Beffa atroce per la De' Longhi Treviso: Brescia passa in volata al Palaverde

TVB rimonta quattordici punti ma fallisce l'assalto decisivo, la tripla fortunosa di David Moss regala la vittoria a Brescia al fotofinish. 87-94 il risultato finale, non bastano i 30 punti di David Logan

Ph.Credit: Michele & Riccardo Gregolin

Una serata di grandi rimpianti. È difficile descrivere diversamente quanto è acccaduto al Palaverde questa sera. Treviso ha perso in volata 87-94 contro la Germani Brescia, in una partita che ha letteralmente regalato molte emozioni. La De' Longhi, date le scarse percentuali al tiro da tre (3/12) e il fin troppo modesto contributo della panchina (6 punti contro i 18 della Germani), era scivolata a -14 prima dell'intervallo. Tuttavia, la squadra di Menetti è riuscita a ricucire lo svantaggio nel terzo quarto con la pioggia di triple innescata da Logan, Carroll e Akele. Nell'ultimo quarto, Logan, autore di quella che è probabilmente la sua miglior partita da quando è a Treviso, ha trascinato TVB consentendole di agguantare la parità e di arrivare al momento della verità con la possibilità di vincere la partita. Capitan Imbrò ha avuto tra le mani il pallone del potenziale +2, ma il suo tiro da tre punti si è spento sul ferro. Dall'altro lato, David Moss ha trovato il colpo del k.o. che sa di beffa, infatti, il pallone ha rimbalzato sul ferro due volte prima di entrare. Per gli ospiti, pazzesca prestazione di Cline, 20 punti con un incredibile 5/5 da due e 3/3 da tre punti. Seconda sconfitta consecutiva per Treviso, che proverà a riscattarsi la settimana prossima a Brindisi. 

CRONACA Coach Menetti schiera in quintetto Russell, Logan, Carroll, Akele e Mekowulu: Jeffrey Carroll parte titolare nonostante l’infortunio alla caviglia della settimana scorsa. L’inizio di partita vede un duello tra Logan e Burns, l’americano della De’ Longhi tocca quota 8 punti dopo appena due minuti e mezzo di gioco. Sono gli attacchi ad avere la meglio sulle difese in questa fase della partita: anche la Germani trova la via del canestro con continuità. Chery e Crawford propiziano il primo vantaggio di Brescia nella gara, dall’altro lato Logan continua ad essere una spina nel fianco per gli ospiti trovando alla perfezione Mekowulu sotto canestro. All’uscita dal time-out di Menetti, Brescia prova la prima mini fuga con un parziale di 5-0 concluso con la tripla di Chery sulla sirena (12-17 Brescia; 5:40). Russell spezza il break degli ospiti, Akele impatta sul 17-17 con un bel tiro dalla media. Ristic manda al bar Vildera e completa il gioco da tre punti, il lungo della De’ Longhi commette due falli in due possessi e ritorna in panchina.  Brescia prende il largo con la tripla di Sacchetti e le giocate di Ristic sotto le plance: +10 Brescia e 10-0 di parziale. Gli arresti e tiro di Cheese e Imbrò tengono a galla l’attacco di Treviso, la tripla di Logan chiude il quarto e consente a TVB di accorciare ulteriormente: 26-31 per Brescia dopo dieci minuti. 

Moss segna il primo canestro del secondo quarto, Imbrò sblocca la De’ Longhi dopo due minuti con un tiro dall’arco. Brescia si affida al tiro dalla lunga distanza, Cline va a bersaglio e gli ospiti vanno a +9. L’attacco di Treviso è statico, solo Mekowulu crea insidie alla difesa di Brescia con i suoi movimenti dal post. Gli ospiti continuano ad essere pressoché perfetti dall’arco: Kalinoski e Cline vanno a bersaglio e regalano il massimo vantaggio a Brescia (34-46). La De’ Longhi trova punti dalla lunetta con Imbrò e Carroll, ma l’attacco di Brescia continua a girare meglio e l’alley-oop di Vitali per Cline ne è la dimostrazione. Nel finale di quarto Brescia allunga ancora con Crawford e Burns (nuovo massimo vantaggio, +14) mentre per Treviso la tripla di Akele non è sufficiente per ritrovare il ritmo offensivo. Si va all’intervallo sul 40-54 in favore di Brescia, la De’ Longhi è calata nel secondo periodo soprattutto al tiro da tre (3/12). 

Treviso riparte alla grande nel secondo tempo, 13 punti in tre minuti per riprovare a tornare in partita. Le triple di Carroll, Logan e Akele accendono i 700 spettatori del Palaverde, che ora iniziano a credere concretamente alla rimonta. Gli ospiti riescono a rimanere in vantaggio di quattro possessi grazie ai canestri di esperienza di Moss e Burns, ma l’attacco di Treviso è decisamente in ritmo. La fisicità messa in campo dalle due squadre è aumentata in maniera esponenziale: ogni rimbalzo è una lotta serrata per conquistare il possesso. Russell segna da tre, Treviso è nuovamente a -8 e deve sfruttare il vento in poppa dei suoi tiratori (59-67 Brescia; 2:35). Russell va in lunetta e fa 2/2, Treviso a -6 e adesso è l’attacco di Brescia ad essere imbrigliato nella morsa difensiva dei padroni di casa. Il parziale di 7-0 della De’ Longhi viene interrotto dal viaggio in lunetta di Sacchetti (2/2). Al termine del terzo quarto Brescia conduce 64-70, si deciderà tutto negli ultimi dieci minuti. 

