Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Vittoria di carattere per il Treviso Basket: superata la Virtus Bologna

La sesta giornata di ritorno di Serie A2 termina 64-57 in favore della TVB, che ritrova la vittoria in campionato e vola in testa alla classifica. Ottima partita di Andrea La Torre

TREVISO Dopo tanti anni è tornata in scena al Palaverde, 5344 spettatori, una classica sfida della pallacanestro italiana: il Treviso Basket contro la Virtus Bologna. Il match ha confermato le aspettative della vigilia, rivelandosi un bello spettacolo di basket. Con il punteggio di 64-57 la TVB ha superato la Virtus Bologna. Ottime le prestazioni di La Torre, 14 pt con 4/6 da tre, e Perry, 15 pt e 4 rimbalzi,  mentre alla Virtus Bologna non basta uno strabiliante Rosselli, 18 pt e 5 rimbalzi. I veneti escono dunque dalla crisi portando a casa una vittoria importantissima e staccando in classifica proprio la Virtus Bologna, che ha però una partita in meno.

CRONACA La De' Longhi schiera Fantinelli, Saccaggi, Negri, Perry ed Ancellotti, mentre il coach virtussino Ramagli risponde con Spissu, Umeh, Spizzichini, Rosselli e il veterano Michelori. Come previsto, la partita parte in maniera molto intensa con un canestro per parte e molti contatti fisici, il tutto con le due tifoserie storicamente rivali che iniziano la loro "battaglia" sugli spalti. La tensione si taglia con un coltello e la conferma arriva subito con il fallo tecnico fischiato al capitano virtussino Michelori per proteste. Le due squadre sembrano bloccate, in quasi tre minuti di gioco non arriva praticamente alcun canestro e il risultato è bloccato sul 6-6. Il neo entrato La Torre fa esplodere il palazzo con una tripla che trova però l'immediata risposta dell'americano Michael Umeh. Le squadre sembrano finalmente entrate in partita, da una parte Andrea La Torre in versione Ray Allen realizza altre due bombe consecutive mentre la Virtus rimane a contatto grazie alle giocate di Rosselli. Il primo quarto termina 17-16 in favore della TVB, sarà una partita avvincente. Il secondo quarto riparte all'insegna dell'equilibrio, sono i padroni di casa a segnare per primi con una schiacciata di Negri in contropiede. Il punteggio fatica incredibilmente a muoversi, a metà secondo quarto sono appena due i canestri realizzati  da Treviso che conduce 21-16 sulla Virtus ancora a secco. Saccaggi torna a far gioire il pubblico di casa con una tripla analoga a quella segnata nel primo quarto, dopo ben sei minuti di gioco si sblocca anche Bologna con la tripla di Spissu che però è subito resa vana da un gioco da tre punti di Perry. I canestri in successione di Rinaldi, Rosselli e Saccaggi chiudono il secondo quarto, si va all'intervallo con il tabellone che recita 32-26 in favore della TVB.

Entrambe le squadre sembrano rientrare in maniera positiva dagli spogliatoi, Perry apre le danze con un canestro e fallo ma la Virtus risponde immediatamente con l'arresto e tiro di Rosselli e la bomba di Spissu. Il punteggio resta invariato per diverse azioni, prima che Rosselli realizzi l'ennesimo gioco da tre punti della sua partita, portando Bologna a meno tre. La Torre continua a vedere una vasca da bagno al posto del canestro e mette a referto la quarta tripla della sua partita, prontamente contraccambiata da Spissu. Rinaldi fa 1/2 dalla lunetta e Fantinelli realizza il primo canestro della sua partita, Moretti ruba poi un pallone prezioso che lancia in contropiede La Torre, riportando Treviso avanti di 8 lunghezze. Michelori prova a tenere la sua squadra in partita, segnando l'ultimo canestro del terzo quarto; si arriva all'ultima frazione di gioco con il punteggio di 45-39 in favore di Treviso. Moretti trova il primo canestro della sua partita, d'altra parte Umeh diventa improvvisamente on fire con due bombe consecutive. Tuttavia Treviso mantiene la lucidità necessaria per tenere a bada gli ospiti e Fantinelli confeziona un alley oop per Ancellotti che vale il +6. Perra segna la tripla del meno tre, ma Moretti risponde prontamente con un altra bomba e riporta Treviso avanti di sei quando mancano cinque minuti alla fine della partita. Ancora una volta è il nervosismo a farla da padrone, le squadre sono molto concentrate. Bologna concede la tripla a Fantinelli che vale il +8, Spizzichini accorcia a -6 ma Treviso trova in Andrea Ancellotti l'uomo della provvidenza. Il pivot italiano, fino a quel momento sottotono, prima trova un canestro fondamentale su un rimbalzo offensivo e in seguito trova l'ennesimo rimbalzo che non porta ad un canestro ma toglie tempo prezioso alla Virtus per rimontare. Il tecnico fischiato a Rinaldi arriva troppo tardi per Bologna e non basta per riacciuffare Treviso che mette definitivamente la partita in cassaforte con un canestro di Perry. Finisce 64-57 in favore dei veneti, che volano in solitaria in vetta alla classifica e scacciano la crisi che durava da un paio di partite.

MARCATORI

De' Longhi Treviso Basket La Torre 14, Perry 15, Saccaggi  9, Rinaldi 7

Virtus Bologna Rosselli 16, Spissu 11, Michelori 8, Umeh  13

 PAGELLE

De' Longhi Treviso Basket

Jesse Perry 7 Ennesima prova positiva per il lungo americano, porta solidità sotto canestro e parecchi punti pesanti. Il più costante della squadra nelle ultime partite

Andrea La Torre 7,5 Migliore in campo, un 4/6 da tre che si rivela letale per la Virtus Bologna. Lancia un chiaro messaggio a coach Pillastrini per le prossime partite

Davide Moretti 6 Porta a casa la sufficenza perchè nell'ultimo quarto si rende autore di giocate preziose, come la rubata che porta al contropiede di La Torre, e realizza cinque punti che contribuiscono ad allontanare gli avversari

Dorde Malbasa SV

Matteo Fantinelli 7 Partita di grande sacrificio per il capitano della De' Longhi. Pochi punti ma ben 9 assist e soprattutto 10 rimbalzi che per un play sono tantissimi

Andrea Saccaggi 6,5 Positiva anche la sua prova, concentrato su entrambi i lati del campo e autore di canestri pesantissimi

Tommaso Rinaldi 6,5 In partite come questa, la sua esperienza è fondamentale anche se magari passa inosservata. Sempre concentrato nonostante il tecnico ricevuto a fine partita che resta molto dubbio

 Matteo Negri 6 Forse il meno appariscente assieme ad Ancellotti, la sufficenza è comunque meritata perchè dà il 100% e non commette errori rilevanti

Andrea Ancellotti 6 Incide pochissimo durante i primi tre quarti ma nell'ultimo è autore di due rimbalzi offensivi che consegnano ufficialmente la partita in mano a Treviso e gli consentono di arrivare alla sufficenza

Quenton DeCosey SV Odore di taglio

Stefano Pillastrini 7 Questa sera è arrivata una grande vittoria dopo due prove inadeguate. La squadra è rimasta concentrata tutta la partita, ottima inoltre la scelta di puntare su La Torre

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittoria di carattere per il Treviso Basket: superata la Virtus Bologna

TrevisoToday è in caricamento