si scatena e porta Milano a +34 con 5 punti in fila, Leday continua a far male da ogni posizione: Milano a +40 e per Treviso adesso è un’umiliazione. I minuti finali sono puro garbage time, l’Olimpia vince 104-64 e resta imbattuta in questo inizio di campionato.

MARCATORI

A|X Armani Exchange Milano: Leday 25, Shields 15, Delaney 12, Tarczewski 11

De’ Longhi Treviso: Mekowulu 17, Cheese 10, Akele 9, Logan 9

PAGELLE 

DeWayne Russell 5.5 I falli in avvio lo costringono a sedersi in panchina e ne condizionano la partita. In generale non lascia il segno come nel match contro Trento, propizia però 6 assist e va spesso in lunetta.

David Logan 5 Pessima partenza con uno 0/5 da tre punti e molti isolamenti forzati, si riprende un po’ nel terzo quarto ma ciò non basta per giudicare la sua partita positiva. 

Tyler Cheese 5 Non devono ingannare i 10 punti finali, realizzati quasi tutti nell’ultimo quarto in pieno garbage time. Nei momenti in cui la partita conta non lo si vede mai.

Giovanni Vildera 4.5 Difficile non notare la sua inadeguatezza per il livello della sfida di questa sera. Subito condizionato dai falli (2 in avvio), impotente di fronte allo strapotere fisico dei lunghi di Milano e davvero impreciso da sotto (0/4).

Matteo Imbrò 4.5 Partita tremenda, 6 palle perse e 0/3 da tre punti (il suo marchio di fabbrica). Netto passo indietro dopo l’ottima partita contro Trento. 

Matteo Chillo 5.5 Autore di buone giocate dal post, su tutte la finta con cui fa saltare i lunghi di Milano prima di appoggiare al tabellone due punti comodi.

Christian Mekowulu 5.5 Bene a livello offensivo (top scorer con 17 punti) e perfetto in lunetta (7/7). Perde il duello a rimbalzo con Leday e Tarczweski. PS Si porta a casa il poster di Shavon Shields, con una schiacciata che sarà sicuramente tra i migliori highlights di questa seconda giornata.

Jeffrey Carroll S.V. Dopo un buon inizio, esce dal campo per un infortunio e non rientra più. Auguri di pronta guarigione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nicola Akele 5.5 È il migliore a rimbalzo della De’ Longhi (9, di cui quattro offensivi nel primo quarto). Sotto canestro crea problemi in avvio alla difesa di Milano ma si spegne alla distanza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento