menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Treviso Basket non esce dalla crisi: Jesi passa al Palaverde

La quinta giornata del girone di ritorno di Serie A2 termina 71-76 in favore di Jesi. La TVB perde una partita praticamente già vinta e viene agganciata da Trieste in classifica

TREVISO È stata una sfida molto combattuta quella fra De' Longhi Treviso Basket e Aurora Basket Jesi. I padroni di casa avevano in pugno il match ma sono stati rimontati dai marchigiani grazie alle prove strabilianti di Dwayne Davis, 21 pt, e Marco Maganza, 20 pt e 9 rimbalzi. Ai veneti non bastano gli ottimi Negri, 17 pt, e Perry, 13 pt e 10 rimbalzi. La De' Longhi incappa dunque nella seconda sconfitta consecutiva dopo la clamorosa débacle di domenica scorsa contro la Fortitudo. E la settimana prossima arriverà al Palaverde la capolista Virtus Bologna...

CRONACA Coach Pillastrini decide di cambiare quintetto e parte con Fantinelli, Saccaggi, Negri, Perry e Ancellotti mentre Jesi schiera Battisti, Maganza, Bowers, Davis e Benevelli. Il match lo sbloccano i marchigiani dopo due minuti con un bel canestro di Davis da tre punti, i padroni di casa invece rompono il ghiaccio con i canestri di Perry e Fantinelli, provando addirittura la prima mini fuga con cinque punti in fila di un ispiratissimo Matteo Negri. Jesi sembra accusare il colpo e dopo un'altro canestro di Davis subisce il gioco da tre punti di un Jesse Perry molto fisico che porta la De' Longhi avanti 16-5. Il time-out chiamato dal coach Damiano Cagnazzo sembra giovare ai suoi, che trovano il modo di accorciare il distacco grazie a due canestri consecutivi firmati dall'ex Reyer Venezia Tim Bowers e il gioco da tre punti realizzato dal pivot Maganza. I veneti però non si scompongono e nonostante i frequenti canestri di Jesi riescono a chiudere la prima frazione in vantaggio con il punteggio di 24-18 con le triple di La Torre e Moretti. Il secondo quarto vede l'ingresso in campo di DeCosey, osservato speciale dopo le recenti prestazioni. L'americano approccia il match in maniera positiva, contribuendo assieme al suo connazionale Jesse Perry a distanziare gli ospiti di undici lunghezze; la guardia ex Temple si rende inoltre autore di due ottimi assist che portano alla schiacciata di Negri e alla penetrazione di Fantinelli. Con il passare dei minuti l'inerzia di gioco è sempre più nella mani dei padroni di casa, che volano a +15 con la giocata da tre punti di uno scatenato Matteo Negri. Tim Bowers realizza l'ultimo canestro del secondo quarto e si va all'intervallo con la TVB avanti 44-32.

Il secondo tempo inizia con un parziale di 6-0 per Jesi che prova a rientrare prepotentemente in partita con il suo uomo di punta Tim Bowers, Treviso si sblocca ancora una volta grazie a Matteo Negri che ne segna sette in fila e limita i danni in un momento di difficoltà della gara. Jesi non ha alcuna intenzione di arrendersi: prima Battisti segna la tripla del -5, poi Maganza fa 2/2 dalla lunetta e riduce a tre il margine di svantaggio. I minuti finali della terza frazione sono una vera e proprio battaglia, la TVB è messa alle strette dagli ospiti che non sbagliano un colpo e sono stabilmente ad un solo possesso di distanza. I veneti si aggrappano alle giocate di esperienza di Rinaldi e all'atletismo di Perry per chiudere un terzo quarto giocato piuttosto male. L'ultima frazione di gioco sarà quella decisiva, Treviso ci arriva con un vantaggio di sei lunghezze ma è nel momento di massima difficoltà della gara. Il tecnico fischiato al coach avversario Cagnazzo non viene sfruttato e gli ospiti ne approfittano per tornare a meno due. Il nervosismo sembra però farla da padrone, dato che Jesi viene sanzionata con altri due falli tecnici in pochi minuti, fischiati rispettivamente alla panchina e alla guardia Dwayne Davis. Questa volta Treviso ne approfitta e prova la fuga con la tripla di Fantinelli, che sigla il 69-60 in favore dei veneti, tuttavia, Jesi trova la forza di riportarsi a meno uno grazie a Benevelli e Davis. Treviso continua a litigare con il ferro e a commettere errori banali, ne approfittano ancora una volta gli ospiti che trovano addirittura il vantaggio con la tripla di Davis che gela il Palaverde. Coach Pillastrini è costretto a chiamare time-out, il Palaverde, oggi 5023 spettatori, capisce il momento di difficoltà e prova a spingere la squadra. La situazione però non cambia, Jesi allunga a +6 con la schiacciata di Benevelli e i tiri liberi di Bowers, Saccaggi sbaglia la tripla della disperazione e Davis dalla lunetta sigilla il risultato sul punteggio di 71-76. I padroni di casa non escono dal momento di crisi, perdono una partita a lungo controllata e vengono agganciati in classifica da Trieste. Contro la Virtus Bologna domenica prossima servirà una prova di carattere.

MARCATORI 

De' Longhi Treviso Basket Negri 17, Perry 13, Moretti 11, Fantinelli 9

Aurora Jesi Maganza 20, Davis 21, Bowers 19, Benevelli 13

PAGELLE

Jesse Perry 6,5 Uno dei migliori oggi, prestazione molto solida sia in difesa che in attacco, purtroppo non basta 

Andrea La Torre SV Una tripla importante in quei pochi minuti di utilizzo

Davide Moretti 6 Prestazione sufficente, ma il calo generale della squadra dopo l'intervallo lo condiziona parecchio

Dorde Malbasa SV Chiamato in causa pochi istanti per difendere

Matteo Fantinelli 5,5 Con le potenzialità che ha poteva dare di più oggi, purtroppo anche lui ha subito un calo dopo l'intervallo

Andrea Saccaggi 5 Incide davvero troppo poco sulla gara

Tommaso Rinaldi 6 Sufficenza piena per il veterano della De' Longhi, è uno degli ultimi a mollare e forse l'unico assieme a Negri a non perdere mai la concentrazione

Matteo Negri 7 Oggi di gran lunga il migliore in campo della De' Longhi, ottimo su entrambi  i lati del campo. Prova a trascinarsi la squadra sulle spalle ma purtroppo non basta

Andrea Ancellotti 4,5 Totalmente assente oggi 

Quenton DeCosey 5,5 Parte molto bene ma poi si perde e fa infuriare coach Pillastrini che lo toglie dal campo. Capolinea?

Coach Pillastrini 5,5 Oggi ci si aspettava una reazione forte dalla sua squadra dopo la sconfitta di Bologna, una reazione che purtroppo non è arrivata. Avrà un gran da fare per preparare al meglio la sfida con la Virtus della settimana prossima

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento