menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ph.Credit: Gregolin

Ph.Credit: Gregolin

Serata storta per la De' Longhi Treviso: Brindisi passa al Palaverde

L'Happy Casa gioca un secondo tempo di gran livello e si impone 90-108 sui padroni di casa. Gli ospiti mandano cinque giocatori in doppia cifra, a Treviso non bastano i 27 di Logan

Dopo la vittoria di carattere a Brescia, la De’ Longhi Treviso cercava conferme in casa contro la seconda della classe: l’Happy Casa Brindisi del grande ex Frank Vitucci. Nonostante fosse priva dei suoi americani di punta, Harrison e Willis, Brindisi ha vinto con merito 90-108. Treviso ha tenuto il match in equilibrio nei primi due quarti, grazie soprattutto alle alte percentuali al tiro. Nella seconda metà di gara, tuttavia, gli ospiti hanno attaccato con convinzione il pitturato (79% da due) e dominato la lotta a rimbalzo (37 vs 24). L'Happy Casa ha approfittato delle serate di grazia di Thompson, in doppia doppia con 15 punti e ben 15 assist, dell'ex Benetton Gaspardo, career high con 25 punti, e di Udom, 18 punti e 8 rimbalzi. La De' Longhi, nonostante i 27 di Logan e i 17 di Mekowulu, incassa la decima sconfitta in stagione, la quarta consecutiva in casa. 

CRONACA Menetti schiera in quintetto Russell, Logan, Sokolowski, Akele e Mekowulu, non sarà invece della partita il neoacquisto Trent Lockett. Raphael Gaspardo, cresciuto nel vivaio Benetton, apre la gara con un tiro dall’arco. Treviso piazza subito il mini break con la bomba di Logan e il gancio dal post  di Mekowulu (5-0). Russell batte Udom in penetrazione e allunga il parziale dei padroni di casa, dall’altro lato Brindisi trova un altro canestro da tre punti con Bell. Brindisi trova la via del canestro con continuità: parziale di 6-0 fulmineo con Perkins e Thompson. La De’ Longhi reagisce subito, Logan vede una vasca da bagno al posto del ferro e segna altre due bombe. I ritmi sono molto elevati, Russell e Akele si sbloccano dalla lunga distanza e spingono Treviso a +5 (23-18; 2:10). Brindisi si riporta sotto con un mini break di 5-0, firmato dalla ditta Perkins-Gaspardo: davvero una partita vivace fin qui. Lorenzo Piccin entra e va subito a bersaglio da tre, Brindisi risponde con Thompson. Il primo quarto si chiude con Treviso avanti 27-25: le squadre stanno tirando con percentuali elevatissime al tiro da tre (6/8 TVB; 4/4 Happy Casa). 

Il bel pick&roll giocato da Imbrò con Chillo apre il secondo periodo. Treviso è più frizzante di Brindisi, il canestro in transizione di Akele costringe infatti coach Vitucci a chiamare time-out. Krubally si mangia Piccin dal post e realizza un gioco da tre punti: partita in parità sul 31-31. Mekowulu, in ritardo sul close-out, regala tre liberi a Visconti. Mekowulu è l’arma offensiva più efficace per i padroni di casa in questa fase del match, sono infatti i punti del centro nigeriano che permettono a TVB di rimanere avanti di un possesso. Brindisi sfrutta le amnesie difensive della De’ Longhi per piazzare un mini break di 4-0, interrotto però da un’altra ottima penetrazione di Russell. Visconti realizza un gioco da tre punti, gli risponde ancora una volta Russell che ora ha le redini dell’attacco trevigiano. Si va all’intervallo sul 47-48 per Brindisi. 

Brindisi cinica in questo inizio di terzo quarto: 4-0 di parziale e +5. Akele va segno dalla lunga distanza, tre punti fondamentali per non lasciare che Brindisi scappi via. Udom e Perkins firmano un altro parzialino (4-0), Menetti chiama time-out. Sokolowski si iscrive finalmente alla gara con una tripla: buona uscita dal time-out dei padroni di casa. La De’ Longhi sta concedendo davvero troppo dal pitturato, in particolare a Udom. Logan accorcia ancora con un canestro da tre punti, Brindisi risponde con un parziale di 5-0 (Gaspardo-Thompson) e vola a +7. Brindisi è padrona assoluta del campo, Treviso non riesce più a trovare il canestro. Piove sul bagnato per Menetti: quarto fallo di Mekowulu. I padroni di casa provano a reagire, Sokolowski vede il taglio di Akele e lo serve per due punti facili. Brindisi non lascia, anzi, raddoppia: altro break di 5-0 e +11. Gli arbitri fischiano fallo tecnico a Menetti: è notte fonda per la De’ Longhi. Alla fine del terzo quarto, Brindisi conduce 62-74. 

Mattia Udom segna con il fallo di Chillo (1/1), si conferma il dominio assoluto di Brindisi. Chillo riscatta il fallo soft dell’azione precedente con la tripla del -11. Logan tenta di rimettere il match in discussione: bomba del -8. Per la De’ Longhi, tuttavia, il problema rimane sempre lo stesso: sono troppi i punti concessi nel pitturato a Brindisi. Udom è inarrestabile e segna due triple di fila che ridanno a Brindisi quattordici punti di vantaggio. La partita è ormai archiviata: Thompson firma il +16 e di fatto prepara il pubblico a cinque minuti di garbage time. Gli ospiti giocano con il cronometro e sbancano il Palaverde 90-108, conquistando la dodicesima vittoria stagionale.

MARCATORI

De' Longhi Treviso: Logan 27, Mekowulu 17, Russell 14, Akele 10

Happy Casa Brindisi: Gaspardo 25, Udom 18, Perkins 17, Thompson 15

PAGELLE

De' Longhi Treviso

David Logan 6.5 Top scorer con 27 punti. Parte a razzo, cala nel terzo quarto per poi riprendere il ritmo nel tentativo di tenere la De' Longhi aggrappata al match.

Matteo Imbrò 5 Netto passo indietro rispetto alla magica serata di Brescia. La difesa di Brindisi gli lascia poco spazio per prendersi i suoi tiri dalla lunga distanza. 

Nicola Akele 5.5 Viene spesso attaccato con successo nel pitturato da Udom e Thompson. Meno roccioso del solito.  

DeWayne Russell 6.5 Risponde presente dopo una serie di partite opache. Va vicino alla doppia doppia con 14 punti e 7 assist, una delle poche note liete di serata. 

Matteo Chillo 6 Gioca molti pick&roll e legge bene le intenzioni dei compagni tagliando a canestro. Ottimo senso della posizione. 

Christian Mekowulu 5.5 Inizia il match in modo convincente, limitando Perkins e fornendo il suo solito contributo offensivo. Purtroppo, i falli e la difesa soft nella seconda parte di gara lo estromettono dalla partita.

Lorenzo Piccin S.V. Una tripla nei sei minuti in cui è in campo, difesa molle in un paio di azioni. 

Michal Sokolowski 5 Forse la peggiore partita da quando è a Treviso. È sfortunato in avvio, quando un paio di buoni tiri entrano ed escono. Non riesce più a riprendersi. 

Giovanni Vildera 6 In campo dieci minuti, fa il lavoro sporco che gli è richiesto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento