menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua la striscia di vittorie della De' Longhi: Orasì Ravenna battuta 85-62

Gli uomini di Menetti centrano l'ottava vittoria di fila davanti ai 4255 spettatori del Palaverde e festeggiano nel migliore dei modi l'arrivo del Natale. Wayns e Tessitori sugli scudi con 18 punti a testa

TREVISO Le imminenti festività natalizie e le condizioni fisiche non ottimali del roster trevigiano erano insidie di non poco conto alla vigilia del match tra Treviso e la  Orasì Ravenna, una squadra rivoluzionata durante l’estate ma in piena corsa per un posto ai play-offs. Non a caso, coach Menetti in conferenza stampa aveva invitato i suoi giocatori a tenere alta la tensione per non incappare in passi falsi. Così è stato, la De' Longhi ha conquistato l'ottava vittoria di fila superando Ravenna 85-62. Dopo un brutto avvio, caratterizzato da ben 7 palle perse nel primo quarto, Treviso ha progressivamente preso le redini del match per poi dilagare a cavallo tra terzo e ultimo periodo. Gli ospiti hanno messo in campo una buona intensità in difesa nei primi due quarti, ma sono poi crollati sotto i colpi di Wayns, 18 punti con 4/9 da 3pt, e Tessitori, 18 punti con il 90% del campo. Nel finale è esplosa la festa sugli spalti, la squadra e i tifosi possono infatti trascorrere un sereno Natale prima di preparare l'impegno casalingo contro l'Assigeco Piacenza, in programma il 30 dicembre. 

CRONACA Menetti schiera in quintetto Wayns, Burnett, Alviti, Lombardi e Tessitori. Ravenna parte a razzo con un parziale di 6-0, già due le palle perse della De’ Longhi. Pessima partenza da parte di Treviso, che sta accusando l’intensità difensiva dell’Orasì. Prosegue il parziale di Ravenna, Laganà segna un bel canestro in fade-away e obbliga coach Menetti a chiamare il primo time-out del match (0-8 Ravenna; 6:44). Maalik Wayns e Dominez Burnett sbloccano Treviso, firmando il mini parziale di 4-0 che riduce le distanze dai romagnoli. Imbrò fa il suo ingresso in campo e sforna subito un assist al bacio per Tessitori. Hairston si beve Chillo dal post basso, dall’altro lato Uglietti segna il primo canestro della sua partita correggendo il tiro sbagliato di Antonutti. Si chiude il primo quarto con Ravenna in vantaggio 10-16, romagnoli meritatamente avanti dopo dieci minuti di buon basket. 

Maalik Wayns si carica l’attacco trevigiano sulle spalle e segna i primi 5 punti del secondo quarto, prima con una tripla e poi con un importante 2/2 ai liberi. Ravenna resta però in testa dimostrando freschezza su entrambe le metà campo, in particolare è Adam Smith a creare i maggiori grattacapi alla difesa trevigiana. Burnett brucia Montano in penetrazione e appoggia due punti facili, ci pensa poi Wayns a completare la rimonta con la tripla del -1 che fa esplodere il Palaverde e costringe Andrea Mazzon al time-out (12-7 di parziale complessivo per Treviso). Wayns segna ancora da tre, la De’ Longhi prende finalmente in mano la gara (29-25 Treviso; 2:29). Nel finale di quarto Treviso dilaga con un clamoroso break di 13-0, favorito dalla schiacciata di Tessitori e dalla tripla di Eric Lombardi. Laganà fa 2/2 dalla lunetta, poi ruba palla a Wayns e lancia Hairston in contropiede: Ravenna prende fiato e interrompe il parziale trevigiano. Smith segna l’ultimo canestro del secondo quarto, Treviso avanti 37-31.

Tessitori apre il secondo periodo con un’entrata a canestro alla Derrick Rose, dall’altro lato Laganà segna da tre punti. Lombardi va a bersaglio dall’arco, Burnett e Tessitori segnano dalla media e portano la De’ Longhi ad avere un vantaggio in doppia cifra (46-34 Treviso, 9-0 di parziale). Hairston appoggia al tabellone due punti facili e va in lunetta con il libero supplementare (1/1). L’attacco di Ravenna è sterile e l’unico a creare pericoli alla difesa della De’ Longhi è Laganà. Treviso, pur non brillando, rimane stabilmente avanti di dieci lunghezze grazie ai canestri di Wayns e Lombardi.  Imbrò segna la tripla che sembra chiudere il terzo quarto, Uglietti commette però un fallo ingenuo su Montano. L’ex Fortitudo va in lunetta e fa 3/3: il terzo periodo si chiude sul 58-48 in favore di Treviso. 

Montano punisce ancora da tre punti, Antonutti prova a riscattare la sua prestazione opaca trovando il canestro da sotto e il libero supplementare (0/1). Imbrò segna e subisce fallo, il siciliano mette anche il libero aggiuntivo e Treviso va a +12. Tessitori vince il duello dal post con Hairston, poi corre in difesa e ruba palla a Cardillo. Imbrò colpisce da tre punti e aumenta il divario tra le due squadre, Mazzon chiama time-out ma Ravenna è ormai fuori dai giochi. Alviti segna la tripla del +20. Montano prova a rendere meno amara la serata di Ravenna, altri due canestri per l’ex Fortitudo che è l’ultimo ad arrendersi. Treviso amministra agilmente gli ultimi minuti di gioco e vince il match 85-62.

MARCATORI

De' Longhi Treviso Basket: Wayns 18, Tessitori 18, Burnett 15 , Imbrò 12

Orasì Ravenna: Laganà 21, Montano 14, Hairston 13, Masciadri 4

PAGELLE

Amedeo Tessitori 8 Dopo le difficoltà iniziali cresce di intensità e signoreggia sotto canestro come di consueto. 18 punti con il 90% dal campo e 8 rimbalzi sono la prova del suo dominio.

Dominez Burnett 7.5 Importante soprattutto nel terzo quarto, quando inizia ad inanellare canestri dalla media distanza che scavano progressivamente il solco con Ravenna.

Maalik Wayns 8 Dopo gli errori del primo quarto si carica la squadra sulle spalle ed è pressoché perfetto. Le sue triple spezzano le gambe della difesa romagnola, che poi non si riprende più.

Alvise Sarto S.V.

Alviti Davide 6.5 Partita ostica per lui questa sera, viene marcato molto bene dalla difesa di Ravenna. Difende bene, nel finale trova qualche canestro da mettere nelle statistiche.

Michele Antonutti 5.5 Questa sera ha faticato parecchio sui due lati del campo, anche se ha mostrato la voglia di incidere catturando 7 rimbalzi. 

Matteo Imbrò 7 Non era al meglio della condizione, ma ha comunque fornito un ottimo contributo dalla panchina. Nei momenti clou della gara c'è sempre.

Eric Lombardi 7 Meglio dall'arco che dal pitturato stasera, la fisicità messa in campo però è la solita. 

Matteo Chillo 6 In campo 10 minuti, mette in mostra il solito approccio grintoso.

Lorenzo Uglietti 6 A parte l'ingenuo fallo su Montano allo scadere del terzo quarto, in difesa si dimostra affidabile con 2 palle recuperate importanti.

Mvp di TrevisoToday: Maalik Wayns

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento