rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Sport

La Fortitudo Bologna sbanca il Palaverde: Treviso si arrende all'overtime

I ragazzi di coach Menetti cedono alla Effe 93-99 dopo un tempo supplementare, nonostante la bella rimonta dell'ultimo quarto. Top scorer Dimsa con 23 punti

Dopo tre settimane di stop per la finestra nazionali e la Coppa Italia, il Palaverde riapriva i battenti con la rivalità delle rivalità: Treviso Basket vs Fortitudo Bologna. Il match si è risolto solo dopo un tempo supplementare, confermando la storia di una sfida che in passato ha deciso numerose finali scudetto. Ad imporsi per 93-99 è stata la Fortitudo Bologna, che all’overtime è stata più cinica e concreta dei padroni di casa. A Treviso non è bastata la bella rimonta dell’ultimo quarto, in cui un parziale di 11-0 aveva ricucito il divario di 10 lunghezze imposto dalla Effe alla fine del terzo periodo. I ragazzi di coach Menetti saranno nuovamente in campo tra meno di 48 ore contro il Baxi Manresa per le Top 16 di Fiba Champions League.

CRONACA Coach Menetti schiera in quintetto Russell, Dimsa, Sokolowski, Akele e Sims. Partono meglio i padroni di casa: 4-0 firmato Sims-Akele. Frazier sblocca la Effe dall’arco, Treviso mantiene un possesso pieno di vantaggio grazie ai canestri di Dimsa e Akele. La Fortitudo piazza un break di 7-0 propiziato da Benzing (5 punti in fila), Dimsa lo interrompe dalla media. Gli arbitri fischiano antisportivo a Sims, la Fortitudo sfrutta bene l’occasione per andare sul +6. Dimsa infila due triple consecutive e va in doppia cifra, è lui la principale arma offensiva di TVB in questo frangente della partita. Procida prende in mano le redini dell’attacco bolognese, creando non pochi grattacapi alla difesa di Treviso. Dopo i primi dieci minuti, la Fortitudo è avanti 20-24.

Gli ospiti sono più brillanti e vanno nuovamente a +6 sfruttando la fisicità di Charalampopoulos sotto canestro. Aumentano i giri del motore di entrambe le difese, si rimane sui 3 possessi di vantaggio per la Fortitudo. Sokolowski realizza una tripla, coach Martino opta per il time-out. La Effe trova un bel guizzo con Procida, che ruba palla e schiaccia subendo il fallo di Sokolowski. Treviso perde un altro pallone, che si tramuta nell’alley-oop di Durham per Procida. Russell interrompe il break degli ospiti (5-0), dall’altro lato Sims commette il terzo fallo personale. Si va all’intervallo sul 34-40 per la Effe, la NutriBullet deve essere più lucida se vuole portare a casa questa partita.

La NutriBullet approccia bene il secondo tempo: mini break di 5-0 e due possessi recuperati. Benzing e Groselle firmano il contro break, ma dall’altro lato Dimsa e Jones vanno a bersaglio dall’arco e costringono coach Martino al time-out (45-45; 6:56). La reazione della Effe arriva ancora una volta dalle fiammate di Procida, che rimandano gli ospiti a +5. Russell tiene la NutriBullet a contatto con uno dei suoi classici canestri in penetrazione, ma la tripla di Benzing forza il time-out di Menetti. Durham si scatena nel finale di quarto: 5 punti consecutivi che valgono + 8 Fortitudo. A dieci minuti dalla fine, gli ospiti conducono 54-62.

Clamoroso inizio di quarto periodo da parte della NutriBullet, che piazza un break di 11- 0 sulla scia delle triple di Imbrò, Chillo e Russell. Frazier sveglia gli ospiti dallo shock con 5 punti consecutivi, ma dall’altro lato Imbrò va nuovamente a bersaglio dall’arco facendo impazzire il Palaverde. Charalampopoulos spara la bomba che rimette avanti la Fortitudo, Frazier lo segue a ruota: +5 Effe che conferma il trend adrenalinico di questo quarto. Dimsa accorcia dall’arco, Sokolowski appoggia il +1: la partita ancora non ne vuole sapere di avere un padrone. Sims realizza un gioco da tre punti, Frazier fa 2/2: 80-80 e si va ai tempi supplementari.

Sims non sbaglia ai liberi, dall’altro lato Charalampopoulos va ancora a segno da tre e Sokolowski commette il quinto fallo. La partita sta progressivamente prendendo i binari degli ospiti, che vanno a +4 con il canestro di Frazier. Lo stesso Frazier va a bersaglio dall’arco allo scadere dei 24, gli risponde Imbrò l’azione successiva. Benzing segna la tripla che pare lo scacco matto della Fortitudo ma, ancora una volta, Imbrò tiene aggrappata la NutriBullet con una bomba. Il finale sorride comunque alla Effe, che trova il canestro spartiacque con Charalampopoulos. Benzing ai liberi non sbaglia, la Fortitudo vince 93-99.

MARCATORI

NutriBullet Treviso Basket: Dimsa 23, Imbrò 19, Sims 14, Russell 13

Fortitudo Kigili Bologna: Benzing 21, Frazier 20, Procida 18, Durham 15

PAGELLE

NutriBullet Treviso Basket

DeWayne Russell 7 Il migliore di Treviso per efficacia nelle due metà campo. Difensivamente il suo pressing funziona e porta in dote alla NutriBullet diversi palloni recuperati, dal punto di vista offensivo detta il ritmo con buone penetrazioni a canestro e scarichi per i compagni.

Giordano Bortolani 4.5 In campo 8 minuti, perde due palloni e soccombe alla fisicità di Charalampopoulos sotto canestro concedendogli due canestri in altrettante azioni. Serata no.

Matteo Imbrò 7.5 Si carica la squadra sulle spalle da vero capitano, dando il via al break di 11-0 di inizio quarto periodo. È l’ultimo ad arrendersi nel supplementare, in cui realizza due triple che tengono a contatto la NutriBullet fino alla fine.

Matteo Chillo 6 Compensa i suoi errori al tiro con 8 rimbalzi, di cui 5 offensivi, e 3 assist. Nel complesso una partita di alti e bassi, una maggiore concretezza nelle situazioni offensive in post basso avrebbe aiutato.

Michal Sokolowski 4.5 Non riesce mai ad entrare realmente in partita, dando la sensazione di aver accusato la stanchezza dell’impegno con la nazionale polacca. Serataccia al tiro (1/6 dalla lunga distanza).

Tomas Dimsa 7 Si capisce che è in serata dalle due triple consecutive in avvio. Nel corso del match mantiene alte le sue percentuali al tiro (5/7 dall’arco) e chiude da top scorer della NutriBullet.

Henry Sims 5 Prestazione sottotono, condizionata da parecchie forzature e dal terzo fallo commesso nel secondo quarto. Si rianima a cavallo tra l’ultimo quarto e l’overtime, facendo valere la sua fisicità sotto canestro. I suoi squilli però arrivano troppo tardi.

Aaron Jones 5.5 Gioca un po’ troppo lontano da canestro, ricorrendo al tiro da tre anziché cercare di far valere la sua intensità fisica nel pitturato.

Nicola Akele 5.5 Il suo approccio al match è ottimo, poi però accusa un calo che lo estromette progressivamente dal match.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fortitudo Bologna sbanca il Palaverde: Treviso si arrende all'overtime

TrevisoToday è in caricamento