Baratro profondo per il Mogliano Rugby: perde anche con Rovigo. Stagione da dimenticare

I ragazzi di coach Della Nora ce la mettono proprio tutta ma quest'anno nemmeno la fortuna gira da lato giusto. E oramai la retrocessione è cosa fatta

MOGLIANO VENETO E’ un Mogliano che esce dal Battaglini di Rovigo sconfitto nettamente, ma sicuramente a testa alta per aver cercato di dare tutto il possibile contro la neo prima in Classifica. Dopo una partenza difficile con una meta subita dopo due minuti di gioco, Mogliano costringe Rovigo per lunghi tratti nella propria metà campo, ma riesce a concretizzare solo con un piazzato di Buondonno. In ogni caso i biancoblù sono ammirevoli nella difficoltà di un campo pesantissimo e dovendo concedere molto in fisicità ed esperienza ai padroni di casa. Nel finale di primo tempo i ragazzi di Mogliano non sono nemmeno fortunati e due episodi sfavorevoli sfruttano altrettante mete al Rovigo che allunga nel punteggio. Nella seconda frazione di gioco cambia poco, Mogliano non demorde ma è sempre Rovigo a sfruttare al meglio le occasioni e a marcare. Nell’ultimo minuto è Buondonno a dare finalmente il giusto premio al grosso lavoro fatto da tutti i giocatori entrati in campo, realizzando la meta della Bandiera. Il prossimo impegno sarà sabato prossimo contro la Lazio, tra le mura amiche del Quaggia. 

Federico Dalla Nora: “Per entrambe le formazioni era davvero difficile giocare con queste condizioni. La partita ha poco senso dal punto di vista tecnico e spettacolare. I miei ragazzi hanno dato tutto, Rovigo è più forte ma non siamo nemmeno fortunati con gli episodi che cambiano l’inerzia di una gara e che per i primi trenta minuti era ancora in equilibio. Pecchiamo ancora di inesperienza, daltro canto siamo sempre in emergenza e abbiamo sempre tanti giovani in campo, che devono anche adattarsi a ricoprire ruoli diversi da quelli naturali. Dobbiamo farli crescere per dare un futuro alla squadra, una base su cui effettuare i giusti innesti. Il materiale su cui lavorare c’è, cercheremo di continuare a plasmarlo".

FEMI-CZ ROVIGO v MOGLIANO RUGBY 32-13 (19-3)

Marcatori: p.t. 6’ m. Momberg tr. Mantelli (7-0), 28’ c.p. Buondonno (7-3), 34’ m. De Marchi non tr. (12-3), 40’ m. Ferro tr. Mantelli (19-3); s.t. 49’ c.p. Buondonno (19-6), 59’ m. Momberg non tr. (24-6), 74’ c.p. Mantelli (27-6), 78’ m. Ferro non tr. (32-6), 80’ m. e tr. Buondonno (32-13)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Robertson-Weepu, Davies, Van Niekerk (75’ Modena), Cioffi (75’ Biffi); Mantelli (75’ Pasini), Chillon; Ferro, De Marchi, Venco (46’ Lubian); Boggiani (55’ Parker), Ortis; D’Amico (68’ Pavesi), Momberg (cap.) (60’ Cadorini), Muccignat (55’ Vecchini). All. McDonnell, Casellato

Mogliano Rugby: D’Anna (39’ Ferraro); Buondonno, Da Re (35’ Zanchi), Zanatta, Guarducci (cap.); Giabardo A., Fabi; Baldino (49’ Giabardo G.), Carraretto, Gentile (49’ Corazzi); Flammini, Finotto (65’ Vecchiato); Bigoni (56’ Stefani), Nicotera (46’ Masato), Buonfiglio (49’ Vento). All. Dalla Nora, Filippucci

arb.: Bottino (Roma)

AA1 Vedovelli (Padova), AA2 Franzoi (Venezia), Quarto Uomo: Rebuschi (Rovigo)

Cartellini: 39’ giallo a Nicotera (Mogliano Rugby), 62’ giallo a Robertson-Weepu (FEMI-CZ Rovigo)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 3/5; Chillon (FEMI-CZ Rovigo) 0/1; Buondonno (Mogliano Rugby) 3/3

Note: giornata piovosa, circa 10°, campo molto pesante. Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Giampiero Ricci, Azzurro n° 218, e di Dario Barion padre del rossoblù Guido. Spettatori circa 650.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Mogliano Rugby 0

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Man of the Match: Momberg (FEMI-CZ Rovigo)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento, grandine e alberi caduti: il maltempo flagella la Marca

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Malore al risveglio, il sorriso di Alessandra si spegne a 44 anni

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Geox, cooperativa Venere in liquidazione: «Tutelare contratti e posti di lavoro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento