Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Mezzogiorno di fuoco al Palaverde: l'Olimpia Milano vince in volata

I ragazzi di coach Menetti giocano una partita pressoché perfetta, ma Milano ha la meglio 77-82. Indescrivibile la prestazione di Zach Leday, autore di 24 punti con il 100% dal campo

Minuto di raccoglimento per Dado Lombardi

Si sapeva fin dalla vigilia che per la De’ Longhi il matinée contro l’Olimpia Milano di coach Messina, imbattuta nel 2021 sia in campionato che in Eurolega, rappresentava di fatto una mission impossible. Contrariamente a quello che ci si poteva aspettare, la De’ Longhi ha seriamente rischiato di fare il colpaccio, rimanendo in partita fino all’ultimo minuto. La squadra di Menetti è stata brava a non far prendere il ritmo all’attacco di Milano, replicando sempre ad ogni minimo allungo degli ospiti. Nel finale Chillo ha avuto due occasioni di pareggiare la partita dalla lunga distanza, ma i suoi tiri si sono spenti sul ferro. Milano ha vinto 77-82, trascinata da un maestoso Zach Leday (24 punti con 10/10 al tiro e 5/5 ai liberi). A Treviso resta la consapevolezza di aver fatto il massimo e di essere in un buon momento della stagione. 

CRONACA Menetti parte con il solito quintetto: Russell, Logan, Sokolowski, Akele e Mekowulu. Il match si apre con il duello dal post tra Mekowulu e Tarczewski, che si sfidano segnando quattro punti a testa. Sokolowski entra in partita: prima pesca Akele sotto canestro per due punti facili, poi spara da tre con successo. Tarczewski continua ad essere il punto di riferimento in attacco per l’Olimpia, la De’ Longhi fa infatti fatica a contenere la sua fisicità. Milano tenta la prima fuga spinta dai sei punti consecutivi di Leday, Treviso non si scompone e replica con un parzialino di 4-0 firmato dalla ditta Logan-Akele. La tripla del Chacho Rodriguez chiude un primo quarto molto equilibrato: 22-23 per Milano e De’ Longhi che ad ora regge l’urto. 

Chillo va a bersaglio dalla media e inaugura il secondo quarto, dall’altro lato Rodriguez piazza un’altra tripla. Treviso è coriacea e risponde con un mini break di 4-0, obbligando Messina a chiamare time-out (29-26 TVB; 8:09). Delaney segna la tripla del pareggio, Logan replica: Treviso continua ad essere sul pezzo. Si entra in una fase del match in cui non si segna più, Milano riesce però a mantenere un possesso di vantaggio su TVB grazie alla schiacciata di Leday. TVB segna in lunetta con Chillo e Mekowulu, il nigeriano è ispirato e sfrutta l’assist perfetto di Imbrò per altri due punti. Milano rimette la testa avanti sfruttando la tripla di Datome: si va all’intervallo sul 42-45 in favore dell’Olimpia. 

Milano inizia forte il secondo tempo: break di 4-0 realizzato da Tarczewski e Leday. Mekowulu segna e subisce il fallo di Tarczewski, il nigeriano si conferma il giocatore più in forma di TVB. Logan segna da tre punti in uscita dai blocchi, Treviso è viva e non ha intenzione di mollare (50-53 Milano; 6:32). Milano non riesce a trovare il ritmo giusto per indirizzare la partita sui propri binari, merito soprattutto dell’intensità difensiva dei padroni di casa. Logan e Rodriguez segnano da tre, si rimane sul 56-56.  Datome va a bersaglio dalla lunga distanza: 6-0 Milano e time-out immediato di coach Menetti. Treviso è in bonus, ne approfitta l’Olimpia per scavare un solco di sette punti. Anche questa volta, arriva la pronta reazione dei padroni di casa. Sokolowski segna 5 punti consecutivi, Akele fa 2/2 ai liberi: parziale di 7-0 trevigiano e parità. Il terzo quarto si chiude sul 65-65, si decide tutto negli ultimi dieci minuti. 

DeWayne Russell prova ad accendersi dopo 30 minuti opachi, i tre punti di Treviso in questo inizio di quarto portano la sua firma (10-0 TVB). Lo stesso Russell commette un fallo ingenuo su Delaney in fase di tiro: 3/3 ai liberi per l’ex Barça. Imbrò va a bersaglio da tre punti, ripetendosi in penetrazione poco dopo: la De’ Longhi vola a +5. Immediato contro-break di Milano con Punter e Leday (5-0) e parità sul 73-73: partita apertissima. Leday fa 2/2 ai liberi, allungando il parziale di Milano, gli risponde però Sokolowski con un bel fade-away. Rodriguez segna una tripla in angolo, +3 Milano a tre minuti dalla fine. Logan accorcia a -1, Leday rispinge Milano a +3: il match non ne vuole sapere di avere un padrone. Chillo ha l’occasione di pareggiare la partita per due volte dall’arco: entrambe non vanno a segno. Rodriguez chiude la pratica ai liberi, Milano vince in volata 77-82.

MARCATORI

De' Longhi Treviso: Logan 19, Mekowulu 17, Sokolowski 14, Akele 10

AIX Exchange Milano: Leday 24, Rodriguez 16, Delaney 12, Tarczewski 11

PAGELLE

De' Longhi Treviso

DeWayne Russell 4.5 Il peggiore per distacco. In ritardo sui cambi difensivi, non legge bene i momenti della partita quando decide di sfidare in penetrazione la difesa di Milano. Non era giornata.

David Logan 6.5 Miglior marcatore, ma anche 5 palle perse che pesano molto. 

Giovanni Vildera S.V Gioca 5 minuti.

Matteo Imbrò 6.5 Ottimo in cabina di regia con 6 assist, peccato per alcune scelte di tiro sbagliate. Si conferma affidabile al tiro sugli scarichi. 

Lorenzo Piccin 6 Menetti lo getta nella mischia e non sfigura. Al contrario, offre dieci minuti di ottima difesa.

Matteo Chillo 6 Partita di sacrificio, grande rammarico perché ha avuto l'occasione di pareggiare la partita due volte ad un minuto dalla fine. 

Christian Mekowulu 7 Prestazione super convincente con 17 punti e 6 rimbalzi. Dà del filo da torcere sotto canestro a Leday e Tarczewski. Conferma i progressi mostrati in difesa contro Trento.

Michal Sokolowski 7 Il migliore assieme a Mekowulu. Mette in ritmo i compagni con efficacia, tira con buone percentuali e dice la sua a rimbalzo. Difficile chiedergli di più.

Nicola Akele 6.5 Zero sbavature, tante cose buone. Attento sulle linee di passaggio di Milano, riesce a rubare 3 palloni. Ennesima prova convincente della sua stagione.

Jeffrey Carroll S.V. La sua avventura a Treviso è ormai al capolinea. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzogiorno di fuoco al Palaverde: l'Olimpia Milano vince in volata

TrevisoToday è in caricamento