David Logan è fantascientifico, l’americano della De’ Longhi va a segno dall’arco per due volte consecutive, consentendo alla De’ Longhi di pareggiare la partita (70-70; 6-0 parziale TVB). Burns spezza il break dei padroni di casa dalla lunetta, Ristic segna dalla lunga distanza e Brescia va a +5. Cline penetra in area spezzando la difesa della De’ Longhi, il suo gancio cielo è perfetto e vale il 7-0 di parziale che costringe coach Menetti al time-out (70-77 Brescia; 6:43). L’uscita dal time-out dei padroni di casa è pessima, Mekowulu perde un pallone sanguinoso e Brescia incrementa il parziale a 11-0, tant’è che Menetti dopo appena 40 secondi chiama un secondo time-out. Russell spezza il break degli ospiti, Cline segna una tripla impossibile ma Logan replica con cinque punti consecutivi che tengono la De’ Longhi aggrappata al match. Russell segna con il fallo (0/1), Treviso è sotto di cinque lunghezze e può ancora sperare di invertire le sorti del match. Drew Crawford finta Carroll fuori dalle scarpe e schiaccia sfruttando la linea di fondo ma, proprio quando sembra che Brescia possa mettere le mani sul match, Akele ruba palla e segna da tre in transizione (82-86 Brescia; 3:00). Russell compie un’altra magia in difesa, dall’altro lato Logan segna ancora dall’arco e Treviso è incredibilmente a -1. Cline continua la sua partita perfetta (100% al tiro) e riporta Brescia a +3, Mekowulu in risposta in lunetta fa 2/2. Il finale è caotico, Moss segna una tripla fortunosa che taglia le gambe alla De’ Longhi, Imbrò perde un pallone sanguinoso che favorisce la transizione di Chery e il conseguente +6 degli ospiti. Akele sbaglia dalla lunga distanza, le speranze di Treviso si spengono qui: Brescia gestisce il vantaggio e vince 87-94.

MARCATORI

De' Longhi Treviso: Logan 30, Russell 16, Akele 11, Carroll 11

Germani Brescia: Cline 20, Ristic 14, Sacchetti 13, Moss 11

PAGELLE

De’ Longhi Treviso Basket

DeWayne Russell 8 Sfiora la doppia doppia con 16 punti e 8 assist. Eppure, le sue giocate più importanti sono in difesa. I falli subiti da Burns e Crawford, in un momento in cui Brescia avrebbe potuto allungare, hanno tenuto Treviso in partita.

Nikola Akele 6.5 Buona intensità in difesa, dove è bravo a leggere le situazioni. Qualche tiro forzato di troppo, ma nel complesso la sua partita è buona. Il suo miglior momento è quando anticipa Burns sotto canestro, evitando due punti già fatti, e in transizione segna la tripla del -1. 

David Logan 9 Non ci sono aggettivi per descrivere la sua prestazione. 30 punti con il 75% da due punti e il 63% da tre a 39 anni. Se la De’ Longhi è riuscita a tornare in partita e a rischiare di vincerla è praticamente merito suo, peccato per il risultato finale. 

Christian Mekowulu 5.5 In attacco meno brillante del solito ma comunque incisivo, il problema è a rimbalzo dove fatica molto contro i lunghi avversari. Un lungo della sua stazza deve fare di più dei 5 di stasera, anche alla luce del fatto che in questo inizio di campionato i rimbalzi sono stati uno dei punti deboli di TVB (stasera 22 contro i 32 di Brescia).

Matteo Imbrò 5.5 Non aveva giocato una bruttissima partita, purtroppo sulla sua valutazione non può non pesare il tiro da tre del potenziale sorpasso. Non tanto per l’errore in sé, quanto per il fatto che un tiro del genere, piedi per terra e non contestato, un tiratore come lui lo deve segnare. Sua è anche la palla persa dopo la tripla di Moss, che ha di fatto regalato la vittoria agli ospiti.

Jeffrey Carroll 6 In dubbio fino all’ultimo per l’infortunio rimediato alla caviglia contro Milano, parte in quintetto e chiude con 11 punti (anche se con pessime percentuali al tiro) e 4 rimbalzi. Per stasera difficile chiedergli di più.

Giovanni Vildera 5 La sua partita è segnata in partenza, con due falli in altrettanti possessi. Non riesce mai a contenere Ristic quando è chiamato a marcarlo, troppo poco. 

Matteo Chillo 5 Stasera desaparecido. Un netto passo indietro rispetto alle gare scorse. 

Tyler Cheese S.V. In campo tre minuti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento