menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Treviso Basket ritrova la vittoria: Roseto cade al Palaverde

L'ottava giornata di ritorno di Serie A2 finisce 68-58 in favore della TVB, attesa dalla Coppa Italia la prossima settimana. Ottime prove di Perry e Fantinelli

TREVISO Il match tra De' Longhi Treviso Basket e Roseto Sharks era una delle sfide più attese di questo turno di campionato, gli ospiti arrivavano da quattro vittorie nelle ultime cinque partite mentre la TVB  cercava il riscatto dopo la sconfitta di domenica scorsa contro Ferrara. Con il punteggio di 68-58 i padroni di casa hanno battuto  gli abruzzesi, dilagando nel primo tempo ma faticando terribilmente nel secondo. Grande partita di Perry, 14 pt e 7 rimbalzi, e Fantinelli, 10 pt e 9 assist. La concentrazione si sposta ora dal campionato alle Final Eight di Coppa Italia in programma il prossimo Week-End a Bologna, dove Coach Pillastrini e i suoi proveranno a portare a casa il trofeo.

CRONACA Treviso parte in quintetto con Moretti, Fantinelli, Negri, Perry e Ancellotti mentre Roseto schiera Smith, Fultz, Radonjic, Amoroso e Sherrod. I padroni di casa partono subito alla grande con un parziale di 8-0 siglato da ben quattro giocatori dello "starting five", segno di un'ottima circolazione di palla. Roseto, nonostante il time-out chiamato da coach Paolantonio, non riesce ad entrare in partita e trova il primo canestro dopo ben cinque minuti di gioco con Sherrod. Treviso continua invece a giocare una pallacanestro molto bella e l'azione che porta al canestro del 17-4 di Perry ne è la dimostrazione, gli abruzzesi provano a ridurre lo svantaggio ma Amoroso, fischiatissimo dal pubblico del Palaverde (5238 spettatori) per i suoi trascorsi in maglia Fortitudo, continua a litigare con il ferro. Finalmente Mei segna un canestro da tre punti che dà ossigeno ai suoi, ma Treviso segna l'ultimo canestro del primo quarto con Negri e resta avanti di undici lunghezze (20-9). La seconda frazione si apre con un gioco da tre punti di Ancellotti, seguito dal facile tap-in di Malbasa servito da un Jesse Perry in formato MVP. Roseto prova a restare in partita con la bomba di Fultz e il canestro dal post basso di Amoroso, ma lo svantaggio da ricucire rimane comunque ampio dato che Treviso conduce 28-16. Dopo il time-out chiamato in via precauzionale da Coach Pillastrini, la De' Longhi inizia a dilagare con un parziale di 4-0 siglato dalla coppia Ancellotti-Perry che costringe il coach rosetano ad un immediato time-out. Nel finale di quarto Roseto prova a limitare i danni ma nell'azione conclusiva subisce il "Buzzer Beater" di Negri da tre punti, innescato da un meraviglioso Matteo Fantinelli.

Gli abruzzesi partono forte nel secondo tempo, piazzando due parziali importanti (6-0;4-0) intervallati dal canestro di Jesse Perry. Il vantaggio cala vertiginosamente a nove lunghezze e Coach Pillastrini è costretto a chiamare time-out. Negri schiaccia in contropiede ma dall'altra parte Smith inizia a segnare tutto quello che gli capita sotto tiro, portando la sua squadra a -8. Treviso entra ufficialmente nel suo momento di difficoltà massimo, a togliere le castagne dal fuoco ci pensano Ancellotti e soprattuto capitan Fantinelli con 6 punti consecutivi. Roseto non ha però alcuna intenzione di mollare, Smith continua a fare impazzire la difesa biancoceleste e Mei trova all'ultimo secondo del quarto il canestro che vale addirittura il -3 (53-50). Sarà dunque l'ultima frazione di gioco a fare la differenza. Andrea La Torre fa iniziare Treviso nel migliore dei modi con una bomba che vale il +6 e una palla rubata, ma Roseto resta comunque stabilmente a contatto con l'appoggio di Sherrod. Con il passare dei minuti sale la tensione e di conseguenza anche il numero di contatti ed errori per entrambe le squadre, Treviso è avanti 58-52 a quattro minuti dal termine della gara. Sherrod segna con il tiro ad arcobaleno il canestro del -4, La Torre perde poi un pallone che favorisce il contropiede di Smith ma Moretti rispedisce gli squali a -5. Nell'ultimo minuto di gioco succede di tutto, dopo una serie di errori Rinaldi segna con il fallo e fa esplodere il Palaverde, gli ospiti accusano il colpo e non riescono più a segnare. Treviso allunga così nel finale con i canestri di Fantinelli e porta a casa la vittoria con il punteggio di 68-58. I veneti riscattano dunque la sconfitta della settimana scorsa contro Ferrara e si preparano per le Final Eight di Coppa Italia, Roseto esce comunque a testa alta da un match che sembrava scritto dopo il primo tempo ma che in seguito si è rivelato molto combatutto.

MARCATORI

De' Longhi Treviso Basket Perry 14, Ancellotti 13, Moretti 10, Fantinelli 10

Roseto Sharks Smith 20, Sherrod 14, Amoroso 7, Casagrande 7

PAGELLE

De' Longhi Treviso Basket

Jesse Perry 7,5  Tra i migliori, se non il migliore in campo. Ennesima prova di qualità e carattere che dimostrano la sua affidabilità e costanza .

Andrea La Torre 6 Oggi non brilla particolarmente ma la sua tripla e la palla rubata all'inizio dell'ultimo e decisivo quarto sono molto importanti.

Davide Moretti 6,5 Sottotono nel primo tempo, sale in cattedra con il passare dei minuti e contribuisce alla vittoria, soprattutto con la bomba dall'angolo che spegne la speranza di Roseto.

Dorde Malbasa 6 Quando gioca dà sempre l'anima e questa volta si toglie la soddisfazione di realizzare 4 punti, nel giorno della sua centesima presenza.

Matteo Fantinelli 7  Imprescindibile motore di questa squadra, nel primo tempo fa girare la palla in maniera eccelsa e nei momenti di difficoltà è sempre lui a prendersi le responsabilità.

Andrea Saccaggi SV

Tommaso Rinaldi 5,5 Non è la sua serata, litiga spesso con il ferro e appare poco lucido. Si toglie però la soddisfazione di segnare il canestro del KO.

Matteo Negri 6,5 La guardia bolognese gioca la sua solita partita di carattere, tira poco ma con discrete percentuali e in difesa è sempre ben posizionato.

Andrea Ancellotti 7 Partita eccellente, vince ogni duello a rimbalzo con Sherrod e porta tanti punti dal post basso. Giocasse sempre così...

Coach Pillastrini 6,5 La sua squadra porta a casa la vittoria ed è la cosa più importante. C'è da lavorare però sull'approccio al secondo tempo, che oggi poteva portare ad un'altra sconfitta suicida come contro Jesi. Va detto però che oggi mancava Saccaggi e si attende ancora il sostituto di Quenton DeCosey, approdato a Chieti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento